Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Ambiente

Ecologia valore economico Vi spieghiamo quanto vale

E-mail Stampa PDF

Il NatCap, un progetto delle università di Standford e Minnesota in collaborazione con Wwf e Nature Conservancy, cerca di monetizzare la salvaguardia ambientale


di CRISTINA NADOTTI - IN TERMINI estetici una foresta ha più valore, almeno agli occhi di chi ama la bellezza, di un terreno agricolo. E se il valore non fosse soltanto teorico, ma quantificabile, e si potesse monetizzare un ecosistema come si fa per i beni e i servizi? C'è chi questi calcoli li sta facendo, ha già raggiunto delle cifre affidabili e sta mettendo a punto un sistema sempre più efficace per aiutare imprese e governi a capire se disboscare un dato tratto di terreno, magari per costruirci sopra, sia davvero la scelta economicamente più vantaggiosa.

Il sistema si chiama Natural Capital Project, "NatCap"...

Leggi tutto alla fonte: www.repubblica.it


Read 0 Comments... >>
 

PARCHI, COLUCCI: "1 MLN PER EDUCAZIONE AMBIENTALE"

E-mail Stampa PDF

by Omnimilano

Un milione di euro per progetti di educazione ambientale e 400.000 euro per finanziare i corsi di formazione delle Guardie ecologiche volontarie (Gev). Sono questi gli stanziamenti previsti da due delibere approvate dalla Giunta della Regione Lombardia su proposta dell'assessore ai Sistemi verdi e Paesaggio Alessandro Colucci. Il milione di euro finanzierà progetti di educazione ambientale in 23 parchi regionali (345.000 euro), la promozione delle attività agricole (400.000 euro) e la prevenzione dei danni (255.000 euro)....(...)

...Leggi alla fonte: www.ilgiornale.it


Read 0 Comments... >>
 

Collina bolognese, Bernardini (LN): ripristinare corridoio ecologico sbarrato

E-mail Stampa PDF

Manes Bernardini, della Lega Nord, in un’interrogazione alla Giunta regionale segnala che, a Bologna, sul crinale della collina Castell’Arienti, in una zona poco urbanizzata del quartiere Santo Stefano al confine con Rastignano, dove è presente un corridoio ecologico che permette lo spostamento della fauna selvatica... Leggi tutto...


Read 0 Comments... >>
 

Giornata oceani: Onu, rifiuti sono minaccia globale

E-mail Stampa PDF

Spazzatura in mare colpisce ogni paese e tutti i mari

(ANSA) - BRUXELLES, 6 GIU - Danneggia la fauna selvatica, il turismo e provoca un inquinamento potenzialmente cancerogeno alla catena alimentare: è l'immondizia, che orami è arrivata in tutti i mari del Pianeta, fino agli abissi più profondi.

Di qui l'appello del Programma Onu per l'Ambiente (Unep) per un'azione comune per combattere il fenomeno, anche alla luce degli ultimi dati: 270 specie rischiano di ingerire i rifiuti negli oceani, incluso l'86% di tutte le specie di tartarughe marine, il 44% di tutti gli uccelli marini e il 43% dei mammiferi marini.

"La spazzatura in mare - afferma Achim Steiner, direttore esecutivo dell'Unep - colpisce ogni paese e tutti i mari, e mostra in maniera molto chiara l'urgenza di passare ad un'economia verde, a basso contenuto di carbonio e più efficiente dal punto di vista dell'uso delle risorse. Una comunità o un paese che agisce in maniera isolata non sono la risposta. Dobbiamo occuparci del problema al di là dei confini nazionali e insieme al settore privato, che ha un ruolo critico da giocare sia nel ridurre i tipi di rifiuti che finiscono in mare, sia nella ricerca di nuovi materiali. E' raccogliendo insieme tutti i soggetti interessati che potremo fare la differenza".

Nel Mediterraneo, secondo dati Unep, nella top ten della spazzatura marina oltre il 40% è costituito da mozziconi di sigarette, avanzi di sigari e confezioni di tabacco. Sul podio ci sono si piazzano anche bottiglie di plastica (9,8%) e buste di plastica (8,5%), seguite da lattine di alluminio (7,6%), coperchi (7,3%), bottiglie di vetro (5,8%), il set completo del picnic usa e getta (bicchieri, piatti e posate) con il 3,8%, imballaggi e contenitori di cibo (2,5%), cannucce (2,1%) e linguette di apertura di lattine o altro (1,9%).

L'isola di immondizia in mare più nota è quella del Pacifico centrale, una sorta di 'grande pattumiera' tra California e Hawaii, di dimensioni pari a due volte il Texas.

Una preoccupazione crescente è quella della contaminazione delle specie marine e quindi della catena alimentare, con sostanze tossiche per la salute umana, rilasciate dalla plastica che abbonda negli oceani. Inoltre, i rifiuti arenati sulle spiagge e sulle coste possono avere un impatto economico serio sulle comunità che sono dipendenti dal turismo. Oggetti pesanti possono anche danneggiare habitat come le barriere coralline e avere un impatto le abitudini alimentari degli animali marini. (ANSA).


Read 0 Comments... >>
 

Sequestrato il poligono Rimini, piombo oltre ai limiti

E-mail Stampa PDF

Troppo piombo sul terreno del poligono. I militari della Sezione Aerea del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di finanza hanno sequestrato, per inquinamento ambientale, il poligono di tiro a volo di Rimini, uno dei più grandi in Italia e sede di molte gare internazionali. Tonnellate di piombo, residuo dei pallini usati nelle esercitazioni, sono state riversate nel tempo, hanno riferito le Fiamme gialle, sul terreno adiacente il fiume Marecchia, dove è collocato il poligono.

Quantificare il danno arrecato all’ambiente. Il potenziale pericolo è rappresentato dal fatto che in un anno vengono lanciati oltre 180.000 piattelli, 250.000 borre e oltre sei tonnellate di piombo contenuto nei pallini. Le indagini di laboratorio dei tecnici dell’Arpa sui pallini sparati nel poligono hanno dimostrato che il piombo rilasciato sul terreno supera di 2.240 volte il valore massimo consentito dalla legge. I finanzieri hanno calcolato che nel poligono, dal 1972 a oggi, siano state versate circa 234 tonnellate di piombo direttamente sul terreno e nel fiume adiacente, che è zona del demanio sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale.

Fonte: www.teleromagna.it


Read 0 Comments... >>
 


Pagina 2 di 8
Banner