Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

DOSSIER 2012/2013 VITTIME DELLA CACCIA - DENUNCE-INCRIMINAZIONI-SENTENZE

E-mail Stampa PDF

ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA

www.vittimedellacaccia.org

 

DOSSIER 2012/2013 VITTIME DELLA CACCIA

DENUNCE - INCRIMINAZIONI - SENTENZE

 

Esiti processuali di pregressi eventi o sentenze riguardanti  il mondo venatorio. Nella medesima raccolta, sono stati inseriti anche gli articoli che riportano notizie in cui è specificato il numero di cacciatori soggetti a controlli, gli illeciti penali o  sanzioni amministrative comminate.


---->>>>TORNA ALL'INDICE DEL DOSSIER


CRONOLOGIA DEI CASI RISCONTRATI


SETTEMBRE


01.09.2012    CACCIATORI: brava gente

Bolzano. Porto abusivo d’armi per una battuta di caccia autorizzata. Non è la storia di un ordinario cittadino, ma del presidente del parco dello Stelvio Ferruccio Tomasi. La vicenda nasce quando il presidente della Provincia autonoma di Bolzano Luis Durnwalder, pubblica l’elenco dei cacciatori autorizzati a cacciare nella riserva provinciale di Brennero. Tra i nomi compare il “cavalier” Ferruccio Tomasi, persona autorizzata a «prelevare» uno stambecco, poi effettivamente cacciato il 20 settembre del 2011. Gli abbattimenti selettivi sono stati sospesi da una pronuncia del Tar circa due settimane dopo. Solo da un controllo dell’ispettorato forestale emerge però che il presidente del parco dello Stelvio, Ferruccio Tomasi, ha la licenza di caccia scaduta da diversi anni «Sono stato un cacciatore lo ammetto – spiega il presidente Tomasi – ma in quell’occasione non sono stato io a sparare. Ho una maculopatia all’occhio e non sono più in grado di prendere la mira: non sparo da 10 anni. Volevo solo fare un favore a un amico, il professor Tosi. È stato lui — dice Tomasi — ad abbattere lo stambecco offerto da Durnwalder. Purtroppo non può confermarlo perché ha perso la vita durante una battuta di caccia nel dicembre dello scorso anno»... Fonte: http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/09/01/bolzano-presidente-del-parco-dello-stelvio-a-caccia-senza-porto-darmi/339727/


01.09.2012  ILLECITI PENALI/SANZIONI AMMINISTRATIVE

Perugia. Umbria: Oltre 600 controlli, 50 verbali elevati per violazioni su appostamenti non regolari nelle distanze da strade, ferrovie, abitazioni e da altri  appostamenti di caccia, caccia a specie non consentite, abbandono di bossoli e caccia senza aver pagato la tassa presso l’Atc, fino al possesso di un registratore da utilizzare per i richiami, ovviamente vietato dalla legge. E’ questo il bilancio della Polizia Provinciale di Perugia in  riferimento alla “due giorni” di preapertura della caccia, vero e proprio test in vista dell’apertura ufficiale prevista per domenica 16 Settembre.

http://www.perugiatoday.it/cronaca/preapertura-caccia-umbria-controlli-1-settembre-2012.html

+ http://www.umbria24.it/caccia-preapertura-tranquilla-verbali-controlli/115794.html


03.09.2012   ILLECITI PENALI/SANZIONI AMMINISTRATIVE

Bologna. Provincia di Bologna: dei 121 cacciatori sottoposti a controllo, a 5 sono stati contestati verbali amministrativihttp://www.sassuolo2000.it/2012/09/03/227-cacciatori-alla-preapertura-della-caccia-in-provincia-di-bologna-in-calo-i-verbali-della-polizia- provinciale/


06.09.2012 CACCIATORI: brava gente

Lonigo (VI) La bravata di cui sarebbe reso responsabile, certo determinata dalla rabbia, rischia di costargli carissima. Facendo due conti, a un cacciatore, potrebbe arrivare un decreto penale di condanna da 8-9 mila euro. Al momento la procura lo ha iscritto sul registro degli indagati ipotizzando i reati di ingiuria e di atti osceni in luogo pubblico. In base a quanto venne ricostruito, quella mattina, era andato a caccia in una zona di campagna; e, probabilmente senza avvedersene, era entrato in una proprietà privata. Era quella di persona  che ce l'aveva con i cacciatori proprio per questa ragione, senza sapere peraltro che chi pratica     regolarmente  l'attività venatoria può avere accesso anche ad aree private senza l'autorizzazione. Dopo una discussione, dai toni piuttosto accesi, perché entrambi  convinti di aver ragione, il cacciatore, stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, avrebbe dato vita ad uno squallido spogliarello, abbassandosi prima i pantaloni e poi anche le mutande, ed esibendosi e toccandosi davanti all'allibito proprietario del fondo.                                                                                                                                                                  http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/457_news/405051_la_bravata_costa_al_cacciatore_8_mila_euro/


16.09.2012  ILLECITI PENALI/SANZIONI AMMINISTRATIVE

Bergamo. Primo giorno di caccia in Bergamasca e primi controlli da parte della polizia provinciale che ha controllato 147 cacciatori e accertati 11 illeciti amministrativi.                                                                                                                                                               http://www.bergamonews.it/cronaca/caccia-bergamasca-primo-giorno-11-multe-sei-l%E2%80%99abolizione-o-no-164804


16.09.2012   ILLECITI PENALI/SANZIONI AMMINISTRATIVE

Lodi. In occasione della giornata di apertura della stagione venatoria 2012/2013, la Polizia Provinciale di Lodi ha predisposto un piano di controlli specifici su tutto il territorio provinciale ricadente negli ATC : sono stati controllati 213 cacciatori e accertate n. 12 violazioni amministrative per un totale di 2.284,64  euro  con 5 capi sequestrati: n. 2 fagiani, n. 2 lepri, n. 1 coniglio. Le violazioni contestate hanno riguardato varie casistiche, quali:  la caccia in luogo vietato, sia a distanza non regolare (100 mt.) da immobili, fabbricati e stabili, adibiti ad abitazione o a posto di lavoro, sia in terreno in attualità di coltivazione; mancata annotazione del capo abbattuto sul tesserino venatorio regionale; mancata cerchiatura del capo, annotato sul tesserino venatorio regionale, ma già depositato; superamento del numero massimo di capi di fauna stanziale, abbattibile giornalmente; mancata esibizione della licenza di caccia. È stato accertato anche un caso di caccia in ZRC (Zona Ripopolamento e Cattura) per il quale il trasgressore è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria. http://www.lodiedintorni.com/lodigiano-aperta-la-caccia-e-una-pioggia-di-multe-e-una-denuncia-28704


16.09.2012  ILLECITI PENALI/SANZIONI AMMINISTRATIVE

Siena. Nella giornata di apertura, controllati 330 cacciatori e visionati i carnieri. Otto le sanzioni amministrative, una denuncia per caccia con mezzo non consentito. http://www.antennaradioesse.it/index.php?mact=articoli,cntnt01,default,0&cntnt01what=articolo&cntnt01alias=Stagione-venatoria-Polizia-provinciale-impegnata-nei-controlli&cntnt01returnid=58


23.09.2012 ILLECITI PENALI/SANZIONI AMMINISTRATIVE

Terni. In provincia di Terni i cacciatori controllati sono risultate 81 nella giornata di sabato e 90 in quella di domenica. Sono stati riscontrati 2 illeciti penali per le quali si è proceduto alla denuncia all’autorità giudiziaria con deferimento a piede libero di due cacciatori per esercizio dell’attività venatoria con mezzi non consentiti e conseguente sequestro penale degli stessi. Le sanzioni amministrative contestate sono risultate complessivamente 21. http://www.umbria24.it/caccia-umbria-controlli-tappeto-controlli-denunciati-sanzioni/119429.html


23.09.2012 ILLECITI PENALI/SANZIONI AMMINISTRATIVE

Perugia. In provincia di Perugia sono stati controllati complessivamente dal Corpo forestale dello Stato, 251 cacciatori nella giornata di sabato e 264 in quella di domenica. A seguito delle verifiche sono state elevate complessivamente 64 sanzioni amministrative tra le quali le più frequenti relativamente agli illeciti rispetto alla normativa in materia di caccia: mancata annotazione nel tesserino venatorio, mancato sgombero dei bossoli, mancato rispetto delle  distanze previste ( l. 157/92, l.r. 14/94 e s.m.i. ). http://www.perugiatoday.it/cronaca/controlli-forestale-caccia-umbria.html


26.09.2012 FOLLIE VENATORIE

Chiesa d'Alpago (BL). Boscaiolo di professione, bracconiere per hobby. È stato arrestato un alpagoto, per detenzione illegale di una pistola modificata. Scarcerato dopo tre giorni perché: "Due, principalmente, le ragioni della scarcerazione: la sostanziale incensuratezza del boscaiolo (nel casellario risulta avere un piccolo precedente, non specifico, che risale a diversi anni fa) e la non pericolosità. L’arma, infatti, la deteneva per il  bracconaggio, non per usarla contro le persone. http://corrierealpi.gelocal.it/cronaca/2012/09/26/news/bracconaggio-arrestato-un-boscaiolo-1.5753939


27.09.2012  FOLLIE UMANE

Martano (LE). Sparò al vicino durante il barbecue. A processo per tentato omicidio un 63enne. Le disavventure giudiziarie di Lorubio, assistito dall'avvocato Arcangelo Corvaglia, sono iniziate il pomeriggio del 15 agosto 2011, quando fu arrestato dai carabinieri della stazione di Martano in flagranza di reato. In quel caldo pomeriggio festivo, durante un diverbio con un vicino di casa, scaturito da futili motivi relativi accensione del barbecue che il vicino avrebbe tentato di spegnere gettandovi dell'acqua dal proprio balcone, Lorubio, dopo aver preso dalla sua abitazione un fucile da caccia calibro 12, legalmente detenuto, aveva esploso due colpi, colpendo il parapetto del terrazzo ed il muro

http://www.lecceprima.it/cronaca/sparo-al-vicino-durante-il-barbecue-a-processo-per-tentato-omicidio-un-63enne.html


OTTOBRE


19.10.2012  CACCIATORI: brava gente

Belluno (BL). Occhi aperti nel settore della caccia, alfine di verificare irregolarità da parte dei cacciatori. Nell’ambito di tali controlli, il personale della squadra di Polizia amministrativa ha provveduto a una verifica dei requisiti per i possessori del porto d’arma per fucili da caccia, rigettando il rinnovo della licenza per D.M.P.A., di anni 69; G.Q., di 71 anni; F.M., di 44 anni; a P.L., di 59 anni, non è stata invece rinnovata l’istanza per il fucile da tiro a volo. I dinieghi sono stati dati, dopo un’attenta attività istruttoria, per la non affidabilità dei soggetti proprio perché i soggetti nella condotta attività istruttoria non affidabilità dei soggetti nell’uso delle armi. http://corrierealpi.gelocal.it/cronaca/2012/10/19/news/denunciato-un-titolare-di-armeria-1.5892547


27.10.2012 CACCIATORI: brava gente

Lecce nei Marsi (AQ). Il giudice assolve 3 cacciatori accusati di bracconaggio. I fatti risalgono alla notte del 2 febbraio 2005 quando, dopo un pedinamento della Forestale di Trasacco, i tre vennero fermati insieme a un'altra persona che poi ha patteggiato la pena. La Forestale aveva notato in località Arciprete di Ortucchio movimenti di diverse macchine. Dalla perquisizione furono trovati fucili, visori notturni, binocoli e sangue di animali selvatici all'interno delle macchine. Vennero accusati di caccia in periodo non consentito, di caccia in orario notturno in luoghi con presenza di neve e di aver utilizzato apparecchi per comunicare fra loro,     oltre a visori notturni. Tutto ciò aggravato dal fatto che la si trovavano in un'area protetta, nella fascia di protezione esterna del Parco nazionale         Sono stati assolti con formula piena dal giudice Stefano Venturini perché il fatto non sussiste. Non c'era infatti, secondo il giudice, alcuna prova certa che stessero cacciando …                                                                                        http://ilcentro.gelocal.it/laquila/cronaca/2012/10/27/news/il-giudice-assolve-3-cacciatori-accusati-di-bracconaggio-1.5932543


NOVEMBRE


03.11.2012 CACCIATORI: brava gente

Castelnovo ne' Monti  (RE). Ha presentato un ricorso al Tar di Parma, per poter riavere il suo porto d’armi e i tre fucili da caccia che gli sono stati sequestrati nel maggio scorso, in seguito a una “lite” avvenuta negli uffici reggiani di Equitalia dove, l'imprenditore di Frascaro si era recato per far valere le sue ragioni. L’imprenditore agricolo castelnovese, che si presenterà davanti al Tar di Parma il prossimo 21 novembre, aggiunge: «Rivoglio le mie armi e la possibilità di andare a caccia». http://gazzettadireggio.gelocal.it/cronaca/2012/11/03/news/gli-sequestrano-tre-fucili-dopo-una-lite-con-equitalia-1.5970904


15.11.2012  ILLECITI PENALI/SANZIONI AMMINISTRATIVE

Firenze (FI). Controlli della Forestale sull'attività venatoria in provincia di Firenze: ispezionati complessivamente circa 200 cacciatori, di cui 2 denunciati alla Procura della Repubblica di Firenze per esercizio di caccia con mezzi non consentiti, sequestrati 4 fucili, 4 richiami vivi detenuti illegalmente e 33 esemplari di avifauna selvatica migratoria abbattuta illegalmente, elevate 45 sanzioni amministrative per violazione alla normativa venatoria ed altre normative regionali... http://www3.corpoforestale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/5880


16.11.2012   ILLECITI PENALI/SANZIONI AMMINISTRATIVE

Amelia (TR). Sono una sessantina i controlli effettuati nei giorni scorsi dal personale del Comando Stazione del Corpo Forestale dello Stato di Amelia, a seguito dei quali sono state elevate sanzioni amministrative per un importo totale pari a 1.838,00 euro e si è proceduto a sette sequestri amministrativi. La maggior parte degli illeciti riscontrati riguardavano il mancato rispetto delle distanze previste da strade e abitazioni, la detenzione di apparecchi a funzionamento elettromagnetico riproducenti versi di avifauna, la mancata annotazione nel tesserino venatorio e l’omessa custodia  dei cani da caccia... http://www.umbrialeft.it/notizie/sessantina-controlli-della-forestale-riguardo-alla-caccia-nell%E2%80%99amerino


20.11.2012   §

Agordo (BL). Un donna è stata condannata, un uomo assolto. Il loro figlio, all’epoca dei fatti minorenne, dovrà presentarsi di fronte al tribunale dei minori di Venezia per rispondere dei reati di guida senza patente ed uso non autorizzato dell’arma del padre: I fatti risalgono al 23 maggio 2009 quando una testimone vede una macchina percorrere una strada secondaria di Agordo e sente uno sparo provenire dall’automobile. Poco più in là, vede un capriolo cadere a terra. La donna prende il cellulare e chiama immediatamente la polizia provinciale. Le indagini portano a incolpare un agordino e sua moglie (si omette di mettere i loro nomi solo perché il figlio all’epoca era minorenne). Nel corso del processo, in base alla sentenza, sarebbe emersa un’altra verità. Ossia che a sparare non fu il marito, cacciatore ed in possesso di un fucile da caccia denunciato ma il figlio. La moglie è stata condannata per concorso morale.... http://corrierealpi.gelocal.it/cronaca/2012/11/20/news/per-il-capriolo-ammazzato-una-condanna-1.6066304


21.11.2012

San Valentino Torio (SA). Foglio di via per il bracconiere-ricettatore. Tra i bracconieri anche un soggetto in particolare, controllato dalla Guardie del WWF non meno di sette-otto volte negli ultimi anni. Più probabilmente un ricettatore di fauna selvatica. Non è lui a catturare la fauna protetta. Ne organizza, però, la compravendita.. http://www.geapress.org/caccia/san-valentino-torio-sa-foglio-di-via-per-il-bracconiere-ricettatore/35389


21.11.2012   Caccia di frodo sempre caccia è.

L’uccellagione non fa distinzione tra bracconieri e cacciatori di frodo... http://www.lastampa.it/2012/11/21/italia/i-tuoi-diritti/responsabilita-e-sicurezza/l-uccellagione-non-fa-distinzione-tra-bracconieri-e-cacciatori-di-frodo-dguftBXC1dPMLuZiVchZCJ/pagina.html


26.11.2012

Brescia La Lac segnala la recente condanna a 8 mesi dell' ex-responsabile dell’osservatorio ornitologico bresciano (che operava in più occasioni per conto della Provincia) per reati di uccellagione, maltrattamento animali e abuso d’ufficio. «Reati commessi nell’ottobre 2009 in un impianto di cattura (località Maniva) - si legge in un comunicato stampa Lac - che doveva essere a scopo scientifico» http://brescia.corriere.it/brescia/notizie/cronaca/12_novembre_26/bracconaggio-valli-bresciane-centinaia-reti-sequestrate-lac-2112894062944.shtml


27.11.2012   ILLECITI PENALI/SANZIONI AMMINISTRATIVE

Cosenza. Dall’inizio della stagione venatoria ad oggi per il possesso di sono state denunciate dagli agenti del nucleo Ittico – Venatorio, 21 persone, sequestrati 23 fucili e 12 richiami acustici di genere vietato. L’attività della Polizia Provinciale di Cosenza continuerà incessantemente al fine di tutelare il patrimonio faunistico venatorio presente sul territorio provinciale. http://www.ildomani.it/dal-territorio/cosenza/6644-denunciato-bracconiere-napoletano-a-cassano-ionio.html


DICEMBRE


14.12.2012     FOLLIE VENATORIE

Milano. Regione Lombardia, indagati 40 consiglieri Pdl e Lega per peculato. Cene di lusso, munizioni e pure 'Mignottocrazia',comprato da Nicole Minetti coi soldi pubblici. Oltre a lei, convocata dai pm il prossimo 19 dicembre, e decine di colleghi, finiscono sotto inchiesta anche i capigruppo Pdl e Lega. Tra i rimborsi anche 15mila euro di brioche e caffè e 27mila di noleggio auto e taxi. Pierluigi Toscani della Lega ha comprato, tra le altre cose, lecca lecca e gratta e vinci. Ma anche cartucce usate per la caccia comprate presso l’azienda Muninord per 752 euro... http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/12/14/regione-lombardia-indagati-40-consiglieri-pdl-e-lega-per-peculato/445891/


19.12.2012     LEX

Caccia e animali. Maltrattamento per carenza di cibo e costrizione in ambienti ristretti. Cassazione Penale Sez. III n. 49298 del 19 dicembre 2012 (ud.22 nov. 2012). Pres. Gentile Est. Gazzara Ric. Tomat. "Il reato di cui all'art. 727 cod. pen., prendendo in considerazione il concetto ampio di maltrattamento, non punisce solo gli atti di sevizie, torture, crudeltà, caratterizzai da dolo, ma anche quei comportamenti colposi di abbandono ed incuria, che offendono la sensibilità psico-fisica degli animali, quali autonomi esseri viventi, capaci di reagire agli stimoli del dolore, come alle attenzioni amorevoli dell'uomo, con la conseguenza che la carenza di cibo, la costrizione in ambienti ristretti e sporchi, senza possibilità di deambulare, possono costituire, nel loro insieme, comportamenti di vero maltrattamento..".                                                                                        http://www.lexambiente.it/index.php?option=com_content&view=article&id=8897:caccia-e-animali-maltrattamento-per-carenza-di-cibo-e-costrizione-in-ambienti-ristretti&catid=148:cassazione-penale148&Itemid=19


23.12.2012    CACCIATORI: brava gente

Avezzano. Trovato dalla Forestale con i fucili dentro l’auto nel Parco, cacciatore assolto. Era stato accusato di esercizio della caccia in zona vietata, poiché parco, dopo essere stato trovato dalla Forestale con dei fucili in macchina. Alla fine è stato assolto dal giudice del tribunale di Avezzano perché il fatto non sussiste. Si tratta di A.D’A., 45 anni, di Avezzano. In battuta di caccia  al cinghiale nella zona di Santa Iona, a Celano, un cane era stato ferito per errore, così il gruppo di cacciatori era andato via, lasciando tutti i fucili in consegna al 45enne. In località fiocco di neve, nel parco Sirente Velino, l’uomo era stato fermato dalla Forestale che nella perquisizione aveva trovato i fucili. Erano però dentro il fodero e scarichi. L’avvocato Franco Colucci, difensore dell’avezzanese, è riuscito a dimostrare, davanti alla corte, che non stava esercitando la caccia. Nel 2011 una legge della regione ha reso infatti possibile il trasporto in macchina delle armi per la caccia purché chiuse e scariche. Così il cacciatore è stato assolto. http://www.marsicalive.it/?p=41558


24.12.2012   FOLLIE UMANE

Poppi (AR).Rubano cinghiale abbattuto da squadra di cacciatori, denunciati due trentenni. http://www.arezzonotizie.it/home/cronaca/item/90684-rubano-cinghiale-appena-abbattuto-da-squadra-di-cacciatori-denunciati-due-trentenni


27.12.2012   FOLLIE VENATORIE

Bolzano. Le deroghe di Luis Durnwalder alla caccia non reggono l’esame del Tar. Nel 2012 sono stati 14 i provvedimenti sulla caccia sospesi dalla giustizia amministrativa. Stambecchi e marmotte ringraziano. Ma quanto denaro pubblico costano questi processi? Se lo è chiesto Alessandro Urzì (Fli), che segnala: «Quattordici provvedimenti assunti direttamente dal presidente della giunta provinciale sono stati sospesi quest’anno con decreto presidenziale del Tar o con decisione collegiale (in ben sei casi) del Tribunale di giustizia amministrativa. Si tratta dei decreti con i quali si autorizza l'abbattimento di volpi, volpacchiotti, tassi, marmotte, stambecchi. Le bocciature incassate nel corso di un anno da parte di Luis Durnwalder fanno evidentemente riflettere sul merito dei provvedimenti ma anche sulla forma: è ammissibile che le iniziative di Durnwalder producano in serie contenziosi amministrativi? Ciò comporta l’apertura di processi, spese legali, costi a carico dell'amministrazione».. http://altoadige.gelocal.it/cronaca/2012/12/27/news/sulla-caccia-durnwalder-battuto-per-14-volte-al-tar-1.6257333


29.12.2012     ILLECITI PENALI/SANZIONI AMMINISTRATIVE

Udine. Nel 2012  sono stati eseguiti circa 2 mila 500 servizi di vigilanza venatoria sul territorio per un totale di  circa 500 cacciatori controllati dalla Polizia provinciale. Tali accertamenti, assieme ad altri effettuati d’ufficio, hanno portato alla stesura di 8 notizie di reato per illeciti penali e 215 verbali di accertamento per infrazioni amministrative. Ben 800 servizi di pattugliamento sono stati disposti nelle giornate di sabato e domenica per assicurare la presenza degli agenti di controllo sul territorio durante tutto il periodo dell’anno... http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2012/12/29/news/sorpresi-a-cacciare-nell-oasi-torre-natisone-1. 6269562


30.12.2012   CACCIATORI: brava gente

Scafa (PE). La Corte dei conti condanna per danno erariale il dirigente del distretto sanitario e altre 4 persone. A caccia durante l'orario di servizio : eloquente è la telefonata intercettata dalla polizia nel novembre del 2008. «Ma oggi non vieni a lavorare? Diceva la segretaria al dirigente. «A Nà, mi si sono persi i cani, che c. me ne frega a me di lavorare». A questo punto la donna aggiungeva: «Allora devo mandare via tutti»? Risposta: «Sì, sì, puoi mandare via tutti», ove per «tutti» si intendevano i pazienti in attesa. Dalle indagini della squadra mobile, inoltre, era anche emerso che il dirigente «si serviva di medici e infermieri del distretto per curare i propri cani, feritisi nel corso delle battute venatorie». Tutto questo avveniva nei locali aziendali... http://www.iltempo.it/abruzzo/2012/12/30/1383313-caccia_durante_orario_servizio.shtml?


GENNAIO


09.01.2013    CACCIATORI: brava gente

Lecco. Era stato condannato in primo grado (il 24 ottobre 2010) per omicidio volontario dal Gup di Lecco, Massimo Mercaldo, a dieci anni di carcere. Nella mattinata di ieri invece i giudici della Corte d’Appello di Milano hanno assolto Mauro Rota - 51 anni, padre di famiglia di Erve, in provincia di Lecco - accogliendo di fatto la tesi della legittima difesa. I fatti risalgono alla mattina del 20 settembre 2009 quando Mauro Rota aveva ucciso con due colpi di fucile - uno al cuore e l’altro al braccio - Luigi Mazzoleni, allora 50enne, lecchese del rione di Maggianico. La tragedia si era consumata nei boschi di Neguccio, località sopra Lecco, durante il primo week-end di caccia in provincia. Quello stesso giorno, dopo un lungo interrogatorio avvenuto negli uffici della questura, Mauro Rota, (allora 48enne) di Erve venne fermato su ordine del sostituto procuratore Paolo Del Grosso con l’accusa di omicidio volontario. Il cacciatore di Erve sin da allora aveva sostenuto di aver reagito alle provocazioni della vittima, con il quale - avevano in effetti appurato gli inquirenti durante le indagini successive all’omicidio - c’erano già stati degli scontri in precedenza per questioni personali http://www.ilgiorno.it/lecco/cronaca/2013/01/09/827278-caccia-uccise-durante-battuta-assolto-mauro-rota.shtml


09.01.2013  LEX

Il reato di cui all'art. 727 cod. pen., prendendo in considerazione il concetto ampio di maltrattamento, non punisce solo gli atti di sevizie,   torture, crudeltà, caratterizzai da dolo, ma anche quei comportamenti colposi di abbandono ed incuria, che offendono la sensibilità psico-fisica degli animali, quali autonomi esseri viventi, capaci di reagire agli stimoli del dolore, come alle attenzioni amorevoli dell'uomo, con la conseguenza che la carenza di cibo, la costrizione in ambienti ristretti e sporchi, senza possibilità di deambulare, possono costituire, nel loro insieme, comportamenti di vero maltrattamento... http://www.lexambiente.it/index.php?option=com_content&view=article&id=8897%3Acaccia-e-animali-maltrattamento-per-carenza-di-cibo-e-costrizione-in-ambienti-ristretti&catid=148%3Acassazione-penale148&Itemid=19


10.01.2013   LEX

Sarego (VI). Spara e uccide un cane: I fatti, contestati, avvennero nelle campagne di Monticello di Fara i primi giorni di ottobre del 2010. Quel giorno Anna Feltre, di Bolzano Vicentino, si era recata in zona a trovare dei parenti e stava facendo una passeggiata con il suo cane fra i campi. La bestiola incontrò un altro cane, un meticcio, e si mise a giocare. Poco dopo, raccontò Feltre agli inquirenti, il bastardino si allontanò e subito dopo sentì il rumore di una fucilata .In quel mentre vide arrivare un giovane con un fucile in mano che si scusava e diceva di non averlo fatto appositamente.  Il giovane è accusato di maltrattamenti di animali, nell'ipotesi aggravata dalla morte, e il pubblico ministero Salvadori ha firmato a suo carico un decreto penale di condanna da 22.500 euro...                                                                                                                                         http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/dalla_home/452206_sarego_spara_e_uccide_un_canemulta_di_22_mila_euro_a_operaio/


10.01.2013

Civenna (CO) Quei due cinghiali gli sono costati davvero molto cari: un anno e sei mesi di carcere, in quanto ritenuto un bracconiere. Pena pesante per Fermo Colombo, 48 anni, di Civenna, che è stato condannato in tribunale ad Erba. I fatti risalgono all'inizio di novembre del 2009, quando l'uomo era stato fermato da agenti della polizia locale nell'ambito di controllo mirato proprio a prevenire gli episodi di bracconaggio. Quel giorno gli agenti, allertati da alcuni colpi di fucile sentiti nel bosco, erano andati a controllare ed avevano trovato Colombo con in mano le pelli di due cinghiali che, pare, stava cercando di sotterrare. Successivamente avevano cercato anche le carcasse degli animali, senza però trovarle. L'uomo non aveva porto d'armi e non aveva alcuna autorizzazione per cacciare; per questo era scattata la denuncia... http://www.laprovinciadicomo.it/stories/Cronaca/341810_uccide_due_cinghiali_a_civenna_condannato/


10.01.2013

Capoterra (CA). A seguito di una serie di accertamenti andati avanti per una ventina di giorni dopo la denuncia delle associazioni ambientaliste Lav, Lpiu e Lac, gli agenti forestali hanno individuato la persona che aveva minacciato e lanciato sassi contro di loro mentre stavano eseguendo una bonifica di trappole e lacci nei boschi di Gutturu Mannu: si tratta di R.P., 34 anni, di Capoterra, con precedenti penali per il reato di bracconaggio...                                                                                                                                                         http://lanuovasardegna.gelocal.it/cagliari/cronaca/2013/01/10/news/nuovo-blitz-della-forestale-contro-i-bracconieri-1.6328915


14.01.2013

Belluno (BL). Si è concluso nel pomeriggio il processo in rito abbreviato che vedeva alla sbarra con le accuse di tentato omicidio e porto illegale d’armi Claudio Alfarè Lovo, il ventenne comeliano che il 20 novembre 2010, che sparò un colpo di fucile, durante una battuta di caccia al cervo, ferendo gravemente


-o-

 

 

 

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner