Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

DOSSIER 2012/2013 VITTIME DELLA CACCIA - ANIMALI DOMESTICI-ALLEVAMENTO

E-mail Stampa PDF
RACCOLTA ESTRATTI DA RASSEGNE STAMPA INTERCETTATE OCCASIONALMENTE
*la pubblicazione dei dati raccolti dall'Associazione Vittime della caccia, implica obbigatoriamente la citazione della fonte stessa. Grazie



ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA

www.vittimedellacaccia.org

 

DOSSIER Stagione venatoria 2012-2013

 

VITTIME ANIMALI DOMESTICI / ALLEVAMENTO



Periodo osservazione: dal 1 settembre al 31 gennaio 2013

 

 

--->>>TORNA ALL'INDICE DEL DOSSIER

 

ANIMALI DOMESTICI VITTIME di soggetti che sparano per “prevenire” ipotetiche risse con i cani da caccia al loro seguito, che ammazzano cani all’interno di proprietà altrui perché “disturbati” dalla loro presenza, oppure per ritorsioni nei confronti di coloro che avevano osato protestare per comportamenti o azioni illecite.
Individui che uccidono a fucilate o avvelenano potenziali “antagonisti” nella caccia, o cani da caccia di concorrente umano.Animali uccisi o feriti, causa detonazioni di armi da caccia, per strada, in cortili, aree private.

I casi registrati, per un totale di 221 vittime,  rappresentano una minima parte della realtà, considerando che nessuno conoscerà la storia dei randagi che si son ritrovati sulle linee di tiro, mentre resterà esclusivamente nella memoria di coloro che, pur avendo subito una perdita affettiva, non hanno mai denunciato quanto accaduto.

Animali domestici o di allevamento vittime in quelli che potremmo definire “ambiti” diversi:

Ambito “venatorio” – uccisi o feriti, causa detonazioni di armi da caccia o sbranati dai cani, al seguito di cacciatori; cani da caccia uccisi o feriti durante azioni di caccia.

 

 

 

Ambito “crimini venatori” – uccisi o feriti, causa detonazioni armi da caccia, o intrappolati in contesti riferibili ad azioni di bracconaggio.



 

Ambito “extravenatorio” – uccisi o feriti, causa detonazioni armi da caccia, non riconducibili ad azioni dirette di caccia

-o-

CRONOLOGIA DEI CASI RISCONTRATI

 

Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane da caccia  UCCISO causa: Azioni o uso strumenti illegali

sabato 8 settembre 2012 7    Monteforte Cilento   Salerno (SA) 

Con Febo fanno sette: tanti sono i cani da caccia che Domenico Bolla, cacciatore che abita in via Alpone, s'è visto ammazzare dai bocconi al veleno in poco meno di sette anni. L'ultimo, Febo, un segugio di otto anni, «me l'hanno fatto fuori sabato, buttando i bocconi proprio attorno alla macchina mentre ero in giro per l'allenamento in vista dell'apertura della stagione, insieme a mio fratello e ai cani». Domenica via libera alle  doppiette e, com'è prassi, fino ad una settimana prima spazio alle uscite coi cani per prepararli. «Con mio fratello abbiamo deciso di fare un giro in Val dell'Acqua. Avevo con me Febo e Telo, anche lui un segugio, di 6 anni. Abbiamo fatto la nostra passeggiata», racconta Bolla, «e quando siamo tornati alla macchina ho visto che i cani masticavano qualcosa ma non ci ho dato peso; quindici minuti dopo, il tempo di arrivare a casa, ho capito». Febo viene preso da violentissime convulsioni, guaisce, butta schiuma dalla bocca: muore in pochi minuti  Lui le idee dice di averle chiarissime: non ha dubbi nel puntare il dito contro altri cacciatori. «Ce l'hanno con me e i cani sono le vittime delle faide tra cacciatori. E' così che alcuni delinquenti pensano di garantirsi un uso quasi esclusivo delle aree di caccia, facendo piazza pulita dei concorrenti. I bocconi al nostro arrivo non c'erano ma ci sono stati messi perché i cani li trovassero al nostro rientro» Anche Telo presenta, ma in maniera più lieve, gli stessi sintomi: «Se il cane è ancora con me», racconta l'uomo, «è perché è più giovane, più forte  e probabilmente la dose di veleno, probabilmente stricnina, era più leggera. Costringendolo a bere acqua e sale sono riuscito a farlo vomitare, ecco perché s'è salvato» http://www.larena.it/stories/377_in_piazza/406994_esca_killer_per_febo__una_guerra/

 

Ambito: VENATORIO - Vittima:  Gatto  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

sabato 8 settembre 2012     Santa Venerina   Catania (CT) 

Santa Venerina. A.A.A vendesi villa causa invasione cacciatori molesti: Cacciatori "invadenti", quattro gatti domestici uccisi e limitazione più totale della propria libertà e della propria privacy. Accade a Santa Venerina, dove, la villa dove abita una coppia è vittima delle invasioni di cacciatori molesti che da anni con la passione venatoria hanno reso la vita impossibile ai proprietari.  Dopo anni di battaglie, l'unica soluzione è vendere la casa. ''Siamo stanchi - spiegano i proprietari - i cacciatori, entrano nel giardino e arrivano davanti casa nostra con i cani, per cercare di uccidere conigli e volatili. Solo che spesso sbagliano: ogni volta che sentiamo un colpo temiamo per qualcuno dei nostri gatti: ne hanno già uccisi quattro''.
''Dal terrazzino raccogliamo pallini esplosi dalle doppiette. Una volta abbiamo visto, davanti la nostra cucina, un cacciatore scappare e andarsi a nascondere dietro un albero, rincorso da un cane'
http://www.siciliamediaweb.it/cronaca/9974_santa-venerina-aaa-vendesi-villa-causa-invasione-cacciatori-molesti.html
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2012/09/08/Cacciatori-casa-vende-villa-Etna_7444937.html
http://www.ienesiciliane.it/cronaca/6388-sicilia-ancora-polemiche-sulla-caccia-a-s-venerina-gatti-impallinati-mentre-lenpa-critica-duramente-lassessore-regionale.html



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane  MALTRATTAMENTO - SEVIZIE SU ANIMALI  causa: Azioni o uso strumenti illegali

domenica 9 settembre 2012 Grosseto    Grosseto (GR)

Guardie Venatorie LAC: Cacciatore di frodo denunciato per uso di mezzi vietati per l'attività venatoria ed esercizio della caccia in periodo di chiusura generale. Aveva approntato una gabbia per la cattura degli istrici e si è fatto pure scappare che con quell’arnese aveva catturato pure due cani. Liberati, dice il bracconiere, come nel caso dei cinghiali. Chissà

http://www.geapress.org/caccia/grosseto-la-gabbia-evoluta-acchiappa-cani-e-istrici/32256



Ambito: EXTRAVENATORIO - Vittima:  Gatto  FERITO  causa: Detonazione arma da caccia

lunedì 10 settembre 2012    Varazze    Savona (SV)

Da qualche tempo in via San Lazzaro a Varazze, diversi gatti di proprietà sono stati ritrovati uccisi a fucilate; l’ultimo episodio è accaduto nei giorni scorsi, quando un gatto è tornato a casa, dopo la consueta passeggiata giornaliera, gravemente ferito; l’immediato intervento del veterinario, al quale è stato subito portato, ha accertato che i proiettili sono penetrati nei polmoni, lasciandogli poche speranze di sopravvivenza
http://genova.ogginotizie.it/168896-gatti-uccisi-a-fucilate-a-varazze/



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane da caccia  FERITO  causa: Attività di caccia

giovedì 13 settembre 2012   Sturno   Avellino (AV) 

In mattinata i Vigili del Fuoco della squadra di Grottaminarda, sono intervenuti nel territorio di Sturno per salvare un cane da caccia che rischiava di affogare in un pozzo. Un setter inglese, di proprietà di Angelo Melchionna - esperto e stimato cacciatore di Sturno -,  è finito in un pozzo profondo circa 10 metri privo di recinzione, nel tentativo di rincorrere una quaglia.  In attesa dell’arrivo  dei Vigili del Fuoco da Grottaminarda, il proprietario, per evitare che il cane affondasse per la stanchezza dopo aver nuotato continuamente nel pozzo, lo ha tenuto a galla agganciandogli una corda intorno al corpo. I Vigili del Fuoco hanno recuperato il cane e lo hanno consegnato al proprietario. L'efficienza dell'intervento  dei Caschi Rossi, anche in questo caso è risultato decisivo. Al proprietario del pozzo incustodito saranno comunicate le dovute prescrizioni di legge
http://www.canale58.com/articolo/cronaca/3/sturno-cane-da-caccia-finisce-in-un-pozzo-salvato-dal-padrone-e-dai-vigili-del-fuoco/4790



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Anatra UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

domenica 16 settembre 2012           Cessalto   Treviso (TV) 

… in Provincia di Treviso, a Cessalto, il 16 settembre è stata uccisa un’anatra muta appartenente ad un agricoltore che è stata scambiata per un fagiano. http://www.geapress.org/m/treviso-gatto-impallinato-perdera-un-occhio/33645



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Pollame  UCCISO causa: Azioni o uso strumenti illegali

domenica 16 settembre 2012       Correzzola   Padova (PD) 

Pollame e pulcini nell’aia sbranati dai cani da caccia. Marito e moglie di Civè vanno a messa, tornano un’ora dopo e scoprono la strage «In zona c’erano solo cacciatori: nessuno di loro si è assunto la responsabilità
http://mattinopadova.gelocal.it/cronaca/2012/09/17/news/pollame-e-pulcini-nell-aia-sbranati-dai-cani-da-caccia-1.5711993



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane FERITO  causa: Detonazione arma da caccia

domenica 16 settembre 2012           Lonate Ceppino    Varese (VA)

E' successo nei boschi di lonate ceppino(va), come testimonia la padrona di casa che si è vista le cartucce presso la propria abitazione, ma che peggio ancora ha visto il cane di casa colpito dai pallini di una di queste [cartucce]
Un cane vispo ed allegro che forse non potrà più camminare.
http://www.veganhome.it/forum/animalisti/cane-ferito-casa-propria-cacciatori/



Ambito: EXTRAVENATORIO - Vittima:  Gatto   UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

martedì 18 settembre 2012      Camporgiano    Lucca (LU) 

Pallini di piombo usati per uccidere gatti. E proiettili di gomma infilzati con aghi per fare ancora più male ai poveri animali. Nella Valle è di nuovo emergenza per i maltrattamenti sugli animali. Dopo il gruppo di cani avvelenato nei giardinetti nelle immediate vicinanze del centro storico di barga, dopo l’episodio del cane di un allevamento sventrato da ignoti durante la notte, adesso un nuovo episodio, che riguarda una colonia di gatti Le vittime di questo triste episodio, alcuni gatti feriti da pallini di piombo da caccia, rinvenuti nell’addome dei poveri animali e nel sottocute di varie parti dei loro corpi. Secondo i veterinari, questi proiettili li hanno uccisi provocando loro sofferenze atroci
http://iltirreno.gelocal.it/lucca/cronaca/2012/09/18/news/colonia-di-gatti-uccisa-con-proiettili-artigianali-1.5719915



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane UCCISO causa: Detonazione arma da caccia

mercoledì 19 settembre 2012           Follonica    Grosseto (GR) 

Cane ucciso da un colpo di fucile mentre stava giocando nell’orto: disperazione del padrone che, dopo aver udito uno sparo, lo trova ormai privo di vita
http://iltirreno.gelocal.it/grosseto/cronaca/2012/09/19/news/cane-ucciso-da-un-colpo-di-fucile-e-un-segugio-stava-giocando-nell-orto-1.5716793



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane da caccia MALTRATTAMENTO - SEVIZIE SU ANIMALI  causa: Azioni o uso strumenti

mercoledì 19 settembre 2012           Brindisi    Brindisi (BR) 

Guardie Wwf hanno rinvenuto all’interno dell’area parco Saline di Punta della Contess, un cane da caccia di sesso maschile e razza Setter Inglese, perduto o abbandonato:è stato assistito in collaborazione con il Servizio Veterinario Asl Br
http://www.brindisireport.it/ambiente/2012/09/19/il-parco-nelle-mani-dei-bracconieri/

Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane da caccia  UCCISO causa: Azioni o uso strumenti illegali

mercoledì 19 settembre 2012       Montecchio Emilia   Reggio nell'Emilia (RE)

E’ morto dopo ore, forse un giorno intero di agonia. Strozzato dal suo collare rimasto incastrato nella recinzione, che delimita la cava Spalletti, tra i Comuni di Montecchio e Sant’Ilario.E’ la fine terribile e straziante che ha fatto un cane da caccia, un segugio tre colori che domenica era in zona con il suo proprietario.Il cacciatore in questione è un toscano di Massa, autorizzato a sparare nel territorio reggiano dall’Atc 3, e che domenica, evidentemente, si trovava  non lontano dalla cava in cui è vietato cacciare
http://gazzettadireggio.gelocal.it/cronaca/2012/09/20/news/atroce-morte-di-un-cane-impigliato-in-una-rete-1.5725803



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Gatto  FERITO causa: Azioni o uso strumenti illegali

lunedì 24 settembre 2012    Andora    Savona (SV)

Gatta ferita ad una zampa con una tagliola: con la zampina martoriata, si è trascinata fino alle casette della colonia felina di Conna, frazione di Andora.
“I volontari sono esasperati dalla presenza di lacci e tagliole nei boschi circostanti, che uccidono o feriscono in modo vigliacco e crudele animali  domestici e selvatici. La stessa gatta era stata ferita l’anno scorso nello stesso modo” spiegano dall’Enpa.
http://www.ivg.it/2012/09/andora-gatta-ferita-ad-una-zampa-con-una-tagliola-soccorsa-dallenpa/



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane da caccia  FERITO  causa: Attività di caccia

domenica 30 settembre 2012        Olevano sul Tusciano   Salerno (SA)

Accompagnava il padrone a caccia ed è scivolato in un burrone ad Olevano inseguendo un cinghiale.
È stato salvato dopo due giorni dai vigili del fuoco un cane da caccia intrappolato in aperta montagna, dopo un volo da uno strapiombo mentre rincorreva un cinghiale, poi morto proprio in seguito alla caduta.
http://lacittadisalerno.gelocal.it/cronaca/2012/10/02/news/cane-cade-in-un-dirupo-salvato-dopo-due-giorni-1.5793020



Ambito: EXTRAVENATORIO - Vittima:  Gatto FERITO  causa: Detonazione arma da caccia

domenica 30 settembre 2012          Vittoria   Ragusa (RG) 

Crudele ripicca di qualche vicino o un sinistro messaggio di un cacciatore, visto che il povero “Saved” è stato poi centrato da una rosa di pallini di piombo;  Il gattino è stato trovato in posizione distesa, legato tra due paletti metallici tramite fili di ferro. L’uno alla zampa posteriore destra.
L’altro all’anteriore sinistra. Sospeso in aria, dunque, tra due paletti Dalle caratteristiche del micio, si evidenzia in maniera pressoché certa che la vita del povero gattino si era finora svolta tra le confortevoli mura domestiche. Un animale di circa un anno, molto docile. Fatto, quest’ultimo che potrebbe avere agevolato l’opera del suo torturatore. Il gonfiore delle zampine, riferisce il dott. Stracquadanio, sta lentamente passando.
http://www.geapress.org/m/ragusa-nessun-gatto-crocifisso-in-un-caso-trattavasi-di-trappola-per-conigli/32393



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Gatto  FERITO  causa: Azioni o uso strumenti illegali

domenica 30 settembre 2012        Comiso    Ragusa (RG)

Gatto, veicolato come crocifisso, in realtà rimasto bloccato in una trappola per conigli, nelle campagne tra Vittoria e Comiso: la fattura del cappio metallico, al quale è stato trovato legato per un arto posteriore, è pressoché perfetta, tipica delle trappole per conigli. Questo secondo il dott. Emanuele Occhipinti del Centro Veterinario Kasmeneo di Comiso che ha attualmente in cura il gatto. Si tratta di un animale padronale di nome “Teo”, scomparso dal giardinetto di casa alcuni giorni addietro. Iniziate subito le ricerche da parte dei proprietari, è stato infine trovato. Ad  una zampa aveva però stretto il cappio metallico. La morsa gli aveva talmente tanto stritolato l’arto che è stato necessario ricorrere, per la rimozione, ad un intervento chirurgico effettuato in anestesia totale. Un bel gattino, di colore arancio ed anch’esso maschio di circa un anno di età. In questo caso, almeno, nessun pallino da caccia
http://www.geapress.org/m/ragusa-nessun-gatto-crocifisso-in-un-caso-trattavasi-di-trappola-per-conigli/32393



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane  UCCISO  causa: Azioni o uso strumenti illegali

martedì 2 ottobre 2012     Montebelluna    Treviso (TV) 

I bocconi avvelenati fanno strage di cani sul Montello. Nello stesso giorno sono rimasti avvelenati in tre: un barboncino di proprietà della famiglia Martin e due cani da caccia di altrettanti cacciatori
" Io non so chi possa essere stato, c'è chi dice che si tratta di gente contraria alla caccia e ai cacciatori …" (sic)
http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2012/10/02/news/bocconi-sul-montello-avvelenati-i-cani-della-famiglia-martin-1.5795186



Ambito: EXTRAVENATORIO - Vittima:  Gatto  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

mercoledì 3 ottobre 2012 1   Albenga   Savona (SV) 

Morto il gatto ferito a Campochiesa da un colpo di fucile da caccia: portato da un veterinario non è sopravvissuto alle gravi ferite presenti sulla testa
http://albengacorsara.it/2012/10/03/morto-il-gatto-ferito-a-campochiesa-da-un-colpo-di-fucile-da-caccia/



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane da caccia FERITO  causa: Attività di caccia
+
Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane da caccia  MORTO  causa: Attività di caccia

sabato 6 ottobre 2012        Cusago    Milano (MI) 

Battuta di caccia finisce all’ospedale. Se l’è vista brutta Stefano Gatto, cacciatore di Cusago, in provincia di Milano, che da 16 anni va per cinghiali  con la squadra di Farini. Un cinghiale lo ha travolto, ferendolo a una mano e buttandolo a testa in giù in un canaletto. Prima di essere abbattuto, l’animale -un maschio di 120 chili – ha ucciso un cane e ne ha feriti altri tre.
http://www.liberta.it/2012/10/06/travolto-da-un-cinghiale-ferito-a-una-mano/



Ambito: EXTRAVENATORIO - Vittima:  Gatto  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

lunedì 8 ottobre 2012         Vicchio    Firenze (FI) 

E' morta la gatta Giuggiola:  5.000 euro per chi fornisce informazioni su chi ha colpito l'animale con due colpi di fucile. La micia era stata colpita a Vicchio mentre attraversava la strada.
Dopo giorni di sofferenze la gatta è morta, nonostante i tentativi dei veterinari di tenerla in vita. I due proiettili, sparati a bruciapelo, l'avevano semiparalizzata.
http://firenze.repubblica.it/cronaca/2012/10/15/news/colpia_con_2_colpi_di_fucile_morta_la_gatta_giuggiola-44594523/



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Pecora  UCCISO  causa: Azioni o uso strumenti illegali

lunedì 8 ottobre 2012        Noasca   Torino (TO) 

Una tranquilla escursione in alta valle Orco si è trasformata in un’esperienza agghiacciante per un gruppo di studenti del 25 Aprile di Cuorgnè.
Lunedì, nel vallone del Roc, nel territorio del Comune di Noasca, i ragazzi della 4 geometri si sono imbattuti in una gabbia trappola all’interno della quale c’èra la carcassa di una pecora, sventratata e con le gambe disarticolate. Uno spettacolo impressionante ma che apre anche inquietanti interrogativi. Che cosa ci faceva, in pieno Parco, un simile strumento? È stato dimenticato o qualcuno ce l’ha messo di proposito? Sulla vicenda è stata avviata una doppia indagine: da parte dei carabinieri di Cuorgnè, a cui è stata presentata la denuncia, e dallo stesso Ente Parco che vuol vederci chiaro
http://lasentinella.gelocal.it/cronaca/2012/10/12/news/orrore-in-paradiso-nella-gabbia-trappola-i-resti-di-una-pecora-1.5850100



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Gatto  FERITO  causa: Detonazione arma da caccia

martedì 9 ottobre 2012       Salgareda    Treviso (TV) 

Taglia di 2mila euro per trovare chi ha impallinato il gatto Filippo: è' vivo ma ha perso un occhio.  L’area dove il gatto Filippo è stato impallinato è  considerata Zona di Ripopolamento e Cattura: un sito dove la caccia è vietata.
Andrea Zanoni:«Siamo alle prese con l’ennesimo atto di crudeltà nei confronti di animali domestici da parte di chi si sente autorizzato da una licenza di caccia a sparare a qualunque cosa si muova» Zanoni ricorda che il ferimento del gatto Filippo non è un episodio isolato
http://www.oggitreviso.it/chi-ha-sparato-al-gatto-filippo-51859



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane  FERITO  causa: Detonazione arma da caccia

giovedì 11 ottobre 2012      Domodossola    Verbano-Cusio-Ossola (VB) 

Cane colpito da cacciatore: pensava fosse un cinghiale, era invece un cane di grossa taglia.
L’animale è stato ferito nei boschi di Trontano nei giorni scorsi mentre era a passeggio con il suo padrone. Fortunatamente si è salvato ma l’episodio poteva avere conseguenze più tragiche.
http://www.regione.piemonte.it/.../DownloadPaginaGiornale.do?.



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane da caccia  FERITO  causa: Attività di caccia

venerdì 12 ottobre 2012     Breno    Brescia (BS) 

Salvato un cane in un dirupo: E’ rimasto per dieci giorni bloccato nel torrente, senza cibo. Il proprietario, un cacciatore della Media Valcamonica, lo aveva smarrito giorni fa durante un’uscita.
http://www.ecodellevalli.tv/cms/?p=55498



Ambito: EXTRAVENATORIO - Vittima:  Gatto FERITO  causa: Detonazione arma da caccia 1
+
Ambito: EXTRAVENATORIO - Vittima:  Gatto  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia 1

venerdì 12 ottobre 2012    Mercato San Severino   Salerno (SA)

Faceva il tiro a segno con i gatti della vicina. È stato denunciato (ma è libero) un pensionato che aveva preso l'abitudine di sparare, con il suo fucile a pallini contro i gatti della vicina di casa di una studentessa che abitava nel suo condominio: una delle bestiole è morta
http://napoli.repubblica.it/cronaca/2012/10/12/news/con_il_fucile_a_pallettoni_contro_i_gatti_della_vicina-44407328/



Ambito: EXTRAVENATORIO - Vittima:  Cane  UCCISO causa: Detonazione arma da caccia

sabato 13 ottobre 2012       Latina   Latina (LT) 

Uccide a fucilate il cane del vicino: quando l'85enne si è accorto dell’intrusione, invece di utilizzare altri mezzi per allontanare il cane, ha pensato  di prendere il fucile regolarmente detenuto in casa e sparare contro l’animale. Uno, due colpi, fino a lasciarlo in una pozza di sangue, privo di vita. Denunciato con l’accusa di uccisione di animale e il sequestro dell’arma
http://www.latina24ore.it/latina/49594/il-cane-del-vicino-sconfina-ucciso-a-fucilate



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane  MALTRATTAMENTO - SEVIZIE SU ANIMALI  causa: Azioni o uso strumenti illegali

sabato 13 ottobre 2012       Padula   Salerno (SA) 

Controlli delle guardie giurate del Wwf, sezione di Salerno, nelle aree protette e del Parco nazionale del Cilento contro il bracconaggio. A Padula le guardie si sono imbattute in quattro persone armate di fucili da caccia e con cani al seguito, che alla vista degli agenti si sono immediatamente dati alla fuga, abbandonando addirittura i cani sul posto. Prontamente intervenute, le guardie del Wwf sono riuscite ad identificare una delle quattro persone che nel frattempo era riuscito a liberarsi dell’arma ma portava ancora con sé diverse cartucce da caccia, così come ne deteneva all'interno della sua autovettura, parcheggiata a poca distanza. Le ulteriori informazioni acquisite in seguito presso il comando stazione, hanno consentito di rintracciare ed identificare anche gli altri “fuggitivi”, risultanti tutti privi di licenza di caccia e denunziati all’autorità giudiziaria
http://lacittadisalerno.gelocal.it/cronaca/2012/10/13/news/denunciati-bracconieri-nel-parco-del-cilento-1.5854418



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Gatto  FERITO  causa: Detonazione arma da caccia
+
Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane  FERITO  causa: Detonazione arma da caccia

domenica 14 ottobre 2012     Ormelle    Treviso (TV) 

Cane meticcio impallinato durante una battuta di caccia: i proprietari hanno segnalato il caso ai carabinieri. Non è la prima volta che vengono feriti animali domestici ad Ormelle. Il veterinario Mario Bellinzani di Ormelle riferisce che ci sono stati casi due casi di ferimento anche ai danni di gatti
http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2012/10/16/news/cane-meticcio-impallinato-in-una-battuta-di-caccia-1.5873572



Ambito: EXTRAVENATORIO - Vittima:  Cane  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

domenica 14 ottobre 2012     Gaeta    Latina (LT) 

Spara e uccide un cane, denunciato a Latina: secondo quanto emerso, l'uomo dalla finestra della sua abitazione ha esploso alcuni colpi con un fucile automatico all'indirizzi di un cane che si trovava in strada, ferendolo a morte
http://www.latinatoday.it/cronaca/uccide-cane-denuncia-latina-15-ottobre-2012.html



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane da caccia  UCCISO  causa: Azioni o uso strumenti illegali
+
Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane da caccia  MALTRATTAMENTO - SEVIZIE SU ANIMALI * causa: Azioni o uso strumenti

lunedì 15 ottobre 2012       Seravezza    Lucca (LU) 

I carabinieri del Nas stanno indagando sul canile-lager scoperto nei giorni scorsi nei pressi di Seravezza: i nove cani rinvenuti in due strutture abusive, tipo gabbioni, sono tutti segugi, ridotti pelle e ossa. Trovato i resti di un solo cucciolo: era finito sbranato per fame dai cani adulti: i carabinieri non escludono che altri cuccioli abbiano fatto la stessa fine. Secondo i carabinieri, i cani servivano alla caccia del cinghiale.
http://www.lanazione.it/livorno/cronaca/2012/10/15/787294-carabinieri_livorno.shtml

 

Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane  MALTRATTAMENTO - SEVIZIE SU ANIMALI  causa: Azioni o uso strumenti illegali

domenica 21 ottobre 2012     Zimella    Verona (VR) 

Cagnolini maltrattati: denunciato un cacciatore
La situazione di sofferenza a cui erano sottoposti i due animali era stata segnalata dalla sezione di Legnago della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, i militari della Stazione di Cologna Veneta.
Il cacciatore utilizzava sui setter, due femmine, un collare che emetteva, grazie ad un telecomando, delle scosse elettriche definite ''per addestramento''. L'uomo inoltre teneva i cani all'aperto con una cuccia ridotta che non permetteva ai due animali di riposare cosi' come usava guinzagli eccessivamente corti.
http://www.tgverona.it/index.cfm/hurl/contenuto=339025/cronaca/cagnolini_maltrattati_denunciato_un_cacciatore.html
http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/veneto/2012/10/24/Maltratta-cani-denunciato-cacciatore_7682337.html



Ambito: EXTRAVENATORIO - Vittima:  Cane  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

lunedì 22 ottobre 2012      Palermo    Palermo (PA)

Cacciatore alza il fucile, in luogo abitato,  e spara contro tre cani:  a rimetterci la vita è stato un povero cane meticcio
Il cacciatore si sarebbe difeso dichiarando ai Carabinieri di aver voluto sparare contro un colombaccio. Per i Carabinieri del Comando Stazione di  Palermo Villagrazia, però, l’accusa è di avere ucciso il cane con l’aggravante di futili motivi e della crudeltà, ovvero, in base alle condotte punite della legge 189/04 sul maltrattamento di animali, di avere sparato intenzionalmente al cane.
Tre colpi d’arma da fuoco, denunciano i cittadini allarmati. Dal recinto di quel terreno , proprio all’arrivo dei Carabinieri, è uscito barcollando un cagnolino di colore bianco e marrone. Insanguinato, dopo aver percorsi pochi metri si accasciava privo di vita in mezzo alla carreggiata. Il cane era rimasto ferito da diversi colpi d’arma da fuoco all’altezza della spalla anteriore sinistra.
http://www.geapress.org/caccia/palermo-cacciatore-alza-il-fucile-e-spara-contro-tre-cani/34212



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane da caccia  FERITO  causa: Azioni o uso strumenti illegali

mercoledì 24 ottobre 2012    Mezzolombardo    Trento (TN) 

Nei giorni scorsi, a Fai della Paganella, viene trovato un cane, un segugio, quindi un cane da caccia, denutrito - non mangiava da giorni - con una ferita al collo vistosa, ancora aperta. Vengono, subito, contattati i vigili del fuoco che portano la povera bestia alla clinica veterinaria Zoolife di Mezzolombardo, diretta da Roberto Guadagnini, uno dei veterinari più conosciuti in provincia. «È inutile che facciamo finta di niente - racconta il dottor Guadagnini - questo cane era di un cacciatore. È stato tenuto in un posto ristretto per mesi, una gabbia forse, non nutrito e tirato fuori come un giocattolo con la partenza della stagione venatoria. Quando si è visto che non era all'altezza della caccia, hanno pensato bene di sbarazzarsene»
Mentre Guadagnini dice queste parole, il pensiero va alla profonda ferita sul collo. «È proprio così - anticipa il veterinario - Chi aveva questo cane  ha preso il collo, magrissimo, per la mancata nutrizione, ha cercato il microchip e con una lama ha tagliato per estrarlo. Poteva tranquillamente ucciderlo sul colpo se avesse preso la giugulare. Il cane è stato poi abbandonato. Se non fosse stato trovato, sarebbe morto in breve tempo»
http://www.ladige.it/articoli/2012/10/24/mezzolombardo-segugio-abbandonato-morente



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane da caccia  FERITO  causa: Azioni o uso strumenti illegali

martedì 30 ottobre 2012     San Miniato    Pisa (PI) 

Si dimentica il segugio legato all'auto e lo trascina per chilometri:  di rientro da una battuta di caccia, avrebbe legato il suo segugio di circa 8-10 anni al gancio della sua Fiat panda. Dimenticandosi del cane ha messo in moto l'auto ed è tornato a San Miniato, dove è arrivato con il povero cane sanguinante ed il portellone posteriore aperto.
L'uomo è un cacciatore con regolare licenza di anni 78 anni e portatore di strumento acustico.
<< Volendo infatti indagare i motivi che possono aver contribuito alla disgrazia, ci vengono da porre alcuni quesiti per fare piena chiarezza sulla vicenda. Elementi che, considerando anche che abbiamo a che fare un soggetto titolare di un porto d'armi, hanno in se dell'incredibile: come può  il proprietario dell’animale non essersi accorto che la bauliera era aperta? Non potrà aver sentito le urla della povera bestiola, ma il freddo che entrava in auto non lo percepiva? Veniamo inoltre a conoscenza sempre dalla
stampa che il protagonista di quest'amara vicenda, un anziano cacciatore molto noto nella zona e che ha superato i settant'anni, è portatore di un  apparecchio acustico. Di fronte a tali elementi, anche facendo salva la buona fede dell'anziano, non possiamo esimerci dal chiedere con forza alle Autorità Competenti che facciano piena chiarezza sugli eventi giungendo a tutte le conclusioni del caso, vigilando più accuratamente affinché le concessioni del porto d’armi siano valutate con la massima serietà anche rispetto all’età anagrafica dei soggetti richiedenti".
Associazione Dav - Difesa ambiente animali e vita>>
http://www.pisatoday.it/cronaca/cane-trascinato-legato-macchina-sa-miniato-30-ottobre-2012.html
http://www.gonews.it/articolo_161048_Cane-trascinato-da-unauto-lassociazione-Dav-Si-faccia-chiarezza-sullaccaduto.html

 

Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane da caccia  FERITO  causa: Attività di caccia

sabato 3 novembre 2012 1    Cepagatti    Pescara (PE) 

Cacciatore e cane da caccia feriti: pare che il colpo sia stato esploso, all'avvistamento di una lepre, da componente altra squadra caccia.
http://www.abruzzo24ore.tv/news/Cacciatore-ferito-nel-pescarese-indagano-i-carabinieri/102719.htm



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia
+
Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cavallo  UCCISO  causa: Azioni o uso strumenti illegali
+
Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane  UCCISO  causa: Azioni o uso strumenti illegali
+
mercoledì 7 novembre 2012  Arzignano    Vicenza (VI) 

Cavalli avvelenati, cani impallinati e fucili alla tempia. Il Coordinamento Protezionista Vicentino: ecco a cosa porta la difesa del bracconaggio.
Capriolo  ferito da munizione spezzata, è stato poi assalito dalla muta di cani. Vi era però un altro raccapricciante particolare. Nella zampa posteriore c’era una ferita ancora più antica. Zampa spezzata da un altro colpo di fucile esploso non meno di tre settimane addietro. Il povero animale era così sopravvissuto tra atroci sofferenze fino al secondo colpo di fucile e l’assalto della muta dei cani che lo hanno, letteralmente, sbranato da vivo.
Sconvolta per quanto successo, la proprietaria del terreno ha pure dovuto subire pesanti minacce e ritorsioni: quando ho sentito i cani – riferisce la proprietaria del terreno – sono uscita da sola, urlando. I cacciatori erano in quattro – aggiunge la signora – uno si è avvicinato puntandomi il fucile alla tempia, ho avuto veramente paura, e nonostante li conoscessi, sono andata dai Carabinieri ma alla fine non ho sporto denuncia, per evitare ritorsioni più gravi“.Già nel passato, tra l’altro, è stata oggetto delle angherie dei seguaci di Diana: : uno dei suoi cani è finito impallinato ed altri due sono morti avvelenati. Non solo i cani, ma anche la cavalla alla quale la signora teneva moltissimo. Morta anch’essa avvelenata.
http://www.geapress.org/caccia/cavalli-avvelenati-cani-impallinati-e-fucili-alla-tempia-il-coordinamento/35013



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

sabato 10 novembre 2012    Civezzano    Trento (TN) 

Tom, un San Bernardo di 5 anni, è morto dopo 7 giorni di agonia
È morto dopo una settimana di sofferenza dopo essere stato “impallinato” da un colpo sparatogli verso la coda ed il sedere, Tom, un cane San Bernardo di 5 anni. A quanto pare si è trattato di un colpo uscito dal fucile di un cacciatore.
"" ...Durante la stagione venatoria capita che cani da caccia e cacciatori si avvicinino alle case, tanto che per Tom non sono più degli estranei.
Probabilmente quel sabato mattina alcuni cani si sono avvicinati alle case e Tom deve averli accompagnati ai margini del bosco. E’ già capitato altre volte, solo che questa volta, uno o più cacciatori hanno finito con lo sparare al mio cane, forse per sbaglio o forse, ma spero non sia così, per  averli disturbati. Ma temo non si sia trattato di un incidente perché altrimenti qualcuno si sarebbe fatto vivo»
http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/cronaca/2012/11/28/news/il-mio-cane-ucciso-da-un-colpo-di-fucile-1.6110074



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane da caccia  FERITO  causa: Attività di caccia

mercoledì 14 novembre 2012          Plodio    Savona (SV)

Cane prigioniero nella tana di un tasso: Pina, un bell'esemplare di griffon blue femmina, si era infilato in uno cunicolo profondo almeno 7 metri. Dopo vani tentativi di raggiungerla e di incitarla a risalire, i cacciatori hanno chiesto l'intervento dei Vigili del fuoco di Cairo
http://edizioni.lastampa.it/savona/articolo/lstp/24352/



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane da caccia  FERITO  causa: Attività di caccia

sabato 17 novembre 2012     Reggio Emilia (RE) 

Salvati due cani bloccati sulla parete di un burrone durante la caccia al cinghiale
http://www.ilrestodelcarlino.it/reggio_emilia/provincia/2012/11/17/803961-salvati_cani_bloccati.shtml



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

domenica 18 novembre 2012         Serramanna    Medio Campidano (VS) 

Rex ucciso a fucilate: Lo abbiamo trovato morto, il suo corpo era pieno di pallini", ha raccontato Rosanna Spano, la presidente dell'associazione Il Randagino. Dopo l'adozione Rex, un incrocio di spinone, era sparito. Subito i volontari del Randagino avevano lanciato l'allarme su Facebook.
Era sparito giovedì, per la precisione. In un giorno di caccia. "Pensiamo che qualche cacciatore possa averlo preso per portarlo con sé", ha detto ancora Rosanna Spano. Venerdì la macabra scoperta: il cane crivellato di pallini a pochi metri da un campo di atletica leggera. La tesi dei volontari: "Chi l'ha preso potrebbe essersi accorto che Rex non era adatto alla caccia e, a quel punto, ha deciso di disfarsene nel modo più barbaro"
http://www.unionesarda.it/Articoli/Articolo/295245



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Toro  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

domenica 18 novembre 2012  1          Bosa    Oristano (OR)

Cacciatore caricato da un toro:  l'uomo ha sparato ferendo l'animale che è stato ridotto in fin di vita.
http://www.unionesarda.it/Articoli/Articolo/295345



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

domenica 18 novembre 2012          Lonigo    Vicenza (VI)

A Lonigo un cacciatore uccide il cane davanti ai bambini Si era appena allontanato dal giardino dell'abitazione della sua proprietaria, che insieme alla figlia e a tre nipotini stava per fare una passeggiata nel bosco che si trova sempre all'interno della sua proprietà.
La scena è stata straziante, Marcella Toffano cerca di trattenere l'emozione mentre la racconta. «Domenica scorsa - dice - poco dopo le 10.30, avevamo deciso di fare quattro passi. Dal giardino della casa ci stavamo spostando verso il bosco, che ricade comunque nella proprietà che abbiamo acquistato diversi anni fa. Con me c'erano mia figlia Anna Paola e tre dei miei nipotini di 8, 6 e 4 anni».
Appena aperto il cancello Mozart, con la vivacità tipica dell'animale giovane, si è inoltrato tra gli alberi, seguito dai tre bambini. «Ad un tratto abbiamo sentito delle grida, “va' via, va' via!”, e poi un colpo violento, di arma da fuoco. Subito ho detto a mia figlia: hanno sparato al cane». Le due donne sono corse verso i piccoli, che avevano cominciato a urlare: il povero Mozart stava tornando indietro, ma aveva delle ferite gravissime all'addome. «Una cosa terribile, non la dimenticherò mai, il cane soffriva terribilmente - continua Marcella Toffano -. Sono accorsi anche altri parenti, i bambini sono stati accompagnati in casa, mentre abbiamo portato Mozart dal veterinario a Noventa. Purtroppo dieci minuti dopo è morto»
http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/Home/435406_a_lonigo_un_cacciatore_uccideil_cane_davanti_ai_bambini/?refresh_ce



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane  UCCISO  causa: Azioni o uso strumenti illegali

domenica 18 novembre 2012         San Cataldo    Caltanissetta (CL) 

Avvertimento a San Cataldo: un proiettile tra quattro cuccioli moribondi, che farebbe pensare all'avvertimento di qualche cacciatore nei confronti  dell'associazione che ospita anche le guardie ecozoofile dell'Oipa (organizzazione internazionale protezione animali), il cui coordinatore regionale è anche il presidente della Lida sancataldese, Fabio Calì. Durante i mesi scorsi infatti, le guardie ecozoofile dell'Oipa, avevano redarguito, numerosi cacciatori, i cui cani non erano microchippati. Calì racconta: «I cuccioli sono stati lasciati al freddo e sotto la pioggia, presumibilmente per due giorni interi, prima che ci accorgessimo della scatola».
http://www.gds.it/gds/edizioni-locali/caltanissetta/dettaglio/articolo/gdsid/223852/
http://www.geapress.org/randagismo/san-cataldo-cl-cuccioli-abbandonati-in-compagnia-di-un-proiettile-ammazzateli-voi/35265



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane da caccia  UCCISO  causa: Azioni o uso strumenti illegali

martedì 20 novembre 2012        Venezia (VE) 

Sono 19 i cani da caccia morti dal 3 novembre a causa dei bocconi avvelenati abbandonati nelle campagne tra Dese, Ca’ Noghera e Campalto. Il bilancio si è aggravato nel fine settimana appena trascorso: due cani morti sabato, tre domenica e un animale deceduto ieri mattina, dopo un’agonia durata diversi giorni, nonostante in primo tempo sembrasse che la bestiola potesse farcela.
Diverse le ipotesi del Circolo cacciatori: «Secondo noi, ma si tratta di supposizioni e non incolpiamo nessuno senza prove, può essere una questione di invidia tra cacciatori di gruppi diversi, che magari vengono visti male da cacciatori del posto: se fosse così chi l’ha fatto verrebbe cancellato. Oppure potrebbe trattarsi di una persona che ce l’ha con gli animali e in questo caso speriamo che si scopra chi sia; infine una terza ipotesi è che si tratti di gruppi di animalisti estremisti che ce l’hanno a morte con i cacciatori e colpiscono i loro cani.
http://nuovavenezia.gelocal.it/cronaca/2012/11/20/news/la-strage-dei-cani-da-caccia-uccisi-diciannove-in-16-giorni-1.6056644



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Gatto  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

giovedì 22 novembre 2012   Schignano    Como (CO)

Una pattuglia era già da qualche tempo in zona per verificare alcuni sospetti.  In particolare veniva riferito di colpi di fucile nelle ore notturne e movimenti sospetti. Nel corso dei sopralluoghi, uno sparo. Gli Agenti della Polizia Provinciale si precipitano ma arrivano un secondo prima del corpo mortale. Una donna, in mimetica, punta il fucile sul povero gatto e spinge per la seconda volta sul grilletto. Per il povero micio (vedi video) non c’è più niente da fare. La donna in mimetica, intestataria di un regolare porto d’armi uso caccia, era lì con l’arma ed il gatto.
Avviata la perquisizione, a quanto pare non senza qualche iniziale opposizione, veniva scoperto quello che sembrerebbe essere un’unica grande trappola per ungulati con tanto di cella frigorifera e area per la macellazione. Nei luoghi la donna e, di lì a poco, un uomo, forse il proprietario, anch’esso in possesso di regolare porto d’armi uso caccia.
Alla vista degli agenti, la donna, in tuta mimetica, non ha detto nulla e s'è limitata a piangere, mentre assisteva ai rilievi e all'inventario del materiale ritrovato.
Nella baita vengono trovati due fucili da caccia, una carabina con silenziatore e visore notturno. Poi una pistola fuciletto con calcio amovibile e con un puntatore ottico. Un fucile ad aria compressa forse datato ed un centinaio di munizioni. In una sorta di cantinato ed in un secondo locale nelle adiacenze, il congelatore con più buste contenenti carne, in pezzi ancora sani o già tritata. Verrà sottoposta ad analisi per capire se appartenente a fauna selvatica. Poi l’area verosimilmente adibita alla macellazione, con tanto di ganci e suppellettili utili allo scopo. Nei muri, trofei un po’ ovunque. Singolare la fattura di una sedia. Pelliccia di animale, forse di pecora, ed il telaio totalmente costruito con corna di cervo.
Costruito altresì con corna di ungulati era pure un lampadario, un portacandele mentre con le estremità degli arti sempre di ungulati erano stati ricavati degli appendipanni. I trofei sembrerebbero essere di cervo, capriolo e camoscio
http://www.laprovinciadicomo.it/stories/Cronaca/331100_a_schignano_larsenale_dei_bracconieri/



Ambito: EXTRAVENATORIO - Vittima:  Cane  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia
+
Ambito: EXTRAVENATORIO - Vittima:  Cane  FERITO  causa: Detonazione arma da caccia

mercoledì 28 novembre 2012            Musei    Carbonia-Iglesias (CI) 

I carabinieri di Domusnovas, nella provincia di Carbonia Iglesias, stanno indagando sull’uccisione di un cane da guardia, e del ferimento di un secondo animale, avvenuti la settimana scorsa in un’azienda agricola nelle campagne di Ardu Isca, a Musei.E’ stato il proprietario dei cani a denunciare quanto accaduto. Gli animali sono stati colpiti con un fucile calibro 12. Non è il primo caso
http://www.giornalettismo.com/archives/627961/il-cane-ucciso-a-fucilate/



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane  MALTRATTAMENTO - SEVIZIE SU ANIMALI  causa: Azioni o uso strumenti illegali

venerdì 30 novembre 2012     Cosenza (CS)

26 cani, quasi tutti adulti, stipati in piccoli scomparti. In buona parte microchippati, con l’esclusione di soli quattro. Cani, comunque, di un certo valore. 19 Segugi, 3 Setter, 2 Bracchi, 1 Pointer, 1 Terrier e di diverse età, dai 5 mesi ai 7 anni.
Le indagini sono ora rivolte alle motivazioni che hanno giustificato tale trasporto. Gli inquirenti ipotizzano cacciatori provenienti da battute di caccia all’estero e che in qualche maniera avevano trovato questa maniera per il ritorno dei cani. Oppure, animali già acquistati ed addestrati allo scopo
http://www.geapress.org/caccia/cosenza-dal-piemonte-a-palermo-i-cani-da-caccia-sequestrati-fotogallery/35856



Ambito: VENATORIO - Vittima:  Gatto  UCCISO  causa: Azioni o uso strumenti illegali

sabato 1 dicembre 2012    La Spezia    La Spezia (SP)

Gatto ucciso da una muta di cani da caccia alla Chiappa, servono regole severe

"Il fatto accaduto in Via Benedicenti alla Chiappa mi ha lasciato perplesso per vari motivi sui quali, ritengo, dover esprimere il mio personale disappunto tanto da pensare di presentare denuncia per procurato dolo e danno per incapacità di gestione degli animali in affido.
Che sia stato ucciso un piccolo animale, peraltro di proprietà e in area privata, da alcuni cani di elementi facenti parte di una squadra autorizzata alla caccia al cinghiale, che circolavano liberi in un area abitativa è fatto grave ma ancora più grave le conseguenze che potevano verificarsi nel caso fosse stato presente un bambino, un anziano o una persona che avesse tentato di intervenire nel contesto a protezione del piccolo felino
http://www.cittadellaspezia.com/Lettere-a-CDS/Parenti-Gatto-ucciso-da-una-muta-di-121087.aspx

Ambito: VENATORIO - Vittima:  Cane  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

domenica 2 dicembre 2012   Bosisio Parini    Lecco (LC)

Ha provato a respingerli mulinando il fucile, tenendolo per la canna. In quel gesto, però, dal calibro 12 è partito un colpo che lo ha centrato all'addome, uccidendolo. L'amico a quel punto, per poterlo soccorrere ha sparato ai cani, uccidendone uno e ferendo l'altro che è stato successivamente soppresso dal veterinario
http://www.repubblica.it/cronaca/2012/12/02/news/lecco_aggredito_dai_cani_si_spara_uomo_muore_nel_lecchese-47906485/



Ambito: CRIMINI VENATORI - Vittima:  Cane da caccia  UCCISO  causa: Azioni o uso strumenti illegali

lunedì 3 dicembre 2012     Este  *  Padova (PD) 

Bocconi avvelenati per uccidere i cani: cacciatori in allarme
Già cinque i casi segnalati ai veterinari nell’Estense: un animale, nonostante le cure, è morto. L’area più a rischio tra Deserto e Villa Estense
http://mattinopadova.gelocal.it/cronaca/2012/12/03/news/bocconi-avvelenati-per-uccidere-i-cani-cacciatori-in-allarme-1.6134842


Ambito: EXTRAVENATORIO - Vittima:  Cane  UCCISO  causa: Detonazione arma da caccia

mercoledì 5 dicembre 2012   Narni    Terni (TR) 

Giustiziato con un colpo da arma da fuoco. Un esemplare maschio di razza Springer Spaniel è stato trovato barbaramente ucciso dal personale del Comando Stazione Forestale di Terni. Un unico colpo di fucile, sparato a distanza tanto ravvicinata da far presumere che la canna dell’arma fosse appoggiata direttamente sulla testa dell'animale
http://www.lanazione.it/cronaca/2012/01/05/647908-cane_barbaramente_ucciso_bosco.sh

 

-o-

*la pubblicazione dei dati raccolti dall'Associazione Vittime della caccia, implica obbigatoriamente la citazione della fonte stessa. Grazie

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner