Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

DOSSIER 2012/2013 – CADENZA INCIDENTI CACCIA NEI MESI

E-mail Stampa PDF
RACCOLTA ESTRATTI DA RASSEGNE STAMPA INTERCETTATE OCCASIONALMENTE
*la pubblicazione dei dati raccolti dall'Associazione Vittime della caccia, implica obbigatoriamente la citazione della fonte stessa. Grazie


ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA

www.vittimedellacaccia.org

DOSSIER Stagione venatoria 2012-2013

 

CADENZA INCIDENTI CACCIA NEI MESI

vittime per armi da caccia in ambito venatorio



Periodo osservazione: dal 1 settembre al 31 gennaio 2013

(62 giorni venatori effettivi )

 

 

-->>>TORNA ALL'INDICE DEL DOSSIER

-->>>VAI ALL'AMBITO VENATORIO

 

TAB1 - Da questa tabella, che contempla sia le vittime tra la gente comune che i cacciatori colpiti, appare evidente come il mese di novembre risulti essere quello maggiormente interessato dagli incidenti in ambito ventorio.

Da settembre a novembre infatti si evidenzia un crescendo dei casi, da cui si può supporre che sia le attività all'aperto (gente comune), favorevoli per la bella stagione, i raccolti e i lavori nei campi, sia le fresche immissioni di selvaggina "pronto caccia" (cacciatori), favoriscano gli interessi di entrambe le categorie che ovviamente confliggono ai danni di chi però è disarmato.

 

 

 

TAB 2. Se infatti analizziamo separatamente le rispettive categorie gente-comune/cacciatori, appare evidente che settembre ed ottobre siano i mesi di maggiore fruizione e quindi pericolo per chi non imbraccia un fucile, per vari motivi (tempo libero, lavoro agricolo, ecc.).

C'è da considerare che ai sensi della legge 157/92 la caccia dovrebbe iniziare la terza domenica di settembre, ma le regioni puntualmente approvano le preaperture, destinando alcune giornate alla caccia, prima di tale data.  Quindi settembre non è mai un mese pieno in senso venatorio, mentre lo è ottobre: ed infatti coloro che ancora vogliono godersi le belle giornate o devono svolgere lavori agricoli e all'aperto o vanno a raccogliere funghi... lo fanno rischiando la pelle. E spesso lasciandocela, come evidenzia il grafico, per colpa dei cacciatori.

 

*la pubblicazione dei dati raccolti dall'Associazione Vittime della caccia, implica obbigatoriamente la citazione della fonte stessa. Grazie

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner