Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Armi da caccia-Pubblica sicurezza-News

NEWS FLASH 14/22 gennaio 2012 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

E-mail Stampa PDF

IN AGGIORNAMENTO...

NEWS FLASH 14/22 gennaio 2012 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

20.01.2012 Capri (NA): aggredisce la moglie per semplice gelosia: denunciato. Un uomo di 44 anni è stato denunciato a Capri per aver aggredito la moglie ed un suo amico per un futile motivo di gelosia. Secondo quanto ricostruito dalla questura, l’uomo si era recato a casa di un amico della moglie in via Longano, dove era presente anche la consorte. Dopo un’accesa discussione, il marito avrebbe malmenato la donna con degli schiaffi, e aggredito l’amico che era intervenuto per difenderla. Subito dopo le vittime si sono recate in commissariato per denunciare quanto accaduto, precisando che l’uomo aveva con se un coltello. La polizia è intervenuta effettuando dei controlli nell’abitazione dell’aggressore, e confiscando due coltelli a serramanico con lama da otto centimetri. A  scopo preventivo sono stati  ritirati anche sei fucili da caccia detenuti legalmente dal 44enne... Fonte:  www.2duerighe.com

20.01.2012 Triei, parte un colpo dal fucile: cacciatore si ferisce a un piede. Tragedia sfiorata ieri pomeriggio nelle campagne di Triei. Vincenzo Puccioni, operaio di Baunei, 38 anni, era impegnato in una battuta di caccia quando per motivi accidentali è partito un colpo dal fucile che imbracciava. Le condizioni dell'uomo, comunque, non destano particolare preoccupazione anche se è stato portato all'ospedale di Lanusei.... Fonte: http://lanuovasardegna.gelocal.it

 


Read 0 Comments... >>
 

NEWS FLASH 09/13 gennaio 2012 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

E-mail Stampa PDF

IN AGGIORNAMENTO...

NEWS FLASH 09/13 gennaio 2012 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

09.01.2012 - Scicli, Ragusa. Spara contro il vicino, denunciato sciclitano. Quattro colpi di fucile sono stati esplosi l’altra notte contro la finestra e l’auto, una peugeot 206, di uno sciclitano di 37 anni incensurato e operaio edile. La traiettoria seguita dai carabinieri di scicli ha indicato che gli spari sono stati esplosi dal vicino di casa, un cinquantenne anch’egli sciclitano, incensurato e operaio edile. Il cinquantenne è stato denunciato a piede libero per danneggiamento, spari in luogo aperto al pubblico e per aver custodito le armi in luogo diverso da quello dichiarato. I militari hanno perquisito l’abitazione di città del cinquantenne, in possesso della licenza delle armi per uso di caccia... Fonte: www.lagazzettaiblea.it

09.01.2012 - Assemini, Cagliari. Minacce contro volontari Lipu. I bracconieri: "Via o vi ammazziamo". Lacci per i cinghiali nelle campagne di Capoterra. Un nuovo episodio di violenza nei confronti dei volontari della Lipu è stato denunciato dall'associazione impegnata in un campo antibracconaggio nelle campagne tra Capoterra e Assemini. Minacce verbali ("Andatevene schifosi, vi ammazziamo tutti") e lanci di sassi contro le auto dei volontari da parte di alcuni bracconieri del posto, che sono stati riconosciuti dai volontari, e segnalati alle forze dell'ordine. "Siamo stati vittime di una reazione violenta e intollerabile - commenta il presidente LIPU-BirdLife Italia, Fulvio Mamone Capria... Fonte: www.unionesarda.it

08.01.2012 - Vittorio Veneto, Treviso. Nasconde doppiette nella legnaia di casa. Sequestro e denuncia. Nasconde due fucili da caccia in legnaia. Glieli hanno trovati i carabinieri durate i controlli straordinari per il Panevin. Per Z.A. 64 anni di Vittorio Veneto, è così scattato il deferimento in stato di libertà per omessa custodia di armi. Le doppiette sono state sequestrate dai militari. La scoperta dei fucili da caccia è avvenuta nell’ambito dell’operazione condotta dal comando vittoriese dell’Arma nella notte tra il 5 e il 6 gennaio. L’uomo teneva aveva nascosto le doppiette, peraltro regolarmente denunciate, in una legnaia nel giardino della sua casa. Una prassi illegale che gli è costata il deferimento all’autorità giudiziaria.. Fonte: tribunatreviso.gelocal.it


Read 0 Comments... >>
 

NEWS FLASH 05/08 gennaio 2012 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

E-mail Stampa PDF

IN AGGIORNAMENTO...

NEWS FLASH 05/08 gennaio 2012 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

07.01.2012 Montalto di Premilcuore, Forlì. Muore per un colpo di fucile alla testa. Aveva appena concluso una battuta di caccia con un gruppo di amici. Dal suo fucile sarebbe partito accidentalmente un colpo. La vittima è un forlivese di 65 anni. Un uomo è morto per un colpo di fucile alla testa a Montalto di Premilcuore, sull'Appennino forlivese, un po' dopo le 12.30. La vittima, E. G., 65 anni, viveva a Forlì, era sposato, aveva una figlia. Aveva appena finito una battuta di caccia nell'Appennino di Premilcuore con un gruppo di amici ed era salito in auto con due di loro per andare a pranzo. Secondo la ricostruzione delle forze di polizia, dal suo fucile sarebbe partito accidentalmente un colpo. L'uomo è rimasto ferito alla testa e non ha avuto scampo. ... Fonte: www.ilrestodelcarlino.it

07.01.2012 Volterra, Pisa. Cacciatore di cinghiali si spara agli arti nel Volterrano. Parte fucilata accidentale,colpito ad un ginocchio e ad una mano. Un uomo si e' sparato accidentalmente con il suo fucile durante una battuta di caccia al cinghiale nelle vicinanze di Volterra (Pisa) ferendosi a un ginocchio e a una mano. Secondo quanto spiegato dai carabinieri, il fatto e' accaduto in un bosco in localita' Luppiano, vicino a Mazzolla, nel Volterrano. Il ferito ha 51 anni, abita a Pisa e al momento dell'incidente si trovava insieme ad altri cacciatori. E' stato trasportato con l'elicottero all'ospedale di Pisa. Secondo i medici del 188 le condizioni del cacciatore non sarebbero gravi.(ANSA). Fonte: www.ansa.it

06.01.2012 Pescara. Spari dalla collina, donna ferita. Colpita da un pallino vicino all'occhio mentre stende i panni. Colpita da un pallino da caccia mentre stende i panni sul balcone di casa. Succede a Pescara, in via Fontanelle, a Colle Orlando, dove una donna ha rischiato di perdere un occhio.  «È un rischio che non vogliamo più correre», protesta Claudio Angelucci, il marito della donna di 49 anni che mercoledì mattina, per quel pallino, è finita in ospedale.  «Questa volta alla fine non è successo nulla di grave», prosegue Angelucci, «ma bastava che quel pallino la colpisse appena più sotto e ora aveva perso un occhio. E poi, a parte questo, qui è pieno di bambini, solo a casa mia ce ne sono quattro, dagli undici anni fino ai due mesi. Non si può andare avanti in questo modo. Perché gli spari, nei terreni che abbiamo di fronte a casa nostra, sono all'ordine del giorno»... Fonte: http://ilcentro.gelocal.it

06.01.2012 Perugia. San Sisto: girava con il fucile, preso il "cacciatore urbano". Si tratta di un 50enne perugino. Nella sua abitazione è stato trovato un fucile da caccia, ora posto sotto sequestro. A San Sisto lo avevano soprannominato il "cacciatore urbano", ma al di là degli sporadici avvistamenti - un uomo armato di un fucile da caccia - sia in strada di sera che nei parchi urbani della zona, di lui non c'era traccia. Ma gli agenti della Questura avevano preso seriamente quegli avvistamenti e dopo una serie di appostamenti si sono diretti nell'abitazione di un perugino di 50 anni, già agli arresti domiciliari, perchè aveva sparato con un fucile rubato dopo che in strada aveva subito un torto da un altro automobilista.“ Fonte: ...www.perugiatoday.it


Read 0 Comments... >>
 

NEWS FLASH 01/04 gennaio 2012 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

E-mail Stampa PDF

IN AGGIORNAMENTO...

NEWS FLASH 01/04 gennaio 2012 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

03.01.2012 CASSANO ALLO JONIO, COSENZA. Durante lite spara colpi di fucile contro cognato, arrestato. Vittima e' illesa, bracciante in carcere per tentato omicidio. Un bracciante agricolo, Giuseppe Francomano, di 42 anni, e' stato arrestato dai carabinieri a Cassano allo Jonio per tentato omicidio nei confronti del cognato. Nel corso di un litigio per futili motivi Francomano ha sparato tre colpi di fucile contro il cognato che e' rimasto illeso ed e' riuscito a fuggire a bordo della sua automobile. L'episodio e' stato denunciato ai carabinieri che hanno rintracciato Francomano e lo hanno arrestato.(ANSA)... Fonte: www.ansa.it

02.01.2012 MONTESILVANO, PESCARA. Lite in casa tra padre e figlio: sequestrati fucile e pistola. Un fucile nascosto nell’armadio e una pistola. È quanto sequestrato dai carabinieri di Montesilvano in un’abitazione di corso Umberto dopo l’ennesima lite tra padre e figlio. Le armi sono detenute regolarmente, anche se nel corso della perquisizione gli agenti hanno scoperto in casa, un appartamento vicino la stazione ferroviaria, di altre armi senza autorizzazione, quali una pistola della seconda guerra mondiale, una baionetta e un fucile. Il padre, un uomo di 75 anni, è stato denunciato per possesso di armi clandestine e da guerra. Le armi sono state sottoposte a sequestro... Fonte: www.cityrumors.it

 


Read 0 Comments... >>
 

NEWS FLASH 28/31 dicembre 2011 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

E-mail Stampa PDF

IN AGGIORNAMENTO...

NEWS FLASH 28/31 dicembre 2011 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

30.12.2011. Sant'Apollinare (FR) - Minaccia con un fucile da caccia, deferito 79enne. I militari della locale Stazione, hanno deferito in stato di libertà per “minaccia grave di un male ingiusto” un 79enne di Sant’Ambrogio sul Garigliano. L'uomo è stato rintracciato dai militari operanti poco dopo aver minacciato un 49enne con un fucile da caccia regolarmente detenuto. L’arma è stata posta sotto sequestro unitamente a n. 71 cartucce cl.12 rinvenute a seguito di perquisizione domiciliare. ... Fonte: www.ultimissime.net

30.12.2011. BRESCIA. Il cane abbaia, minacciati con il fucile. L’abbaiare insistente del cane del vicino ha montato la rabbia, sfociata poi in un gesto clamoroso che poteva avere conseguenze drammatiche. E’ successo al quartiere Violino di Brescia, mercoledì pomeriggio, quando, in via Diaciannovesima, un 57enne, infastidito dal latrare dell’animale nel giardino confinante la propria abitazione, ha imbracciato un fucile durante una discussione con tre giovani di 20 anni. L’uomo, in stato di alterazione alcolica, pretendeva che il cane fosse portato via, poiché il suo abbaiare lo infastidiva. Dopo avere preso in mano l’arma, il 57enne, in tono minaccioso, l’ha puntata contro i tre giovani e il cane. (...) Il 57enne bresciano è stato poi denunciato per minacce gravi e ingiurie.... Fonte: http://quibrescia.it

29.12.2011. BLEVIO, COMO. Spara al vicino con fucile da caccia nel comasco. Fermato sessantenne nel comasco. Lite per questioni di vicinato. Un 63enne di Blevio (Como) e' stato posto in stato di fermo dalla polizia per tentato omicidio: durante un diverbio con un vicino di casa ha infatti preso il suo fucile da caccia e gli ha sparato una raffica di pallini. Il vicino, sessantenne, e' stato colpito soltanto di striscio. Trasportato in ospedale, le condizioni non fanno temere per la sua vita. L'episodio e' avvenuto oggi pomeriggio nella frazione Sorto di Blevio. Pare che alla base del litigio vi fossero annose questioni di vicinato, relative in particolare a lavori edili in corso nella proprieta' del fermato. Fonte: ANSA

AGGIORNAMENTO BLEVIO: 30.12. 2011. BLEVIO, fuori pericolo il ferito. Il colpo esploso per uccidere. Patrizio Melluso, l'uomo di 48 anni ferito con un colpo esploso con un fucile da caccia, dal vicino di casa è fuori pericolo. Dopo la notte trascorsa al Sant'Anna e l'estrazione di un pallino rimasto conficcato nel corpo dell'uomo, i medici dell'ospedale hanno sciolto la prognosi fissando la guarigione in un periodo di 30 giorni.... Fonte: www.laprovinciadicomo.it




Read 0 Comments... >>
 

NEWS FLASH 20/27 dicembre 2011 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

E-mail Stampa PDF

IN AGGIORNAMENTO...

NEWS FLASH 20/27 dicembre 2011 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

27.12.2011, Potenza. Si terrà oggi l'autopsia sui corpi delle tre vittime della strage della vigilia di Natale a Genzano di Lucania in cui quasi un'intera famiglia è stata sterminata da un pensionato 77enne, Ettore Bruscella. L'arresto dell'uomo è stato convalidato ma l'omicida si è chiuso nel silenzio. Sabato scorso, nel pomeriggio, ha ucciso a colpi di fucile una donna e i suoi due figli ed ha ferito il capofamiglia. La prima a cadere sotto i colpi dell'uomo è stata Maria Antonia Di Palma, uccisa davanti alla lavanderia che gestiva in via Vulture. Poco distanti sono stati colpiti ed assassinati i figli, Matteo e Maria Donata Menchise, di 27 e 31 anni, che correvano in soccorso della madre. Sono stati esplosi diversi colpi, alcuni proiettili hanno infranto la vetrina della lavanderia. Dopo la strage, Bruscella con tutta calma si è recato nella vicina abitazione ed ha sparato a Leonardo Menchise, colpendolo al piede destro. (...) I carabinieri stanno indagando per cercare di capire quale sia stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, armando la mano del pensionato che ha imbracciato il suo fucile da caccia, regolarmente detenuto, ed in pochi minuti, con notevole freddezza, ha compiuto la strage.... Fonte: www.adnkronos.com

27.12.2011 (news del 28.12) Capalbio (GR), Pontremoli (MS) e a San Giovanni Valdarno (AR): tre incidenti: un morto e due feriti. Un uomo è rimasto ucciso nei boschi di Capalbio. Altri due colpiti a Pontremoli e a San Giovanni Valdarno. Tre incidenti hanno coinvolto altrettanti cacciatori nella giornata di mercoledì. Il più grave è avvenuto nella mattinata nei boschi di Monte Verro, a Capalbio, dove un cacciatore, il 67enne Guelfo Lucchetti, è stato raggiunto da proiettile nel corso di una battuta di caccia ed è morto sul colpo. (...) Un altro cacciatore è rimasto ferito da una fucilata sparata da un compagno di battuta al cinghiale in località Casella, vicino a Grondola, frazione del Comune di Pontremoli (Massa Carrara). (...)
Infine, un cacciatore di 36 anni si è ferito alla spalla con un colpo di fucile partito accidentalmente dalla sua arma mentre la stava ripulendo all'interno dell'auto, dopo una battuta di caccia. L'incidente è accaduto a San Giovanni Valdarno nel pomeriggio. (...) attivato l'elicottero Pegaso.... Fonte: http://iltirreno.gelocal.it

27.12.2011 Pordenone. Cacciatore ferito al volto da una scarica di pallini sparati da un compagno di battuta. . In data 26.12.2011 una persona è rimasta ferita al volto da una scarica di pallini durante una battuta di caccia nelle campagne di Fiume Veneto. A sparare, si è appreso, sarebbe stato un 32enne del luogo mentre il cacciatore ferito sarebbe un 62enne di Chions (Pordenone). Il fatto è avvenuto ieri mattina ma si è appreso soltanto nel pomeriggio di oggi. La persona ferita ha deciso tuttavia di non sporgere denuncia contro l'amico che lo ha inavvertitamente colpito..... Fonte: www.ilgazzettino.it

26.12.2011 Mestre (VE). Minaccia di morte la moglie. Gli sequestrano cinque fucili. Le volanti intervengono per sedare una furiosa lite tra coniugi. VENEZIA - Il Natale non ha portato la tranquillità in una casa di Mestre dove, in seguito alle minacce di morte rivolte da un marito alla moglie, la polizia ha sequestrato cinque fucili che l'uomo deteneva. Le volanti sono intervenute a Mestre per una furiosa lite tra coniugi. La moglie era riuscita a contattare il 113 perchè temeva per la propria incolumità dopo le pesanti minacce di morte perpetrate nei suoi confronti dal marito.A quest'ultimo gli agenti giunti sul posto hanno sequestrato in via preventiva cinque fucili, anche se legalmente detenuti, proprio in considerazione di quanto emerso durante l'intervento... Fonte: Ansa

26.12.2011 Avellino. Sparano col fucile in piena città: arrestati due fratelli. Inervengono i Carabinieri della Stazione di Avellino che, sentendo ravvicinati gli scoppi di un fucile da caccia, scorgevano in un campo sotto via Acciani (rione San Tommaso) due fratelli mentre facevano il tiro a segno contro le infrastrutture di un fondo agricolo, creando anche dei danni alle stesse. Il fucile risultava con la matricola abrasa e i Carabinieri stanno indagando per capirne la provenienza... Fonte: www.irpinianews.it

26.12.2011 Rimini, incidente di caccia a Montefiore Conca: scivola e spara all'amico. Incidente di caccia la vigilia di Natale a Montefiore Conca. Un commerciante di 46 anni è rimasto ferito dopo esser stato colpito al ginocchio destro da un proiettile partito accidentalmente dal fucile calibro 12 (regolarmente denunciato) dell'amico, un operaio di 51 anni. Quest'ultimo, che imbracciava l'arma, è scivolato mentre stava affrontato un percorso particolarmente impervio. Il fatto è avvenuto intorno alle 11 nella zona di via Vallone. Il ferito è stato soccorso dall'elisoccorso... Fonte: www.riminitoday.it

26.12.2011 Udine. Incidente di caccia nella riserva di Taipana: un ferito grave. Un cacciatore, G.F., di 43 anni, e' rimasto gravemente ferito. L'uomo, che e' della zona, operaio e celibe, era impegnato in una battuta di caccia insieme con un compagno quando, o per un colpo partito accidentalmente o perche' l'altro lo ha scambiato per un animale, e' stato ferito al ventre da una cartuccia caricata a pallettoni. Nonostante la ferita, l'uomo e' riuscito a raggiungere a piedi il luogo dove lo attendeva un'ambulanza. Dopo i primi soccorsi si e' deciso per il trasferimento in elicottero ... Fonte: www.blitzquotidiano.it

26.12.2011 Villacidro, Cagliari. Cacciatore si ferisce al piede col suo fucile tra Villacidro e Vallermosa. Un pensionato di Serramanna, di 64 anni, e' rimasto ferito accidentalmente durante una battuta di caccia nelle campagne fra Villacidro e Vallermosa... Fonte: www.ansa.it

24.12.2011 Genzano di Lucania, Potenza. Spara ai vicini di casa. Tre vittime, un ferito. La sparatoria a  vicino Potenza. Un uomo di 77 anni ha fatto fuoco con un fucile, dopo un litigio. Uccisi una donna e i suoi due figli. Ferito il marito. All'origine, l'ossessione per la canna fumaria della lavanderia delle vittime. Tre persone sono morte e un'altra è rimasta ferita a Genzano di Lucania (Potenza), in una sparatoria. E. B.,  77 anni, ha fatto fuoco con un fucile automatico, al culmine di un litigio con vicini di casa, la famiglia Menchise. Con loro E.B. aveva un vecchio dissidio da cui oggi, dopo l'ennesimo litigio, sarebbe scaturita la sparatoria... Fonte: www.repubblica.it
AGGIORNAMENTI SUL CASO, 26 dicembre: www.repubblica.it

ALTRI AGGIORNAMENTI: Omicidio di Genzano Rito immediato per Ettore Bruscella
http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/notizia.php?IDNotizia=525006&IDCategoria=12

23.12.2011 Aosta. Incidente di caccia a Saint-Marcel: ferito al volto un aostano. Non è grave l'uomo di 38 anni, R.T. di Aosta, ferito al volto dai frammenti di una pietra colpita da un proiettile nel corso di una battuta di caccia al cinghiale a Saint-Marcel. L'incidente è avvenuto ieri nel primo pomeriggio in località Mezein... Fonte: www.aostaoggi.it

23.12.,2011 Laconi, Nuoro. Incidente di caccia mortale a Laconi. Un autotrasportatore di Laconi, Alessandro Cossu, di 52 anni, è morto in un incidente di caccia avvenuto ieri mattina nelle campagne del paese. Si tratta, secondo le prime indagini dei carabinieri, di una fatalità dovuta alla pioggia e al terreno bagnato. L'incidente non avrebbe avuto testimoni ed è avvenuto in una zona impervia. Cossu sarebbe scivolato sul terreno reso viscido dalla pioggia degli ultimi giorni e dal suo fucile caricato a pallini è partito un colpo che lo ha raggiunto al collo provocando la morte per dissanguamento... Fonte: www.sardegnaoggi.it

23.12.2011. Olbia. Uomo ucciso in Gallura è giallo, interrogati amici di caccia.E' stato accertato che Molino è morto dopo essere stato raggiunto da un unico colpo di fucile alle spalle. I Carabinieri del reparto territoriale di Olbia continuano ad interrogare in caserma gli amici e alcuni parenti (...) A 24 ore dal ritrovamento del cadavere, resta il mistero sull'uccisione di Domenico Molino, l'operaio di 55 anni di Loiri (Olbia-Tempio), ammazzato con un colpo di fucile alle spalle vicino al suo podere in località Sa Silvaredda. Gli inquirenti, infatti, non hanno ancora certezze sul movente e sull'autore del delitto, così come non è dato sapere ancora se si sia trattato di un incidente di caccia... Fonte: http://notizie.tiscali.it

21.12.2011 Treviso. «Impallinato dai cacciatori, salvo per caso». La denuncia di un residente in via Boiago: qui continuano a sparare troppo vicino alle case. Investito da una pioggia di pallini mentre lava l’auto. E’ successo nei giorni scorsi a pochi passi dall’aeroporto Canova, fra le case di via Boiago. Un episodio che non sembra però isolato e che alimenta nuove accuse nei confronti dei cacciatori. A farne le spese Vito Ragusa, da anni residente nella via. «Stavo controllando l’auto poco dopo le 10, quando ho sentito uno sparo, e subito dopo i pallini sono caduti vicino a me e sull’auto. Fortunatamente non mi sono fatto nulla» - spiega. L’uomo è andato immediatamente a ripararsi dietro casa con la paura che non fosse l’unica pioggia di schegge in arrivo. E infatti dopo pochi minuti un nuovo sparo e stavolta la rosa di pallini ha investito la casa vicina... Fonte: http://tribunatreviso.gelocal.it

 


Read 0 Comments... >>
 


Pagina 4 di 20
Banner