Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Armi, il giudice lo caccia di casa

E-mail Stampa PDF

La denuncia della moglie aveva portato in cella un 65enne di Basiliano. Non potrà avvicinarsi alla propria abitazione familiare.

È il provvedimento disposto ieri dal giudice per le indagini preliminari Daniele Faleschini nei confronti di A. M., 65enne di Basiliano, arrestato martedì dai carabinieri di Campoformido con le accuse di omessa custodia e omessa denuncia di armi e munizioni, violenza privata, minaccia aggravata e alterazione di armi.

A far arrestare l’uomo è stata la moglie, di sei anni più giovane, che si sentiva in pericolo accanto al coniuge, fabbro in pensione, il quale le avrebbe rivolto anche minacce di morte. I militari dell’Arma, in seguito alla denuncia sporta dalla donna, si sono presentati nella sua abitazione e, al termine di una perquisizione, hanno scoperto un vero arsenale.

Oltre a numerose armi regolarmente denunciate, l’uomo infatti possedeva anche un fucile modificato e munizioni illecitamente detenute.

Nella camera del pensionato i carabinieri hanno trovato un revolver special con alcuni colpi inseriti e una carabina. Un’altra carabina e tre fucili con numerose munizioni erano custoditi in cantina. Un fucile Breda calibro 12 (...) Leggi tutto alla fonte: http://messaggeroveneto.gelocal.it

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner