Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Cuneo, settantenne a giudizio per detenzione illegale di armi e minacce

E-mail Stampa PDF

di Monica Bruna - Era stato accusato dal titolare di un’officina di riparazioni di macchine agricole di averlo minacciato al culmine di una discussione, facendogli vedere di avere con sè due pistole. I Carabinieri avevano perquisito due abitazioni, a Cuneo e a Dronero, di proprietà di un settantenne, oggi a giudizio con l’accusa di detenzione illegale di armi e minacce, e avevano trovato un vero arsenale. Armi che l’imputato possedeva legalmente, tranne alcune che l’accusa considera detenute illegalmente.

L’uomo ha raccontato la sua verità. Aveva conosciuto il meccanico nell’autunno del 2007. Era nata quasi un’amicizia e questi tempo dopo gli aveva chiesto se poteva fargli un prestito di 13.000 euro perché si trovava in grandi difficoltà, assillato dagli strozzini. Poi, sapendo che lui era un appassionato d’armi ed un cacciatore... Leggi tutto alla fonte: www.targatocn.it

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner