Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

NEWS FLASH novembre 2011 - SPECIALE ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

E-mail Stampa PDF

NEWS FLASH novembre 2011 - SPECIALE ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

11.11.2011 Brescia che spara, un arsenale da 44mila pezzi. Luci e ombre sul porto d'armi. Controlli severi, ma gli ultimi episodi violenti sono legati all'uso di pistole e fucili regolari. di Wilma Petenzi - Lo sparo che uccide, se arriva da un'arma legale, fa più rumore. Se a sparare e a troncare una vita sono una pistola o un fucile denunciato, di cui le forze dell'ordine erano a conoscenza, scoppia subito la polemica e c'è una reazione di rabbia perchè l'impressione è che la morte potesse essere evitata. I bresciani autorizzati a detenere e usare un'arma non sono pochi. I controlli e le regole per concedere la detenzione e il porto di un'arma lunga o corta sono molto rigidi, ma nonostante le barriere capita che la situazione degeneri e si usi una pistola legale per commettere un delitto. Nel Bresciano ci sono 43mila porti d'arma per fucili da caccia... Leggi tutto alla fonte: http://brescia.corriere.it

11.11.2011 Modello Usa? No, grazie Negli Stati Uniti si possono possedere armi: stime ufficiali dichiarano la presenza nel Paese di quasi un’arma a testa, bambini compresi. Da alcuni commentatori tale scenario è valutato come una condizione auspicabile. La lettura del dato sulla criminalità però non dice questo: in confronto con le circa sei centinaia di omicidi che avvengono annualmente in Italia, vi sono quindicimila omicidi l’anno negli Usa (17.000 nel 2006).] Modello Usa? No, grazie. Negli Stati Uniti si possono possedere armi: stime ufficiali dichiarano la presenza nel Paese di quasi un'arma a testa, bambini compresi. Da alcuni commentatori tale scenario è valutato come una condizione auspicabile. La lettura del dato sulla criminalità però non dice questo: in confronto con le circa sei centinaia di omicidi che avvengono annualmente in Italia, vi sono quindicimila omicidi l'anno negli Usa (17.000 nel 2006). Il valore relativo appare più confrontabile: l'Italia ha un tasso omicidiario di 1.03 per 100.000 abitanti mentre gli Usa salgono a 5,6!... Leggi tutto alla fonte: http://brescia.corriere.it

 

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner