Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

NEWS FLASH 09/13 gennaio 2012 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

E-mail Stampa PDF

IN AGGIORNAMENTO...

NEWS FLASH 09/13 gennaio 2012 - ARMI DA CACCIA-PUBBLICA SICUREZZA

09.01.2012 - Scicli, Ragusa. Spara contro il vicino, denunciato sciclitano. Quattro colpi di fucile sono stati esplosi l’altra notte contro la finestra e l’auto, una peugeot 206, di uno sciclitano di 37 anni incensurato e operaio edile. La traiettoria seguita dai carabinieri di scicli ha indicato che gli spari sono stati esplosi dal vicino di casa, un cinquantenne anch’egli sciclitano, incensurato e operaio edile. Il cinquantenne è stato denunciato a piede libero per danneggiamento, spari in luogo aperto al pubblico e per aver custodito le armi in luogo diverso da quello dichiarato. I militari hanno perquisito l’abitazione di città del cinquantenne, in possesso della licenza delle armi per uso di caccia... Fonte: www.lagazzettaiblea.it

09.01.2012 - Assemini, Cagliari. Minacce contro volontari Lipu. I bracconieri: "Via o vi ammazziamo". Lacci per i cinghiali nelle campagne di Capoterra. Un nuovo episodio di violenza nei confronti dei volontari della Lipu è stato denunciato dall'associazione impegnata in un campo antibracconaggio nelle campagne tra Capoterra e Assemini. Minacce verbali ("Andatevene schifosi, vi ammazziamo tutti") e lanci di sassi contro le auto dei volontari da parte di alcuni bracconieri del posto, che sono stati riconosciuti dai volontari, e segnalati alle forze dell'ordine. "Siamo stati vittime di una reazione violenta e intollerabile - commenta il presidente LIPU-BirdLife Italia, Fulvio Mamone Capria... Fonte: www.unionesarda.it

08.01.2012 - Vittorio Veneto, Treviso. Nasconde doppiette nella legnaia di casa. Sequestro e denuncia. Nasconde due fucili da caccia in legnaia. Glieli hanno trovati i carabinieri durate i controlli straordinari per il Panevin. Per Z.A. 64 anni di Vittorio Veneto, è così scattato il deferimento in stato di libertà per omessa custodia di armi. Le doppiette sono state sequestrate dai militari. La scoperta dei fucili da caccia è avvenuta nell’ambito dell’operazione condotta dal comando vittoriese dell’Arma nella notte tra il 5 e il 6 gennaio. L’uomo teneva aveva nascosto le doppiette, peraltro regolarmente denunciate, in una legnaia nel giardino della sua casa. Una prassi illegale che gli è costata il deferimento all’autorità giudiziaria.. Fonte: tribunatreviso.gelocal.it

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner