Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Bracconaggio

Grifone ferito a Punta Cristallo

E-mail Stampa PDF

Provvidenziale la segnalazione di un diportista e il successivo soccorso degli uomini della Guardia Costiera algherese ai comandi di Giuseppe Prigigallo

ALGHERO - In occasione dell’attività di sorveglianza nell’area marina protetta di Capo Caccia – Isola Piana, il personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo – Guardia Costiera di Alghero, congiuntamente a personale del Corpo Forestale della Sezione di Alghero, nella giornata di domenica, ha recuperato a bordo del mezzo minore della Guardia Costiera denominato GC B25, un giovane esemplare di grifone ferito in località Punta Cristallo.

Il recupero è stato possibile grazie alla pronta segnalazione di un diportista che navigava nella zona. Il grifone è stato successivamente sbarcato in località Tramariglio (Porto Conte), e poi affidato, per
quanto di competenza, ai volontari dell’associazione Lipu, per il successivo trasferimento al Centro zooiatrico di Bonassai dell’Ente Foreste (recupero fauna selvatica).

Fonte: Alguer.it


Read 0 Comments... >>
 

DIVIETO CACCIA: SEGNALATI SPARI NEI BOSCHI, FORESTALE CONFERMA

E-mail Stampa PDF

05/09/2010 -Basso Molise. Sta scatenando forti polemiche il divieto di caccia deciso con una sentenza dal Tar Molise che ha stoppato l’apertura dello scorso primo settembre. Dopo le proteste di cacciatori appassionati e associazioni di settore, arrivano diverse segnalazioni che denunciano il mancato rispetto del divieto. «Nelle campagne e nei boschi gli spari si sentono indistintamente» fanno sapere dei cittadini. C’è quindi chi non resiste al desiderio di armarsi di fucile per portare a casa un po’ di selvaggina. E la conferma arriva dal personale del Corpo Forestale che rivela di essere intervenuto più volte a seguito di segnalazioni. «Ci sono stati casi a Montorio, a Larino e a Palata negli ultimi giorni». Potrebbero scattare per i responsabili segnalazioni, multe o denunce.

Fonte: Primonumero


Read 0 Comments... >>
 

Animali: 100 cardellini trovati in un garage, un denunciato

E-mail Stampa PDF

L'uomo aveva catturato i volatili per poi rivenderli

 

04 settembre 2010 (ANSA) - CAMPIGLIA MARITTIMA (LIVORNO), 4 SET - Oltre cento cardellini sono stati trovati da agenti della forestale rinchiusi in gabbie all'interno di un garage a Venturina (Livorno). Denunciato un ventisettenne di origine campane: secondo quanto emerso avrebbe catturato i volatili nelle campagne di Venturina per poi rivenderli. L'accusa nei confronti del giovane e' detenzione di specie non cacciabili. I cardellini, dopo il sequestro, sono stati liberati.(ANSA).

 

 


Read 0 Comments... >>
 

Tra bambini con il fucile e cacciatori tra le stalle

E-mail Stampa PDF

Nel video i primi due giorni di preapertura della caccia

passate assieme alle Guardie del WWF.

 

04 settembre 2010 GEAPRESS – Mercoledì primo settembre. Primo giorno di preapertura dell’attività venatoria. La nostra meta è Caltanissetta dove abita Ennio Bonfanti, molto noto tra le guardie del WWF. Appena poche ore prima una nota associazione venatoria aveva tuonato contro una paventata modifica del calendario venatorio. Una cosa antidemocratica, scrivevano ai giornali. Come in Cina e Vietnam del nord (??). All’aeroporto di Catania nessuna traccia, però, dei rinforzi da inviare ai Viet Cong. Troviamo invece una graziosa gallinella d’acqua che fa capolino da un canale d’irrigazione. Gli unici rombi sono quelli degli aerei (civili).

Prendiamo il pullman, direzione Caltanissetta. Il primo tratto, sovrastato dal maestoso Etna, gode degli agrumeti della piana di Catania. La giornata è calda ma ancora sopportabile. Dopo una ventina di chilometri il paesaggio inizia a cambiare e la Sicilia diventa più brulla ed arida.

L’autostrada è stata costruita sul fiume Dittaino, in questa stagione un susseguirsi di pozze che alle volte si allargano in bei laghetti che finiscono in rigagnoli che giocano ad immergersi nella ghiaia. I primi a notarsi sono due cacciatori che si vedono scendere da un’automobile. In fin dei conti potrebbero dirigersi per la caccia di appostamento. I secondi però no. Hanno i cosciali di gomma e sono semisommersi in acqua. La caccia agli acquatici non è ancora iniziata. Chiamiamo Ennio, per annunciarci e fargli notari dei cacciatori. Si attiva subito. Bisognerebbe chiamare i Carabinieri o la Forestale, ma non riusciamo a spiegargli, nonostante le informazioni prese da alcuni passeggeri, dove siamo esattamente. Pazienza. Passiamo tra Enna e Calascibetta (quella del Palio dei Berberi e del cavallo con il torace squarciato). Le due città si guardano l’una con l’altra, arrampicate sui rispettivi cucuzzoli. In mezzo, molto al di sotto, ci siamo noi. Lasciamo alle nostre spalle le due cittadine, ovviamente antagoniste, superiamo una lunga galleria e siamo arrivati all’uscita per Caltanissetta. Sulla destra montagne da fare invidia ad un film western. Sulla sinistra, invece, colline, eucalipti , laghetti e fiumiciattoli. Non ci sono cacciatori.


Read 0 Comments... >>
Leggi tutto...
 

La polizia venatoria sequestra un centinaio di reti sopraerba vietate

E-mail Stampa PDF
immagine03.09.2010- La Polizia Locale della Provincia di Fermo ha esercitato nel primo giorno della Stagione Venatoria 2010/2011 un'operazione di controllo del territorio e di prevenzione che ha prodotto una serie importante di risultati.Sono stati elevati una decina di verbali di infrazione che hanno riguardato principalmente il rispetto delle distanze previste dalle zone di riserva, dalle strade e appostamenti temporanei realizzati con materiali naturali e non artificiali, così come espressamente dalle norme contenute nel Calendario Venatorio Regionale.

Le operazioni di controllo hanno portato al sequestro di un centinaio di reti sopraerba posizionate sopra le colture di girasoli per la caccia di tortore e fagiani, espressamente vietate in quanto considerate una forma di uccellagione.

Sono stati controllati oltre 100 cacciatori per verificare la regolarità della documentazione. La Polizia Locale ha pianificato una serie di interventi sul territorio, con riferimento particolare alle riserve e alle zone loro limitrofe, anche per le prossime giornate di caccia del 4 e 5 settembre.

Fonte: viverecivitanova


Read 0 Comments... >>
 


Pagina 52 di 60
Banner