Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

News BRACCONAGGIO - maggio 2013

E-mail Stampa PDF

News BRACCONAGGIO - maggio 2013

BRACCONIERI, ovvero CACCIATORI (DI FRODO)

in aggiornamento...

aggiornato 25 maggio

TREVISO 25 maggio 2013 - In casa 56 uccelli in pessimo stato e 110 animali congelati o imbalsamati. Denunciato un 59enne di Montebelluna. I volatili di razze protette affidati affidati al Centro recupero fauna selvatica. Teneva in casa, in condizioni veramente pessime, decine di uccelli di razze protette: per questo un uomo di 59 anni, B.G. di Montebelluna, è stato denunciato dai carabinieri. L'Arma, in particolare, ha trovato 56 volatili e oltre a 110 animali di varie razze, in parte imbalsamati e altri congelati. Gli uccelli, considerati razza protetta, sono stati affidati al Centro recupero fauna selvatica di Treviso... FONTE: www.ilgazzettino.it

ANCONA, Grotte di Genga, 24 maggio 2013: L’orto-trappola: varchi, gabbie e fucile. Intervento del Corpo Forestale dello Stato - Alla Prefettura e Questura chiesta la revoca del porto d'armi. Ad essere sequestrate alcune armi, trappole metalliche e “lacci” in località Case. A finire denunciato un imprenditore agricolo della provincia di Pesaro Urbino il quale dovrà ora difendersi dall’accusa di uccisione di animali ed introduzione nel Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi di Fabriano di armi e mezzi di cattura non autorizzati, caccia con mezzi vietati e in periodo di divieto generale, omessa custodia di armi e munizioni, omessa comunicazione all’autorità di pubblica sicurezza di spostamento delle armi... FONBTE: Geapress

L'AQUILA, Celano, 18 maggio 2013. Lupo strangolato da una trappola d’acciaio, caccia ai bracconieri. Aperta un’inchiesta  E’ caccia aperta ai bracconieri che hanno piazzato una delle trappole mortali in montagna, quella che ha strangolato uno splendido esemplare di lupo morto dopo una lunga agonia. L’uccisione è avvenuta in località Colle Felicetta, nel territorio del comune di Celano e ora gli uomini della polizia provinciale stanno dando la caccia al  colpevole.... FONTE: www.marsicalive.it

MACERATA, 15 Maggio 2013: Andava a caccia di notte: denunciato bracconiere 61enne. I carabinieri gli hanno sequestrato cinque fucili. Denunciato dai carabinieri un bracconiere di 61 anni. Il pensionato di Matelica (Macerata) è accusato di aver cacciato di frodo nelle campagne della zona, in un periodo in cui l'attività venatoria è proibita... FONTE: nelcuore.org

RAGUSA, 13 maggio 2013: Catturava cardellini, algerino nei guai. Un trentacinquenne straniero è stato fermato, domenica pomeriggio, dai militari della Stazione di Marina di Ragusa poiché trovato in possesso di un Cardellino, specie di cui è vietata la detenzione e la caccia... FONTE: www.telenovaragusa.com

AGRIGENTO, 11 maggio 2013: Rubate nel nido due rarissime Aquile del Bonelli. Appello per una ferrea vigilanza del territorio
Il sospetto del racket dei rapaci giocolieri e l'esiguità della pena – I protezionisti: un colpo gravissimo per un'Aquila che rischia l'estinzione. Il furto è avvenuto l’altro ieri in provincia di Agrigento. Sulla parete rocciosa dove stava nidificando la rarissima Aquila, sono stati trovati numerosi segnali dell’avvenuto saccheggio. Dei due giovani, invece, non c’è più alcuna traccia.... FONTE: www.geapress.org

COSENZA, Tortora, 11 maggio 2013. Sequestro di avifauna protetta detenuta illegalmente nel cosentino. I volatili sono stati consegnati ad un Centro di recupero fauna selvatica, grazie alla segnalazione anonima di un solerte cittadino pervenuta al Comando Regionale Calabria del Corpo forestale dello Stato. Il personale del Comando Stazione Forestale di Orsomarso (CS) insieme agli uomini del Nucleo Investigativo per i Reati in Danno agli Animali (NIRDA), ha scoperto la detenzione illegale di alcuni esemplari di avifauna appartenenti a specie protette, da parte di una persona residente nel Comune di Tortora (CS)... FONTE: www3.corpoforestale.it

MODENA, 11 maggio 2013: Tagliole, trappole e specie protette in garage, bracconiere denunciato... FONTE: www.modena2000.it

TRENTINO ALTO ADIGE, 10 Maggio 2013: Saccheggiati i pulcini dai nidi dei Tordi. Decine di nidiacei e uova sono stati sequestrati da Carabinieri e Corpo Forestale dello Stato. Cinque i bracconieri, provenienti dalla provincia di Bergamo e dall’Emilia Romagna, beccati in Trentino Alto Adige mentre saccheggiavano i nidi...FONTE: www.andreazanoni.it

PRATO, Carmignanello, 8 Maggio 2013: Gatti vittime delle trappole di un bracconiere: denunciato un uomo a Carmignanello. E’ partita dalla segnalazione di un cittadino, che ha trovato il proprio gatto ferito da una tagliola in ferro, l’indagine compiuta congiuntamente da polizia provinciale e carabinieri di Vernio che ha portato al sequestro nel comune di Carmignanello (Cantagallo) di mezzi di caccia non consentiti e all’individuazione e denuncia del responsabile... FONTE: www.notiziediprato.it

REGGIO CALABRIA, 7 maggio 2013: Blitz in casa di un tassidermista a Reggio Calabria, sequestrati centinaia di esemplari protetti imbalsamati. Quasi 700 tra volatili di ogni tipo, mammiferi, rettili, appartenenti a specie tutelate dalla CITES o dalle norme venatorie. Sequestro disposto dalla Procura reggina e eseguito dalla Forestale che ha avviato ampie indagini sul caso. Un vero e proprio "zoo" di animali imbalsamati, volatili di ogni tipo ma anche rettili e mammiferi, quasi tutti appartenenti a specie protette... FONTE: www3.corpoforestale.it

CUNEO, 6 maggio 2013: Medico sorpreso a caccia in zona vietata - Cortemilia, nel cascinale aveva 100 munizioni detenute irregolarmente. L'altra notte i carabinieri di Cortemilia hanno sorpreso un medico di 60 anni residente a Savona che andava a caccia di caprioli in zona vietata della Vallebormida. L'uomo era alla guida di un Suv al cui interno i militari hanno trovato un fucile da ...FONTE: edizioni.lastampa.it

BRESCIA, Calvisano, 4 maggio 2013 : Cuccioli di volpe uccisi a martellate. Non solo un atto di bracconaggio, ma anche di violenza gratuita contro gli animali quello messo in atto da due cacciatori bresciani, padre e figlio, rispettivamente di 61 e 32 anni, sorpresi a Calvisano nei giorni scorsi a cacciare volpi con lacci di metallo. Agghiacciante il metodo scelto per finire i cuccioli, soppressi a colpi di martellate.... FONTE: www.quibrescia.it

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner