Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Comiso, a rischio il Centro Regionale Fauna Selvatica

E-mail Stampa PDF

Con una lettera indirizzata, tra gli altri al Presidente della Regione Raffaele Lombardo e all’Assessore Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari, il direttore del Centro di Comiso, Gianni Insacco ha espresso le difficoltà nella continuità delle attività di recupero del Centro stesso dovute all’esigua somma destinata per l’anno 2011, pari a 32.500 euro per la gestione e il funzionamento dei Centri Regionali Recupero Fauna, da dividere tra quello di Comiso (RG) e quello di Ficuzza (PA), è  insufficiente a garantirne le attività di routine, di funzionamento e di gestione.  “L’anticipo accreditato nel mese di Agosto da parte dell’ Assessorato Regionale Risorse Agricole e Alimentari, pari a euro 8.500, scrive Insacco, è gravemente insufficiente alla copertura economica della gestione già per i primi mesi dell’anno, con gravissime responsabilità nei confronti della fauna selvatica.

La presentazione dei bilanci preventivi e di quelli consuntivi nel corso di questi ultimi anni, avvalora una spesa media annua del centro di Comiso (specializzato per le tartarughe marine) pari a 75.000 euro e quello di Ficuzza, gestito dalla LIPU, pari a 35.000 euro (la rimanente somma viene anticipata dall’ Azienda Foreste Demaniali, quale ente proprietario degli immobili)”. Com’è noto, la fauna selvatica è “patrimonio indisponibile dello Stato” e quindi protetta da apposite leggi nazionali, regionali e regolamenti comunitari....

 

Leggi tutto alla fonte: www.freetvonline1.it

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner