Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Ungulati

Trentino, caccia alle capre selvatiche sui monti di Ledro

E-mail Stampa PDF

Trentino, caccia alle capre selvatiche sui monti di Ledro

Capre in montagna (Photo courtesy of http://www.kevinott.net/)

LEDRO, Trento — Un’insolita “caccia” è stata indetta dal comune trentino di Ledro: alla Forestale e ai cacciatori è stata data l’autorizzazione di abbattere le capre selvatiche che pascolano sulle montagne perchè i capi potrebbero essere portatori di malattie e infettare le altre greggi.

É caccia alle capre selvatiche a Ledro, il comune trentino che si trova tra il Lago di Garda e il confine con la Lombardia. Secondo quanto riporta il Trentino Corriere Delle Alpi Gelocal, l’amministrazione comunale ha firmato un provvedimento di carattere sanitario per l’abbattimento di questi animali.

Il sospetto è che questi esemplari possano essere infetti e portatori di malattie contagiose per le greggi “domestiche”... Fonte: www.montagna.tv

AGGIORNAMENTO: CAPRE INSELVATICHITE, CONDANNA DEL COMUNE. Diffidata l'Amministrazione di Ledro (Trento). www.animalieanimali.it


Read 0 Comments... >>
 

Cacciatore azzannato da un cinghiale ferito: salvato per miracolo dai compagni di battuta

E-mail Stampa PDF

E' successo in Valdichiana. L'uomo, un 60enne di Lucignano, ha perso molto sangue ed è in condizioni serie, anche se non in pericolo di vita

Rischio scongiurato per miracolo durante una battuta al cinghiale in Valdichiana. Un cinghiale ferito ha azzannato un cacciatore 60enne, residente a Lucignano, ferendolo gravemente a una gamba. Solamente il pronto intervento dei compagni di battuta ha fatto sì che una perdita cospiuca di sangue non lo portasse alla morte. Il cinghiale ferito ha poi letteralmente squarciato due cani che lo accerchiavano... Leggi tutto alla fonte: www.saturnonotizie.it


Read 2 Comments... >>
 

Cinghiale di 80 kg aggredisce a sorpresa un cacciatore a Monterosso Grana (CN)

E-mail Stampa PDF

Monterosso Grana (CN). Silvio Garnerone, 58 anni, autista in pensione di Pradleves con la passione per la caccia, è ricoverato in questi giorni all'Ospedale "Santa Croce" di Cuneo a causa delle profonde ferite riportate durante l'aggressione di un cinghiale maschio di 80 kg.

I fatti si sono svolti mercoledì 2 novembre, intorno alle ore 12.00. Dopo aver fatto fuoco due volte sull'animale con la sua doppietta calibro 12, Garnerone ha avvisato via radio i suoi compagni di squadra, per poi scendere con il cane lungo un ripido pendio e farsi strada in un fitto sottobosco di roveti.

Il cinghiale è saltato fuori all'improvviso da un nascondiglio dietro a un cespuglio, colpendolo all'addome con violenza. Dopo averlo scaraventato a terra, ha iniziato a martoriare le gambe del cacciatore con le sue lunghe ed affilate zanne. A causa dei morsi agli arti inferiori, Garnerone ha subito ferite profonde tra i 15 ed i 20 centimetri, fratturandosi la tibia sinistra... Leggi tutto alla fonte:
www.granda.net


Read 0 Comments... >>
 

La rivolta dei lettori: “No all’abbattimento dei cinghiali”

E-mail Stampa PDF

di Elisabetta Paladini - LECCE: Nelle ultime ore molti dei nostri lettori ci hanno contattato in quanto allarmati da un servizio andato in onda su Telerama e postato su YouTube lo scorso 31 ottobre. Il motivo? Un contadino e allevatore si lamenta dei cinghiali che circolano nella zona, e a causa dei quali la sua azienda ha dovuto chiudere. E ora, stando a quanto segnalato dai cittadini, starebbe proponendo agli enti competenti l’ABBATTIMENTO DI MASSA degli animali.(...Leggi tutto alla fonte: http://lecce.ilquotidianoitaliano.it)

Se la femmina dominante viene uccisa, il gruppo si disperde, gli animali senza guida irrompono nei campi, tutte le femmine diventano feconde più volte nell’anno e si riproducono in modo incontrollato. Norbert Happ, noto conoscitore tedesco dei cinghiali, pur essendo cacciatore egli stesso, ammette: L’aumentata riproduzione è causata dall’uomo. Della moltiplicazione esplosiva dei cinghiali sono dunque responsabili gli stessi cacciatori: Relazioni sociali disordinate con estri non coordinati e moltiplicazione incontrollata sono da imputare esclusivamente all’esercizio della caccia, scrive Happ nella rivista venatoria “Wild und Hund” (23/2002). Ennesima dimostrazione del fatto che la caccia non risolve alcun problema ecologico, anzi ne crea!”, si legge sul sito agireora.org



Read 0 Comments... >>
 

Enpa: il macello della fauna selvatica prosegue

E-mail Stampa PDF

Comincia domani la seconda fase della “macellazione” dei daini nella provincia di Savona; dei 524 capi censiti (114 nella zona litoranea di Levante, e 410 in quella di Ponente, soprattutto sulle alture di Vado) i cosiddetti selecontrollori ne potranno uccidere ben 226 esemplari

I colpi di fucile continueranno, con l’aggiunta a gennaio delle femmine e dei piccoli di capriolo, fino al 15 marzo 2012; essi spaventeranno decine di altre specie animali alle prese, da febbraio, con la stagione riproduttiva e la successiva cura ed accrescimento dei piccoli; precise norme di legge europee vietano la caccia durante questa fondamentale fase del ciclo biologico... LEGGI TUTTO ALLA FONTE: www.savonanews.it


Read 0 Comments... >>
 


Pagina 2 di 8
Banner