Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

DOSSIER AVC 2013-2014 - FOCUS: ETA' RESPONSABILI INCIDENTI e COMPARAZIONI ANNI

E-mail Stampa PDF

*la pubblicazione dei testi e dei dati raccolti dall'Associazione Vittime della caccia, implica obbigatoriamente la citazione della fonte stessa. Grazie - ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA -

Copyright © Associazione Vittime della Caccia


 

DOSSIER VITTIME CACCIA 2013/2014

VITTIME PER ARMI DA CACCIA

ETA' dei RESPONSABILI di INCIDENTI e COMPARAZIONI PRECEDENTI ANNI

 

Periodo di osservazione: L'arco della stagione venatoria conclusa (meno di 5 mesi), dal 1 settembre 2013 al 30 gennaio 2014, ovvero 60 giorni effettivi disponibili per ogni cacciatore in questa stagione.

I dati qui raccolti ed elaboratii costituiscono una PANORAMICA PARZIALE sul fenomeno vittime per armi da caccia, in quanto scaturiscono da rassegne stampa intercettate occasionalmente.

a seguire

- OSSERVATORIO SULL'ETA' DEI CACCIATORI RESPONSABILI CASI CON VITTIME PER ARMI DA CACCIA

- DATI SULL'ETA' DALLA SEZIONE "STORIE DI ORDINARIA FOLLIA"

- DATI UNITI SU FASCE D'ETA' MAGGIORMENTE SOGGETTE AZIONI OFFENSIVE CON ARMI DA CACCIA

- FASCE D'ETA' MAGGIORMENTE SOGGETTE ALL'INCAUTO MANEGGIO DELLE ARMI

- COMPARAZIONE SULL'ETA' RESPONSABILI INCIDENTI COI DATI PRECEDENTI STAGIONI

 

DOSSIER VITTIME DELLA CACCIA - STAG. 2013-2014 – FOCUS: ETA' RESPONSABILI INCIDENTI

-oOo-

OSSERVATORIO SULL'ETA' DEI CACCIATORI CHE SI SONO RESI RESPONSABILI DI CASI CON VITTIME PER ARMI DA CACCIA


Si confermano come più accentuate le fasce di età comprese tra i 51/60 e i 61/70, per questa stagione appena conclusa, dei responsabili di incidenti durante le battute.

La fascia di età 31/40 anni continua a risaltare confermando ancora un elevato punto di criticità in termini di responsabilità ed attenzione.

-o-

DATI ESTRAPOLATI SULL'ETA' ANCHE DALLA SEZIONE "STORIE DI ORDINARIA FOLLIA"

--->>>VAI A STORIE DI ORDINARIA FOLLIA - RASSEGNE STAMPA

La fascia di età compresa tra i 71/80 anni è quella più interessata da tutti quegli accadimenti scaturiti da disagi psichici, senilità, dinamiche familiari, contrasti di vicinato, ecc; mentre i più giovani (31/50) esprimono le loro conflittualità in dinamiche passionali, conflitti familiari o per ritorsioni - con la disponibilità certa dell'arma.

-o-

 

QUESTI DATI UNITI DANNO UN QUADRO ABBASTANZA CHIARO SULLE FASCE D'ETA' MAGGIORMENTE SOGGETTE AD AZIONI OFFENSIVE CON ARMI DA CACCIA


Il grafico sopra è l'accorpamento dei dati sull'età dei responsabili d'incidenti in ambito venatorio, extravenatorio e dei dati scaturiti dalle "Storie di ordinanria follia", in cui le conseguenze di certi comportamenti irresponsabili non arrivano a tragici epiloghi per fattori non dipendenti dal detentore dell'arma. Petanto, il grafico rappresentativo del totale può costituire una realistica fotografia delle fasce di età maggiormente critiche.

-o-

 

FASCE D'ETA' MAGGIORMENTE SOGGETTE ALL'INCAUTO MANEGGIO DELLE ARMI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Forse troppa spavalderia e sicurezza di sé tra i 30/50 anni, troppa abitudine invece nel maneggiare armi nella fascia d'età tra i 60 e gli 80 anni, tanto da dimenticare l'arma carica, come nella maggior parte dei casi accade.

 

-o-

 

COMPARAZIONE SULL'ETA' DEI RESPONSABILI DI INCIDENTI CON I DATI DELLE PRECEDENTI STAGIONI


Ad ogni stagione venatoria e alla conseguente raccolta di dati che l'Associazione Vittime della caccia effettua, il campione in esame diventa sempre più ampio, evidenziando interessanti aspetti legati alla sicurezza, all'uso e alla detenzione delle armi da caccia. La scorsa stagione venatoria 2012/2013 aveva fatto registrare impennate più preoccupanti del solito nella fascia più giovanile (18/30) quali responsabili di numerosi incidenti o azioni lesive a mano armata. Probabilmente, questo insolito aumento di casi nella fascia più giovane corrisponde all'incremento di nuovi iscritti, ovvero il ricambio generazionale tanto auspicato dal mondo venatorio. Purtroppo però, le nuove leve hanno dimostrato tutta la loro perniciosità ed imperizia, facendo registrare casi di intemperanza ed aggressività contro terzi. In questa stagione conclusa il numero dei giovani rei di incidenti è però diminuito notevolmente, dato però che nel campione più ampio - con i dati delle altre stagioni - non trova purtroppo conferma. Sempre rispetto alla scorsa stagione venatoria, questa appena conclusa ha invece registrato un dato interessante riguardo alla fascia di età 81/90 con una diminuzione dei casi registrati, si suppone per l'intensificarsi dei controlli domiciliari delle armi e una crescente - ma non certo sufficiente - attenzione e sensibilità al problema senilità-armi.

-oOo-

DOSSIER VITTIME DELLA CACCIA - STAG. 2013-2014 – FOCUS: ETA' RESPONSABILI INCIDENTI

*la pubblicazione dei testi, dei dati raccolti ed elaborati dall'Associazione Vittime della caccia, implica obbigatoriamente la citazione della fonte stessa. Grazie


Copyright©2014 Associazione Vittime della Caccia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner