Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

VITTIME di CACCIA- Rass. Stampa 2009-2010 - Dicembre 2009

E-mail Stampa PDF
Indice
VITTIME di CACCIA- Rass. Stampa 2009-2010
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Tutte le pagine

 

---o—O—o---

DICEMBRE

---o—O—o---

02.12.2009
1 FERITO CACC. - AMB.VENAT. – MUNIZ.SPEZZATA - AVELLINO
Colpi di fucile all'addome, è incidente di caccia
Si è trattato di un incidente di caccia. Gli agenti della squadra mobile della Questura di Avellino, diretti dal
dottore Pasquale Picone, hanno fatto luce sul ferimento di Ettore D'Onofrio, 24enne di Altavilla Irpina giunto in
gravi condizioni al pronto soccorso dell'ospedale Moscati di Avellino questa mattina. Il giovane è stato ferito
all'addome e alla gamba da un colpo di fucile mentre era impegnato insieme ad un gruppo di amici in una
battuta di caccia alla lepre nei boschi intorno ad Altavilla Irpina. A quanto pare ad uno dei suoi compagni, un
43enne, è scivolata l'arma: una volta a terra è partito il colpo che lo ha attinto in due punti del corpo. D'Onofrio
è stato soccorso dagli stessi amici che hanno chiesto l'intervento della centrale operativa. Lo hanno portato a
spalla fuori dai boschi e nel punto stradale concordato con i sanitari del 118. Un'ambulanza lo ha prelevato e
trasportato d'urgenza in ospedale dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Il ragazzo è in
coma farmacologico. La prognosi è riservata. L'amico 43enne è stato denunciato a piede libero per lesioni
colpose gravi.
http://www.irpiniaoggi.it/index.php?option=com_content&task=view&id=27754&Itemid=3

---o—O—o---

05.12.2009
1 MORTO CACC. - AMB.VENAT. - MUNIZ. UNICA - AREZZO
Incidente di caccia: 53enne muore durante una battuta al cinghiale
È stato ucciso da un colpo di fucile alla tempia probabilmente esploso da un suo compagno di caccia, Amintore
Milanini, il cacciatore di 53 anni rimasto vittima questa mattina del tragico incidente.
La disgrazia è accaduta nei boschi di Caprese Michelangelo mentre era in corso una battuta di caccia al
cinghiale.
Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 ai quali non è stato possibile fare altro che constatare il decesso.
Adesso i carabinieri della locale stazione hanno avviato le indagini per ricostruire la dinamica dell’incidente.
Milanini era conosciutissimo per aver svolto attività di volontariato nel paese dell’alta valtiberina. Dipendente
comunale, lascia la moglie e tre figli.
La notizia della tragedia ha fatto velocemente il giro della comunità sconvolgendo quanti lo hanno conosciuto e
stimato. La salma è stata composta all’ospedale di San Sepolcro.
http://www.arezzonotizie.it/index.php?option=com_content&task=view&id=70612&Itemid=2

---o—O—o---

05.12.2009
1 FERITO CACC. - AMB.VENAT. - MUNIZ. UNICA - URBINO
Cacciatore cade e si spara ad un braccio
Protagonista della vicenda un cacciatore di cinghiali di 45 anni, residente a Piandimeleto. Era uscito per una
battuta insieme ad alcuni amici
Pesaro, 5 dicembre 2009 - Si è ferito in un incidente di caccia nei boschi di Paganica di Urbino. Protagonista
della vicenda un cacciatore di cinghiali di 45 anni, residente a Piandimeleto. Era uscito per una battuta insieme
ad alcuni amici.
Quando ha perso l’equilibrio ed è caduto: dal suo fucile è partito un colpo che l’ha colpito ad un braccio,
procurandogli lesioni giudicate guaribili una ventina di giorni. A soccorrerlo e accompagnarlo all’ambulanza
sono stati i compagni. Ora è ricoverato in ospedale a Urbino.
http://ilrestodelcarlino.ilsole24ore.com/pesaro/cronaca/2009/12/05/268334-cacciatore_cade.shtml

---o—O—o---

08.12.2009
1 MORTO CACC.- AMB.VENAT. - MUNIZ. UNICA - PERUGIA
UMBERTIDE : INCIDENTE MORTALE DI CACCIA
Perde la vita un pensionato di Pierantonio. Tragica battuta di caccia nelle campagne di Pierantonio. Un uomo di
69 anni, della zona, è stato raggiunto al torace da un colpo di fucile sparato da un altro cacciatore, durante una
battuta al cinghiale. L'incidente si è verificato intorno alle ore 10,30. Il pensionato è morto sul colpo. Inutili tutti
i soccorsi. In stato di shock il cacciatore dal cui fucile è stato esploso il colpo mortale. Si tratta di un uomo di 58
anni originario della provincia di Ancona.
http://www.terninrete.it/headlines/articolo_view.asp?ARTICOLO_ID=208732

---o—O—o---

10.12.2009
1 MORTO CACC.- AMB.VENAT.IN AREA PROTETTA - MUNIZ. UNICA – ROMA
ROCCA PRIORA, UCCISO DA COLPO FUCILE DURANTE CACCIA:MUORE 55ENNE a causa di un
colpo di arma da fuoco, intorno alle 15 durante una battuta di caccia nelle campagne di Rocca Priora. Sulla
vicenda indagano i carabinieri di Frascati. A quanto si apprende, gli investigatori al momento ritengono che si
sia trattato di un incidente e stanno accertando da quale fucile sia partito il colpo. Da una primissima
ricostruzione sembrerebbe che il colpo sia stato sparato da un componente del suo stesso gruppo di caccia.
(omniroma.it)
http://roma.repubblica.it/dettaglio-news/roma-17:27/26388
+
Uccide uomo in incidente di caccia poi tenta di nascondere il fucile
Rocca Priora, tragedia durante una battuta:
entrambi gli uomini erano privi di licenza venatoria
ROMA - Ha 60 anni ed è di Velletri l'uomo che giovedì, nel corso di una battuta di caccia, ha ucciso, per un
colpo di fucile partito in modo accidentale, un altro cacciatore di 55 anni nelle campagne di Rocca Priora, a
pochi chilometri da Roma. È quanto hanno accertato i carabinieri del nucleo investigativo di Frascati che lo
hanno arrestato per omicidio colposo e omissione di soccorso.
I carabinieri hanno appurato che il cacciatore ha tentato di nascondere il suo fucile, detenuto regolarmente, e
quello della vittima. Entrambi non avevano licenza per svolgere attività venatoria. Inoltre la zona nella quale si
trovavano è un'area protetta. Una terza persona, un uomo di 46 anni sempre di Velletri, presente alla battuta di
caccia, è stato denunciato in stato di libertà per omissione di soccorso.
http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/09_dicembre_11/incidente_caccia_morto_arresto-
1602138821183.shtml

---o—O—o---

12.12.2009
1 MORTO CACC.- AMB.VENAT. - FORLI'
la Repubblica.it
La vittima, Paolo Braschi, 42 anni, è stata colpita al collo e al volto.
ed è morta sul colpo. L'uccisore lo aveva scambiato per una preda. Partecipa ad una caccia alla volpe. uccide un
altro cacciatore
BERTINORO - Incidente mortale di caccia questa mattina nei pressi di Polenta, frazione di Bertinoro (Forlì-
Cesena). Paolo Braschi di 42 anni residente a Bertinoro, è stato ucciso intorno alle 8 e 30 da due colpi di fucile
esplosi da un altro cacciatore, un cesenate di 52 anni. La vittima, che era a poche decine di metri di distanza da
chi gli ha sparato, è stata colpita al volto e al collo ed è morta in pochissimo tempo. Quando sono arrivati i
soccorritori del 118 era già senza vita.
A quanto pare, il cacciatore che ha sparato era impegnato in un battuta di caccia alla volpe con altri tre amici,
mentre la vittima era sola. Braschi era in fondo ad un ripido canalone, ricco di arbusti e alberi, mentre gli altri
quattro, divisi in due gruppi, si aggiravano sulle due sponde, dopo aver notato un paio di volpi in movimento.
Braschi nel muoversi dovrebbe aver attirato l'attenzione di uno dei quattro che, pensando di avere di fronte a sè
una volpe, ha esploso in rapidissima successione i due colpi mortali. Per recuperare il corpo del cacciatore, a
causa della zona impervia, è stato necessario l'intervento di un elicottero dei vigili del fuoco decollato da
Bologna.
http://www.repubblica.it/2009/12/sezioni/cronaca/caccia-volpe-ucciso-cacciator/caccia-volpe-uccisocacciator/
caccia-volpe-ucciso-cacciator.html

---o—O—o---

12.12.2009
1 FERITO CACC. - AMB.VENAT. – MUNIZ.UNICA - PISA
Sabato scorso 12 Dicembre c'è stato un grave incidente di caccia durante la battuta al cinghiale della squadra
dell'ATC di Fauglia. Uno dei partecipanti è stato gravemente ferito, da un colpo sparato da un collega (Busti,
Acciaiolo), appena sopra il ginocchio subendo l'asportazione traumatica di una sezione del femore. Mi
aspettavo di vedere pubblicata tale notizia, ma sia i GR regionali che la stampa locale hanno evidentemente
ritenuto poco spettacolare l'accaduto.
G.V.

---o—O—o---

17.12.2009
1 FERITO CACC..- AMB.VENAT. - MUNIZ. SPEZZATA - FIRENZE
Spara a un fagiano colpisce un collega
Due vigili a caccia. Uno dei due per errore colpisce con una fucilata l'altro. Operato a Careggi per scongiurare il
rischio di perdere un occhio
Firenze, 17 dicembre 2009 - I due cacciatori stavano partecipando a una battuta nei pressi di un'azienda agricola
di Pontassieve quando è avvenuto l'incidente. Uno dei due ha sparato una fucilata ad un fagiano ma per cause
ancora ad accertare ha centrato in pieno volto l'amico e collega.
Il cacciatore ferito, un vigile urbano del Comune di Firenze di 44 anni, è ora ricoverato a Careggi dove è stato
sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per scongiurare il rischio della perdita di un occhio. A sparare un
collega, il piu' anziano dei due, 52 anni. Dopo aver ricostruito l'accaduto, i carabinieri hanno denunciato il vigile
per lesioni personali colpose.
http://lanazione.ilsole24ore.com/firenze/cronaca/2009/12/17/272278-spara_fagiano_colpisce.shtml

---o—O—o---

18.12.2009
1 FERITO CACC. - AMB.VENAT. - ENNA
Ferito da un amico durante una battuta di caccia
Un giovane cacciatore di Piazza Armerina, Milazzo Emanuele , di anni 29, verso le ore 11,00 odierne, nel corso
di una battuta di caccia effettuata con altri due amici in località Giardinazzo, ai confini tra Piazza Armerina ed
Aidone, è rimasto seriamente ferito alla spalla destra da un colpo di fucile esploso accidentalmente da un suo
amico.
Subito dopo il fatto il Milazzo è stato immediatamente soccorso dallo stesso amico che aveva esploso il colpo di
fucile e da un altro compagno della battuta di caccia e trasportato dagli stessi presso il Pronto Soccorso
dell’Ospedale di Piazza Armerina. Dopo aver ricevuto le prime cure è stato immediatamente sottoposto ad
intervento chirurgico, al termine del quale, anche se dichiarato non in pericolo di vita, ne è stato disposto il suo
trasferimento presso l’Ospedale Civico di Palermo. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Piazza
Armerina, agli ordini del Mar. Aiutante DE NARDO intervenuti a seguito dell’arrivo del Milazzo in Ospedale,
hanno immediatamente avviato le indagini di competenza, interrogando la persona che aveva esploso il colpo di
fucile, altri testimoni alla vicenda e ponendo sotto sequestro l’arma con la quale è stato esploso il colpo ed il
relativo munizionamento. Nei confronti della persona resasi responsabile del fatto, anche se in maniera
accidentale, tale S.S. di anni 29 di Piazza Armerina, , si procede per il reato di lesioni colpose personali gravi.
Dei fatti è stato data immediata notizia al Magistrato di Turno della Procura della Repubblica di Enna.
http://www.enzograssia.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1797&Itemid=351

---o—O—o---

19.12.2009
#1 MORTO GENTE COMUNE (MINORE:14ENNE)- AMB.VENAT. – LECCO
Lecco, cacciatore di 14 di anni muore per un colpo accidentale
A dare l'allarme è stato il ritorno solitario del cane, insolitamente agitato
Un ragazzo di soli 14 anni è morto per un colpo di fucile, vittima di quello che viene descritto come un
incidente di caccia avvenuto nei boschi sopra l'abitato di Olginate, centro della provincia di Lecco. Il giovane,
residente in paese, in base a una prima ricostruzione dell'accaduto avrebbe imbracciato il fucile per andare nei
boschi. Lì sarebbe rimasto vittima di un incidente, forse a causa di una caduta, complice la nevicata in tutta la
zona con rigide temperature che hanno generato una patina di ghiaccio.
A dare l'allarme è stato il ritorno solitario del cane, insolitamente agitato. L'adolescente, cercato prima in paese e
poi nei boschi, è stato trovato esanime da un famigliare che lo ha poi trasportato a valle, fino a una zona
raggiungibile dalle ambulanze. Nonostante i disperati tentativi dei medici, il quattordicenne è morto. Sono in
corso indagini per stabilire l'esatta dinamica e la causa dell'accaduto.
(19 dicembre 2009)
http://milano.repubblica.it/dettaglio/Un-colpo-accidentaleuccide-baby-cacciatore/1809339
+
(ANSA) - LECCO, 20 DIC - E' stato denunciato a piede libero il nonno del ragazzo morto ieri durante una
30
Il presente documento o parte di esso è liberamente utilizzabile citandone la fonte:
ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA
Web: www.vittimedellacaccia.org - E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. [Digitare il testo]Pagina 30
battuta di caccia nei boschi sulle colline di Lecco.
Il ragazzino,di Olginate (Lecco),aveva imbracciato il fucile calibro 28 di un familiare, rimanendo poi vittima di
una probabile caduta, complice la neve, durante la quale e' partito il colpo fatale che lo ha centrato al volto.
L'uomo, 80enne, e' stato denunciato per omessa custodia e possesso illegale di armi.Il ragazzo domani avrebbe
compiuto 15 anni.

---o—O—o---

19.12.2009
#1 FERITO GENTE COMUNE –(DONNA OPERAIA IN UNA SERRA) – AMB.VENATORIO - SALERNO
Spara alla preda, ferisce operaia
Capaccio. Stava lavorando sotto una serra di un’azienda agricola, quando è stata raggiunta all’inguine da un
colpo di fucile, esploso da un cacciatore. Per fortuna la vittima è stata colpita solo di striscio. Per la lesione
riportata i sanitari le hanno diagnosticato una prognosi di cinque giorni. L’incidente di caccia si è verificato
sabato pomeriggio, nella contrada Gromola, a Capaccio. • Vittima un’operaia rumena trentacinquenne. Sulla
vicenda le indagini sono condotte dai carabinieri di Capaccio, agli ordini del tenente Raffaele Annicchiarico. La
denuncia per lesioni personali è stata notificata al cacciatore, un 31enne del posto: l’uomo ha detto che si è
trattato di un colpo accidentale, e che non aveva nessuna intenzione di colpire la straniera. • Il fatto è avvenuto
poco prima delle 17 nella borgata agricola di Gromola. Il trentunenne stava effettuando una battuta di caccia
quando ha colpito la straniera che, insieme con altre donne, stava lavorando sotto una serra presso un’azienda
agricola. Prima il fragoroso rumore di uno sparo, poi la donna si è accasciata al suolo. Le altre donne si sono
subito avvicinato alla 35enne, non immaginando mai che la collega fosse stata colpita da un colpo di fucile. La
rumena è stata trasportata in casa e medicata dalle altre operaie che, nel contempo, hanno allertato i carabinieri.
Secondo le dichiarazioni di un testimone il cacciatore ha puntato il fucile, un Benelli calibro 12, e ha sparato
probabilmente dopo aver individuato una preda. Effettuate le necessarie indagini il cacciatore è stato
identificato: l’uomo ai militari ha detto che si è trattato di un incidente di caccia. Nei suoi confronti è scattata
una denuncia per lesioni personali. Nel corso della perquisizione nella sua abitazione sono stati rinvenuti 11
colpi calibro 12 che, unitamente al fucile, sono stati sequestrati. Il 31enne era in possesso di una regolare
autorizzazione di porto d’armi per uso caccia che gli è stata momentaneamente revocata dall’autoritá giudiziaria.
http://www.abolizionecaccia.it/notizie/cronache-quotidiane/dettaglio-cronacaquotidiana/?
tx_ttnews%5Btt_news%5D=2688&tx_ttnews%5BbackPid%5D=1&cHash=146d4dbb04

---o—O—o---

22.12.2009
1 FERITO CACC. - AMB.VENAT – MUNIZ.UNICA - AVELLINO
Un altro incidente di caccia, ferito un 40enne
Un'errata manovra ed è partito un colpo che lo ha ferito di striscio ad un dito del piede. L'incidente di caccia si è
verificato nei boschi tra Avellino e Pratola Serra. Ne ha fatto le spese un 40enne originario proprio di Pratola.
L'uomo è stato soccorso dai compagni di battuta e trasportato all'ospedale Moscati di Avellino. Sull'episodio
indagano gli agenti della Questura di Avellino che dopo alcuni risconti sul posto e dopo aver raccolto le
testimonianze degli altri cacciatori hanno ricostruito i fatti. Tutto lascia pensare che si sia trattato effettivamente
di un incidente. Il 40enne è tuttora ricoverato: è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico, ma ha
perso il dito. Ne avrà per diversi giorni. Agli inizi di dicembre in un altro incidente di caccia rimase gravemente
ferito un 24enne di Altavilla Irpina che fu attinto da una fucilata all'addome e alla gamba.
http://www.irpiniaoggi.it/index.php/cronaca/2-cronaca/29414-un-altro-incidente-di-caccia-ferito-un-40enne

---o—O—o---

27.12.2009
2 FERITI CACC. AMB.VENATORIO –MUNIZ. UNICA - PISTOIA E LIVORNO
Pescia
Incidente di caccia, l'amico spara per errore a un 66enne. Gamba amputata
Il pensionato è stato colpito per errore da una fucilata in un bosco sull'appennino pistoiese. Stava effettuando
una battuta al cinghiale. Altro caso a Campiglia Marittima

27/12/2009
Un pensionato di 66 anni, cacciatore, è stato colpito da una fucilata sparata per errore da un suo compagno di
battuta ed è finito in ospedale dove i medici hanno dovuto amputargli la gamba sotto al ginocchio. E' successo
stamattina in un bosco in località Colletto dei Preti tra Crespole e Lanciole nel comune di Piteglio.
I cinque amici, tutti di Pescia, stavano effettuando una battuta di caccia al cinghiale quando dal fucile di uno dei
cinque è partito accidentalmente un colpo che ha raggiunto F.N., 66 anni, a una gamba. Subito è stato dato
l'allarme ma i soccorsi hanno faticato non poco a raggiungere la zona dell'incidente.
I vigili del fuoco, arrivati insieme all'auto medica del 118 hanno tagliato alcuni alberi in modo da creare una
piazzola dove poter fare atterrare l'elicottero del 118 che comunque ha effettuato il trasbordo del ferito con i
verricelli per motivi di sicurezza. Il pensionato aveva perso parecchio sangue per la profonda ferita del
pallettone: trasferito al Cto, i chirurghi non hanno potuto far altro che amputargli la gamba.
Dopo il cacciatore di Pescia colpito da un compagno di battuta nel pistoiese, è rimasto ferito anche un altro
cacciatore nel Livornese colpito alle gambe da una fucilata di un compagno.
M.N., 78 anni di San Vincenzo, stava effettuando una battuta nella macchia di Campiglia Marittima quando è
stato colpito alle gambe da un altro cacciatore. Soccorso dai volontari del 118, il cacciatore è stato trasportato al
pronto soccorso di Piombino. Le sue condizioni non destano preoccupazione. Sul posto sono intervenuti anche
gli uomini della polizia municipale di San Vincenzo e i carabinieri.
Fonte: ANSA
http://www.gonews.it/articolo_46125_Incidente-caccia-lamico-spara-errore-66enne-Gamba-amputata.html

---o—O—o---

28.12.2009
1 FERITO CACC.- AMB.VENAT. - MUNIZ. SPEZZATA - FOGGIA
Ferito al volto accidentalmente durante una battuta di caccia
• CANDELA. Un cacciatore di 73 anni di Candela è stato ricoverato ieri mattina in ospedale a Foggia, dopo
essere stato ferito accidentalmente al volto da alcuni pallini esplosi nel corso di una battuta di caccia alle porte
del piccolo centro del Subappennino. I medici del nosocomio foggiano l’hanno giudicato guaribile in una decina
di giorni, disponendo però il ricovero in reparto perchè un pallino ha colpito l’occhio sinistro. Gli investigatori
stanno ricostruendo la dinamica dell’incidente, avvenuto in località «San Gennaro».
Secondo una prima sommaria ricostruzione dei fatti, un gruppo di amici cacciatori ieri mattina si è ritrovato
per una battuta nelle campagne circostanti il paese. L’anziano pare fosse dietro un cespuglio quando un colpo
di fucile, caricato a pallini, esploso da un altro dei cacciatori l’ha colpito al volto. Sono stati gli stessi amici del
ferito a prestare i primi soccorsi e dare l’allar me: l’uomo è stato trasferito al pronto soccorso degli ospedali
riuniti foggiani con un’ambulanza del «118».
http://edicola.lagazzettadelmezzogiorno.it/olive/ode/GDM/LandingPage/LandingPage.aspx?href=R0RNLzIwM
DkvMTIvMjQ.&pageno=MTM4&entity=QXIxMzgwNQ..&view=ZW50aXR5

---o—O—o---

28.12.2009
1 MORTO CACC. - AMB.VENAT. - MUNIZ. UNICA - GROSSETO
Incidente di caccia: uomo muore tra le braccia del figlio
La tragedia è avvenuta nella campagna di Cinigiano e i soccorsi portati con l'elicottero del 118 sono stati
purtroppo vani. Il cacciatore ha perso la vita colpito da un pallettone sparato da un fucile
Cinigiano (Grosseto), 28 dicembre 2009 - Si trovava ad una battuta di caccia al cinghiale, quando un colpo di
fucile l'ha ferito all'addome ed è morto dissanguato. Alessandro Sassetti, 61 anni, residente a Cinigiano, è
spirato così tra le braccia del figlio e a nulla sono purtroppo valsi i soccorsi portati con l'elicottero del 118. La
tragedia è avvenuta questa mattina nella campagna di Cinigiano, in un appezzamento di terreno ben conosciuto
dalla vittima e dal gruppo di cacciatori che era con lui, e a sparare è stato un compagno di squadra.
Stando alle prime ricostruzioni, il colpo di fucile è stato esploso da un'arma calibro 12 caricata con pallettoni e
avrebbe colpito la vittima all'aorta addominale. I carabinieri hanno avviato le indagini per chiarirne le dinamiche
e sul posto è giunto anche il magistrato d'urgenza della Procura di Grosseto. Il fucile da cui è partito il colpo
mortale è stato sequestrato.
In meno di 24 ore in Toscana questo è il terzo, grave, incidente di caccia: ieri un cacciatore di 65 anni di
32
Il presente documento o parte di esso è liberamente utilizzabile citandone la fonte:
ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA
Web: www.vittimedellacaccia.org - E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. [Digitare il testo]Pagina 32
Montecatini è stato colpito per sbaglio da un compagno, incidente che gli ha causato l'amputazione di una
gamba; nel livornese un altro cacciatore una fucilata di un compagno impegnato nella stessa battuta lo ha ferito
alle gambe.
http://lanazione.ilsole24ore.com/grosseto/cronaca/2009/12/28/275078-incidente_caccia_uomo.shtml



 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner