Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Deroghe

CACCIA: LA COMMISSIONE UE ALLE REGIONI ITALIANE, SEGUIRE I PARERI ISPRA

E-mail Stampa PDF

CACCIA: LA COMMISSIONE UE ALLE REGIONI ITALIANE, SEGUIRE I PARERI ISPRA

(AGENPARL) - Roma, 24 ott - “Per Bruxelles i pareri dell’ISPRA in materia di caccia vanno considerati vincolanti, anche per evitare nuove condanne della Corte di giustizia. Le Regioni si adeguino subito”. Lo afferma la LIPU-BirdLife Italia rendendo nota una lettera trasmessa nei giorni scorsi dalla Commissione europea all’Italia... Leggi tutto alla fonte: www.agenparl.it


Read 0 Comments... >>
 

Il Tar conferma il blocco della caccia in deroga

E-mail Stampa PDF

Comunicato stampa LAC del 19 ottobre 2011

Il Tar conferma il blocco della caccia in deroga

Il Tar del Veneto ha confermato lo stop alla caccia in deroga fino al 3 novembre.

Andrea Zanoni (Lac): “E' una grande vittoria. Altri 17 giorni di tregua durante periodo migratorio. Andiamo verso il funerale della caccia in deroga”

Oggi il Tar del Veneto, esaminando il ricorso presentato dalla Lega per l'abolizione della caccia e su richiesta del rappresentante legale dei cacciatori, ha deciso di rimandare la sentenza sulla caccia in deroga al 3 novembre. Di conseguenza la sospensione della caccia in deroga in Veneto viene prorogata fino a questa data. “Si tratta di una notizia eccezionale che consente altri 17 giorni di tregua agli uccelli nel picco del periodo migratorio. A prescindere dalla decisione del 3 novembre, siamo riusciti ad evitare un terribile massacro permettendo alla maggior parte degli uccelli di attraversare incolumi i nostri cieli”, è il commento di Andrea Zanoni, Eurodeputato IdV e Presidente della LAC Veneto.

“I cacciatori non sanno più che pesci pigliare”, attacca Zanoni, “tant'è che loro stessi arrivano a temporeggiare nel momento in cui passa nei nostri cieli il maggior numero di fringuelli e pispole”. “La verità e che non hanno più argomenti a sostegno di una caccia in deroga in violazione della normativa comunitaria Uccelli. Stiamo andando verso il funerale della caccia in deroga”, continua Zanoni.

“Il lavoro che sto facendo anche in Europa, con le mie interrogazioni alla Commissione europea, sta dando i suoi frutti”. Zanoni ricorda che in un incontro che ha tenuto a Bruxelles lo scorso 13 ottobre con un rappresentante del gabinetto del Commissario Ue all'Ambiente Janez Potocnik per parlare della caccia in deroga in Veneto e Lombardia, la Commissione ha confermato che “Bruxelles sta seguendo da vicino il caso e che è decisa a portare il procedimento fino in fondo” contro le violazioni italiane.

Il 5 ottobre il Presidente del Tar Veneto, con decreto n° 810/2011, aveva sospeso la delibera regionale n° 1506 sulla caccia in deroga a specie protette accogliendo così il ricorso della LAC. Dopo il rinvio di oggi, la delibera approvata il 20 settembre scorso dalla Giunta Zaia resta sospesa fino al 3 novembre, quando il collegio del Tar si riunirà per prendere una decisione finale.

LAC - Lega per l'abolizione della caccia -Veneto

 


Read 0 Comments... >>
 

Caccia, così Formigoni e Zaia ignorano l’Europa

E-mail Stampa PDF

Andrea Zanoni. "L’Italia rischia una multa salatissima per la legislazione a favore delle doppiette di Veneto e Lombardia. Ma a pagare saranno tutti i cittadini".

"La caccia in deroga rischia di costare caro all’Italia. Da anni alcune regioni, in primis Veneto e Lombardia, continuano ad approvare leggi che consentono, in via ordinaria e senza alcuna possibilità di controllo, la caccia in deroga a specie protette. Questi provvedimenti causano la morte di milioni di fringuelli, storni, peppole, pispole e frosoni, nonostante si tratti di specie protette anche dalla Direttiva Ue “Uccelli”. Proprio per questo l’Italia, abituata a camminare sul filo della legalità e il rispetto delle regole rischia di vedersi infliggere una multa salatissima da Bruxelles. La Regione Veneto targata Luca Zaia è stata espressamente riconosciuta responsabile dell’infrazione dello Stato italiano con la sentenza della Corte di Giustizia dell’11 novembre 2010 (Causa C-164/09) per la violazione della Direttiva 2009/147/CE.

Non meno responsabile è Roberto Formigoni, considerato che la Commissione ha aperto la procedura d’infrazione n. 2006/2131, di cui una parte prominente è dedicata al tema della caccia in deroga e che detta procedura è sfociata nel giudizio C-573/08, nel cui ambito è stata dapprima sospesa una precedente legge regionale della Lombardia, e in seguito condannata l’Italia. Quest’anno, come se nulla fosse, le due amministrazioni hanno riapprovato la caccia in deroga, la Regione Veneto con la delibera n.1506 del 20 settembre, la Regione Lombardia con Legge Regionale n. 13 de 4 agosto. Si tratta di uno sprezzante rifiuto non solo di rispettare i periodi particolarmente delicati nella migrazione degli uccelli, ma dell’intera normativa comunitaria e dei richiami sia della Commissione europea che delle più esplicite sentenze della Corte di Giustizia Ue.


Read 0 Comments... >>
Leggi tutto...
 

CACCIA - OLOCAUSTO ORGANIZZATO DALLA REGIONE LOMBARDIA

E-mail Stampa PDF

CACCIA - OLOCAUSTO ORGANIZZATO DALLA REGIONE LOMBARDIA

In provincia di Brescia si sta consumando l'annuale olocausto autorizzato dalla Regione Lombardia.

Il passaggio di fringuelli, pispole, frosoni, tordi e altri sfortunati migratori è entrato nel pieno del flusso proprio in queste ore. Si rende necessario intervenire immediatamente, stamattina all'alba per ostacolare il massacro da parte centinaia di cacciatori in poche decine di metri sul crinale Val Trompino in località Zone (BS).

Sparano in continuazione, il baccano dei fucili è assordante, un vero e proprio campo di battaglia ai danni di individui totalmente inermi. Cadono decine di migliaia di uccelli, incessantemente, per tutto il giorno.


Di seguito un articolo scritto da Andrea Rutigliano due ore fa.

"Mentre salutiamo la caduta della seconda caccia in deroga italiana,
ci tengo a raccontare in due parole che cosa sia stata oggi sul campo la caccia in deroga a Brescia, affinché si rinnovino le nostre energie per la lotta a tutti i livelli contro questo massacro tanto assurdo quanto abominevole. Lo si vedrà prima o poi in video, in quanto se mi sono recato sul Passabocche e sul Colle di San Zeno è stato per riprendere i vagantisti durante il tiro al volo. Per ora due parole, lasciandovi immaginare le scene. Alle 8 si iniziano a sentire gli spari lontani, tantissimi dal passo. I capannisti sparano relativamente poco, alcuni stanno ancora montando le gabbie in fretta e furia. Il cielo é pieno di gruppetti di uccelli. Arrivato sul Passabocche non ci sono cacciatori a parte uno, continuamente passano fringuelli, frosoni, qualche tordela, dei merli, pispole, allodole e lucherini. Gli spari piú numerosi arrivano peró da San Zeno, sul lato del monte Guglielmo, quindi mi dirigo lí con la telecamera in mano. Non saranno i capannisti a fare tanto baccano, ma i vagantisti.


Read 1 Comments... >>
Leggi tutto...
 

LIGURIA - SOSPESA CACCIA IN DEROGA ALLO STORNO

E-mail Stampa PDF

LIGURIA - SOSPESA CACCIA IN DEROGA ALLO STORNO

Anche in Liguria la caccia in deroga è stata sospesa. Il 27 settembre

2011 infatti il Consiglio regionale della Liguria emanava una delibera con cui consentiva la caccia allo storno in deroga alla direttiva comunitaria sulla conservazione degli uccelli selvatici. LAC, LAV, LIPU, VAS e WWF, assistiti dall'avvocato Daniele Granara, ricorrevano al TAR il cui presidente, avvalendosi dei poteri conferitigli dalla legge per i casi di urgenza, emanava il decreto n. 488/2011 del 14 ottobre, depositato in segreteria il 15 ottobre, con cui sospendeva il provvedimento impugnato, fissando la successiva camera di consiglio il 3 novembre prossimo. L'ennesima figuraccia per la Regione Liguria, di cui abbondano i provvedimenti per la caccia in deroga, molti annullati in varie sedi, inclusa la Corte costituzionale, negli ultimni 15 anni.
LAC - Lega Abolizione Caccia, Via Andrea Solari 40, 20144 Milano


Read 0 Comments... >>
 


Pagina 4 di 20
Banner