Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Eventi ed iniziative

Referendum Caccia Piemonte: QUESTO REFERENDUM S'HA DA FARE!!!

E-mail Stampa PDF

COMUNICATO STAMPA ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA

Referendum Caccia Piemonte: QUESTO REFERENDUM S'HA DA FARE !!!

Eludere il diritto dei cittadini a esprimersi nei confronti della caccia, impedire un esercizio di democrazia diretta previsto dalla nostra Costituzione: questo ha deciso la giunta del governatore leghista Cota.

Non c'è motivazione che possa sostenere lo scippo nei confronti del referendum regionale per abrogare alcuni articoli della L.R.70/96.


Dopo 25 anni il Comitato Promotore del Referendum, con l'ultimo pronunciamento del TAR aveva finalmente visto riconosciute le sue richieste, ma proprio un mese prima del 3 giugno, data del referendum, la giunta Cota ha deciso di abrogare la legge regionale stessa, pur di non far pronunciare i piemontesi e di fatto zittendoli.


L' Associazione Vittime della Caccia, che ha aderito al Comitato sarà presente il 3 giugno a Torino per quella che si annuncia come una grande giornata di protesta e di indignazione per quanto accaduto. Intanto sosterrà le prossime azioni legali e penali che il comitato promotore intenderà promuovere nei confronti della giunta Cota.


"Saremo a fianco di tutti coloro, associazioni e cittadini, che manifesteranno tutto il loro disprezzo per la decisione anti democratica assunta dal governatore Cota" dichiara la presidente Daniela Casprini, che aggiunge "appoggeremo con determinazione tutte le iniziative future contro la caccia, consapevoli che a perdere ancora una volta sono stati i cittadini e le regole democratiche: valori evidentemente in contrasto con gli interessi della lobby venatoria.

Invitiamo quindi i Cittadini piemontesi ma anche rappresentanti delle Istituzioni a mobilitarsi per il 3 giugno e a concentrarsi a Torino alle ore 14,30 in Corso Bolzano 30 (a 100 mt da Porta Susa) per far capire che al REFERENDUM NON RINUNCIAMO!", conclude la Presidente dell'Associazione Vittime della caccia.

Ufficio Stampa Associazione Vittime della caccia - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.vittimedellacaccia.org

ASCOLTA L'INTERVISTA AL VICE-PRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA, SU RADIOBAU A QUESTO LINK

IL COMITATO PROMOTORE REFERENDUM SU FACEBOOK A QUESTO LINK


Read 0 Comments... >>
 

CONFERENZA STAMPA Comitato Promotore Referendum caccia Piemonte

E-mail Stampa PDF

Il Comitato Promotore del Referendum indice una

CONFERENZA STAMPA


Venerdì 18 maggio 2012, alle ore 11.30

presso il Centro Studi SERENO REGIS, via Garibaldi 13 a Torino

Dopo l’antidemocratico e liberticida annullamento del referendum piemontese sulla caccia, originariamente previsto per il prossimo 3 giugno, il Comitato referendario indice, per la stessa data, una grande manifestazione nazionale, a difesa non solo della fauna selvatica, ma soprattutto dei diritti costituzionali dei cittadini. Diritti che la Giunta presieduta dal leghista Cota ha ignobilmente calpestato, con un atto vergognoso e inaccettabile in un Paese che si ritiene non solo democratico, ma addirittura civile.

Questa vergogna merita una reazione forte ed univoca da parte di tutte le forze democratiche. Non solo, quindi, le associazioni ambientaliste ed animaliste, ma tutti i movimenti, i partiti e le organizzazioni di vario tipo che credono nella partecipazione popolare alle scelte di governo. In particolare quelle cui appartengono le categorie sociali più svantaggiate, che ovviamente non trarranno alcun beneficio dall’annullamento del referendum come invece ipocritamente dichiarato dai palazzi del potere regionale. Oggi, con la scusa della crisi economica, hanno cancellato una legge pur di impedire un referendum popolare: domani, seguendo la tessa logica, aboliranno anche le elezioni?

Nel corso della conferenza stampa il Comitato del referendum esporrà anche il risultato delle prime valutazioni di carattere legale in merito agli atti compiuti dalla Giunta Regionale: è probabile che nei prossimi giorni verrà presentato un primo esposto al TAR, inerente la mancata ottemperanza da parte della Giunta al precedente Decreto dello stesso TAR, il quale imponeva l’indizione del referendum. Seguirà, con ogni probabilità, un ricorso alla Magistratura ordinaria contro il Decreto di annullamento del referendum. Comitato Referendum caccia in Piemonte

VISITA IL SITO DEL COMITATO PROMOTORE

 

---o-O-o--

Torino, 3 giugno 2012 MANIFESTAZIONE NAZIONALE


Concentramento alle ore 14.30 in Corso Bolzano (pressi stazione Porta Susa)


• Per il ripristino della democrazia e del diritto costituzionale alla partecipazione
• Per la restituzione del Referendum sulla caccia scippato da Cota e Sacchetto
• Contro la strumentalizzazione di ammalati, pensionati, disabili e disoccupati, per una politica che si occupi
realmente di risolvere i problemi dei cittadini
• Per le immediate dimissioni della Giunta Cota, responsabile del furto del Referendum e dello scempio della
legalità democratica!

 

 


Read 0 Comments... >>
 

REFERENDUM CACCIA PIEMONTE-News

E-mail Stampa PDF

REFERENDUM CACCIA IN PIEMONTE

VAI SUL SITO www.referendumcaccia.it


Read 0 Comments... >>
 

REFERENDUM CACCIA PIEMONTE

E-mail Stampa PDF

3 GIUGNO 2012 - REFERENDUM CACCIA IN PIEMONTE

Il Referendum caccia

Percorso giuridico

Storia del referendum

LE RAGIONI DEL SI

 

COME AIUTARE

CONTATTA IL COMITATO PROMOTORE DEL REFERENDUM REGIONALE CONTRO LA CACCIA

LEGGI ANCHE: "Caccia, la fatidica data del 3 giugno. Per l’ambientalismo italiano la data del 3 giugno prossimo ha un carattere fatidico. Potrebbe essere la prima volta che in una regione italiana, il Piemonte, viene, di fatto, abolita la caccia...."


Read 0 Comments... >>
 

Salviamo i rinoceronti! FIRMA LA PETIZIONE

E-mail Stampa PDF

SALVIAMO I RINOCERONTI! FIRMA LA PETIZIONE

La caccia al rinoceronte rischia di farlo estinguere per sempre se non agiremo subito. I numeri sono agghiaccianti: solo in Sud Africa lo scorso anno sono stati uccisi 440 rinoceronti, in forte aumento rispetto a soli 5 anni fa, quando 13 rinoceronti furono uccisi per il loro corno pregiato. I paesi europei potrebbero guidare un nuovo piano mondiale per salvare queste creature incredibili, ma prima hanno bisogno di sentire il nostro appello!

Ad aumentare la spirale di questa mattanza è stato il picco nella richiesta di corni di rinoceronte, usati per millantate cure contro il cancro, malesseri di ogni tipo e amuleti in Cina e in Vietnam. Finora le autorità hanno ignorato le proteste in Sud Africa, ma l’Europa potrebbe mettere fine al massacro in corso chiedendo il divieto del commercio di tutti i prodotti da rinoceronte nel corso del vertice internazionale sul commercio degli animali selvatici a luglio.


Persino gli zoo britannici sono in allarme rosso contro le bande che uccidono i rinoceronti! Solleviamo un grido enorme e chiediamo all’Europa d’introdurre nuove protezioni per salvare i rinoceronti dall’estinzione. Non appena raggiungeremo le 100.000 firme consegneremo la petizione a Bruxelles, il cuore decisionale dell’Ue, accompagnati da una mandria di rinoceronti di cartone. Ogni 50.000 firme aggiungeremo un nuovo rinoceronte alla mandria, raffigurando così la portata enorme del nostro movimento fino a sotto la porta dei delegati europei mentre decidono da che parte stare. Firma la petizione e fai il passaparola con tutti.

CLICCA QUI PER FIRMARE LA PETIZIONE

Ai leader dell'Unione europea:

In qualità di cittadini preoccupati vi chiediamo di premere sui membri della Convenzione internazionale sul commercio delle specie minacciate di estinzione per salvare i rinoceronti sospendendo ora il commercio di tutti i prodotti da esso derivanti. Andrebbero inoltre rafforzate le misure di prevenzione e i paesi consumatori devono rispettare l'impegno per la promozione di campagne di sensibilizzazione. La vostra azione oggi potrebbe mettere fine al bracconaggio sanguinario e salvare per sempre questa specie dall'estinzione.


Read 0 Comments... >>
 

ANIMALI: ROMA, UFFICIO BENESSERE ANIMALE. LETTERA APERTA DELLE ASSOCIAZIONI ALL’ASSESSORE VISCONTI.

E-mail Stampa PDF

COMUNICATO STAMPA

ANIMALI: ROMA, UFFICIO BENESSERE ANIMALE.

LETTERA APERTA DELLE ASSOCIAZIONI ALL’ASSESSORE VISCONTI.

Gentile Assessore,

scriviamo la presente in rappresentanza delle associazioni EARTH, OIPA, CODICIAMBIENTE , PANDA ONLUS , AMICI DEGLI ANIMALI DELLA RAI, ANIMAL WELFARE , AmiCOniglio, GUARDIE ZOOFILE OIPA, ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA.

Abbiamo appreso della Sua volontà di razionalizzare e rendere efficiente il dipartimento di tutela animale che, oramai da anni presentava carenze che tutti noi abbiamo più volte lamentato e posto alla Sua attenzione.

Le nostre associazioni vivono il territorio in maniera concreta e conoscono le problematiche in prima persona attraverso i propri volontari che ogni giorno mettono a disposizione il proprio tempo, la propria energia e le proprie risorse al fine di tutelare il benessere degli animali sia randagi che di proprietà.

Ogni associazione per le proprie peculiari attitudini e finalità statutarie, si occupa da anni della cattura e sterilizzazione dei gatti randagi, della gestione delle colonie feline, di cercare adozioni ai cani abbandonati, di far rispettare le leggi in materia di benessere animale, di fornire supporto legale ai proprietari di animali e di organizzare corsi formativi ed informativi ai cittadini ed ai proprietari di animali.

Un tale bagaglio di esperienza e dedizione è giusto che venga messo a disposizione delle istituzioni e che vada ad arricchire e a supportare il Dipartimento Ambiente di Roma Capitale con la creazione di un Osservatorio. Tale organismo partecipato dalle associazioni che ne fanno richiesta e da un rappresentante istituzionale potrebbe fornire un substrato sul quale far nascere le azioni, anche di tipo normativo  ed i servizi a tutela degli animali della Capitale.

Speriamo in un riscontro positivo per poter quanto prima mettere in campo una fattiva collaborazione in favore degli animali e di tutti quei cittadini che  scelgono di condividere la propria vita con essi.

Cordialmente

EARTH

OIPA

CODICIAMBIENTE

PANDA ONLUS

AMICI DEGLI ANIMALI DELLA RAI

ANIMAL WELFARE

AMICONIGLIO

GUARDIE ZOOFILE OIPA

ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA



EARTH
DIPARTIMENTO COMUNICAZIONE

 


Read 0 Comments... >>
 


Pagina 4 di 9
Banner