Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Eventi ed iniziative

NEWS ANTICACCIA - EVENTI ED INIZIATIVE - PETIZIONI DA FIRMARE

E-mail Stampa PDF

NEWS ANTICACCIA - EVENTI ED INIZIATIVE - PETIZIONI DA FIRMARE

- maggio 2013 -

in aggiornamento...

ACTION! A TUTELA DELL'AQUILA DELLA LAZIO CALCIO: La Lazio usa un’aquila calva tenuta in cattività per fare spettacolo in occasione delle partite. A noi fa una gran pena. E a voi? Perché non scrivere due righe alla SS Lazio per farglielo sapere? Questa è l’email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Pagina Facebook (bacheca chiusa, ma potete scrivere nei commenti): http://www.facebook.com/SSLazioOfficialPage
FONTE: www.youanimal.it


ACTION! AUSTRALIA: CAVALLI SELVATICI FUCILATI DAGLI ELICOTTERI!

Due petizioni online da firmare e diffondere! In Australia cavalli selvatici abbattuti da cecchini in elicottero. Protestiamo!
LEGGI E FIRMA www.youanimal.it
Foto Facebook da far girare con il link: www.facebook.com

 

- PETIZIONE CONTRO LO STERMINIO DEI CANI DA CACCIA IN SPAGNA. FIRMA E DIFFONDI:
www.avaaz.org/

 

- FERMA LA STRAGE DELLE VOLPI A PRATO: FIRMA QUI www.avaaz.org
Per le volpi in Toscana non c'è pace!. Dopo Siena tocca a Prato e parte una nuova mobilitazione per fermare l'inutile massacro. Attivisti, scienziati, intellettuali hanno sottoscritto l'appello di Wwf Toscana e della trasmissione radiofonica Restiamo animali (restiamoanimali.wordpress.com), chiedondo alla Provincia di Prato di fermarsi e di bloccare la delibera che autorizza la caccia alla volpe in tana, con trappole e mediante fucilazione (anche notturna!)...

 

- PETIZIONE A TUTELA DELLE TARTARUGHE VIVE IN VENDITA PRESSO Tesco & Walmart

Un film Horror sarebbe meno drammatico e scioccante della realtà!!!!!! Supermercati come Tesco & Walmart stanno mettendo le tartarughe ancora vive in pacchetti di plastica, li paralizzano su ghiaccio (sono abituati a mari tropicali) per subire una morte prolungata. Se richiesto, questi supermercati 'family friendly' li macellano li per te, schiacciando i loro carapaci - una tecnica del tutto casuale che spesso li lascia in agonia fino a un'ora. Contribuire a portare questo a fine, si prega di firmare & condividere la petizione:

1. La petizione, FIRMA QUI: www.avaaz.org

2. Scioccante REALITY: www.facebook.com

4. VIDEO live dell'imballaggio delle tartarughe: www.youtube.com

Fonte: www.facebook.com

 

- PETIZIONE CONTRO L'USO DEI RICHIAMI VIVI
Firma e diffondi la petizione online Lipu contro la cattura e la detenzione di uccelli come “esche” per l’attività venatoria... FIRMA QUI: www.youanimal.it

- PETIZIONE NO ALLA SAGRA DEI OSEI DI SACILE (PN)
E' ora di dire NO a questa sagra e a tutte le fiere ornitologico venatorie... FIRMA QUI: www.change.org

 

U R G E N T E
- PETIZIONE PER SALVARE LA BIODIVERSITA'

al Sig. Rudi Vervoot, Ministro Presidente - Regione Bruxelles Capitale... FIRMA QUI: www.change.org

 

PETIZIONE: SALVIAMO GLI ORANGHI VITTIME DELLA DEFORESTAZIONE PER L'OLIO DI PALMA!... FIRMA QUI: www.avaaz.org

 

PETIZIONE CANADA: ARRIVA LA PRIMAVERA E TORNANO I CACCIATORI... FIRMA QUI: www.oipa.org


Read 0 Comments... >>
 

NEWS ANTICACCIA - EVENTI ED INIZIATIVE - SPECIALE VOLPI

E-mail Stampa PDF

in aggiornamento...

EVENTI ED INIZIATIVE - SPECIALE VOLPI +

Il SONDAGGIO – Caccia alla volpe, risultato schiacciante: l’88% dei votanti contro la decisione dela Provincia... Un risultato schiacciante quello del sondaggio lanciato da Cremonaoggi sul caso nato dopo il provvedimento della Provincia in merito alla caccia alla volpe. Dissenso molto forte nei confronti dell’ente, che ha rilasciato un’autorizzazione diversa rispetto a quella dell’anno scorso: caccia estesa fino a giugno (anziché fino a marzo)... Fonte: www.cremonaoggi.it

PETIZIONI - PETITIONS

AIUTIAMO LE VOLPI IN ITALIA! LET'S SAVE THE FOXES!


- Tell Italy Stop Exterminating Foxes. FIRMA QUI www.thepetitionsite.com

CREMONA:

- Stop the Fox Cull in Italy Cremona. FIRMA QUI www.thepetitionsite.com

- Altra PETIZIONE contro la caccia in tana a Cremona ... FIRMA QUI www.welfarenetwork.it

 

ASCOLI PICENO:

- PETIZIONE: attiviamoci contro il massacro delle volpi ad Ascoli Piceno FIRMA QUI: www.change.org

- PETIZIONE SOLO PER I CITTADINI I TOSCANIA tutti i cittadini toscani sensibili al tema benessere e rispetto animale: contare il reale numero dei cittadini che hanno a cuore gli animali... www.facebook.com

 

NEWS

!FERRARA! – la caccia alle volpi (da sbranare) arriva in Giunta regionale | FONTE: www.geapress.org

 

 

!SIENA! -  bloccata caccia alla volpe in tana. La giunta provinciale di Siena ha deliberato di sospendere definitivamente i contenimenti alla volpe con la modalità "alla tana". Dopo le proteste dei gruppi animalisti... Fonte: www.animalequality.it

 

 

-O-

ALTRE PETIZIONI

PETIZIONE: Stop all' ERADICAZIONE DEL DAINO in Provincia di Como . QUI: www.change.org


PETIZIONE: LA SUA VITA PER UNA MELA! SALVIAMO LE GHIANDAIE. QUI: www.facebook.com

PETIZIONE: Impediamo l'uccisione dei 15 mufloni sull'Isola del Giglio. QUI: www.change.org


Read 0 Comments... >>
 

NEWS ANTICACCIA - EVENTI ED INIZIATIVE - aprile 2013

E-mail Stampa PDF

NEWS ANTICACCIA - EVENTI ED INIZIATIVE

In aggiornamento...

- VOGHIERA, Ferrara: RITIRATA L'ORDINANZA n. 1/2011 del 17/01/2011 ANTI-NUTRIE SU RICORSO VITTIME DELLA CACCIA! Il sindaco fa retromarcia e ritira "in autotutela" l'ordinanza titolata “Ordinanza d’intervento per l’abbattimento di Nutrie (Myocastor coypus) con squadre di Operatori – Coadiutori, in deroga alle distanze legislativamente previste” per i seguenti motivi:

- incompetenza dell’organo che ha adottato l’atto, in quanto la L.R. dell’Emilia Romagna n. 6/2000 ha affidato in via esclusiva alle province l’attuazione dei piani mirati all’eradicazione della specie Nutria;
- violazione art 54 D.Lgs 267/2000 e s.m.i per carenza di presupposti ed assenza di problemi igienico sanitari – incolumità pubblica;
- violazione dell’art. 19 della L. 157/1992 e art 16 della L.R. 8/1994;
- eccesso di potere per carenza di motivazione in quanto l’ordinanza emessa non è adeguatamente motivata.

A quando l'applicazione di metodi incruenti alternativi alle mattanze, già previsti dall'art.19 della legge 157/92?!

Fonte: Ordinanza del Comune di Voghiera (FE), n.2/2013.


- VAL D'AOSTA: PROTESTA MAIL, Sterminio di GHIANDAIE in Valle d'Aosta per "proteggere" le mele...

Dal 2004 la Valle d'Aosta autorizza piani di controllo numerico alle varie specie di corvidi, accusati di arrecare danni ai meleti, al di fuori della stagione venatoria ed in periodo di nidificazione con lo scopo di abbatterne il numero e di far morire, di conseguenza, di stenti anche la nidiata.
Le ragioni della Regione Valle d'Aosta sono infondate!

Dai dati risulta non vi è correlazione tra numero di ghiandaie e danni alle mele e negli anni nei quali ne sono state abbattute di più, i meleti hanno subito danni maggiori. I dissuasori si dice siano inutili, le reti scomode da posizionare e costose e la Regione invece che contribuire a tali spese preferisce indennizzare gli agricoltori. Questi dovrebbero chiedere uno studio scientifico per risolvere il problema, invece di accontentarsi del metodo "della pallottola" proposto loro dall'Assessorato all'Agricoltura e peraltro dimostratosi inutile.... Fonte: www.facebook.com

Indirizzi ai quali inviare la mail di protesta: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

- TERAMO: PROTESTA MAIL - Autorizzate a Teramo le braccate alla VOLPE

La Provincia di Teramo ha autorizzato battute di caccia ciascuna fino a 30 cacciatori e 5 cani, fino al 15 aprile 2013. Senza Valutazione d'Incidenza, senza il parere ISPRA, in un periodo in cui tutti gli animali, comprese le volpi, sono in fase riproduttiva. Scrivi una email al Presidente della Provincia di Teramo, all'Assessore alla Caccia e al Dirigente del Settore Caccia ed a i giornali locali, manifestando la tua contrarietà  all'abbattimento delle volpi e chiedendo di fermare la caccia in un periodo in cui la caccia è vietata!

Fonte: www.facebook.com
Indirizzi ai quali inviare la mail di protesta: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

- SIENA: CACCIA ALLE VOLPI, ora cerchiamo una soluzione NON CRUENTA!

La Provincia di Siena, grazie alla mobilitazione di moltissime associazioni e persone, ha deciso di congelare per un mese la caccia alla volpe in tana che sarebbe dovuta partire il primo aprile 2013. E’ un primo, importante successo per tutti gli animalisti. Ma la lotta continua.
L’appello che Restiamo Animali ha scritto e promosso – “Fermate la caccia alla volpe: è crudele e sbagliata” – ed è stato firmato da personaggi come Margherita Hack, Gianni Tamino, Susanna Tamaro, Goffredo Fofi, Red Canzian e molti altri...
Fonte: restiamoanimali.wordpress.com

 

- LEX Caccia, illegittimi piani di prelievo e abbattimento selettivo degli ungulati senza il parere Ispra!
In questi anni si è molto discusso se per i piani di prelievo ed abbattimento selettivo degli ungulati, dentro e fuori le aree protette, ci fosse bisogno del parere obbligatorio dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), l'ennesima conferma viene da una sentenza del Tribunale amministrativo regionale delle Marche: "Sono illegittimi i piani di prelievo delle Province di Pesaro e Urbino e di Macerata relativi al capriolo e al daino per la stagione 2011/2012 senza specifico parere Ispra...."
Fonte: www.greenreport.it


Read 0 Comments... >>
 

DA AgireOra-: Ancora su caccia alla volpe a Siena - PROTESTA MAILING

E-mail Stampa PDF

DA AgireOra-: Ancora su caccia alla volpe a Siena - PROTESTA MAILING

Torniamo sulla questione della caccia alla volpe a Siena, perché dopo la notizia positiva del blocco di questo massacro (previsto per il primo aprile), conviene continuare con la protesta, in modo da poter avere la certezza che questo non sia un blocco temporaneo ma definitivo.


Mandiamo mail di protesta per chiedere la definitiva sospensione, non un rinvio, della caccia alle volpi a Siena ai seguenti indirizzi mail:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Messaggio-tipo da inviare:
Buongiorno,

abbiamo apprezzato la decisione di sospendere per un mese i "contenimenti" delle volpi a Siena, ma non è spostando di un mese il massacro delle volpi e dei loro cuccioli con tanta crudeltà che si risolva il problema.
Siamo contrari ad ogni forma di caccia, ancora di più a una pratica tanto violenta e crudele come quella dei cani addestrati a stanare le volpi, loro simili (anche le volpi sono canidi), penetrando all'interno della tana e sbranando i cuccioli e le loro madri, che si lasciano uccidere nel tentativo di difendere la prole.
Chiediamo, pertanto, che venga definitivamente ANNULLATA la delibera che autorizza l'uccisione delle volpi nella Provincia di Siena.
Inoltre chiediamo che tutte le Associazioni Protezionistiche, attraverso i loro volontari, siano parte attiva nello svolgimento dei censimenti per stabilire la densità numerica degli animali selvatici e che il loro ruolo sia determinante nel verificare e proporre i metodi incruenti nel caso in cui un contenimento fosse davvero necessario, come tra l'altro è previsto dalla Legge. La maggioranza degli italiani è contraria alla caccia e le istituzioni devono dare ascolto a quello che la cittadinanza chiede, non accontentare quell'1% di persone che provano piacere a uccidere esseri indifesi.

In attesa di riscontro porgo distinti saluti,
... nome cognome ...


Read 0 Comments... >>
 

PETIZIONE: Diritto ad essere tutelati di fronte a gente con licenza d'uccidere

E-mail Stampa PDF

Pubblichiamo la petizione promossa da un'Amica - FIRMATE TUTTI GRAZIE CLICCANDO SUL LOGO AVAAZ O INCOLLANDO QUESTO LINK:

http://www.avaaz.org/it/petition/Diritto_ad_essere_tutelati_di_fronte_a_gente_con_licenza_duccidere/?cGdLjbb

Diritto ad essere tutelati di fronte a gente

con licenza d'uccidere

Ai:  Ministro dell'interno Anna Maria Cancellieri;

Ministro dell'ambiente-agricoltura e tutela del territorio Corrado Clini;

Ministro dell'ambiente e politiche agricole e forestali Mario Catania.

"Se è proprio necessario perpetrare lo strazio dell'attività venatoria, che almeno lo si faccia in aree private ben delimitate, in cui non vengano coinvolte persone che in alcun modo sostengono ed approvano tale pratica"

Perché è importante

Se proprio ancora non è possibile eliminarla, che almeno si pongano validi ed efficaci limiti all'attività venatoria.

So perfettamente che siamo ancora molto lontani da un'universale coscienza di rispetto ed amore per gli animali e che, fra lobbies varie e crudeli persone che addirittura la ritengono uno sport, oggigiorno si debba sopportare ancora l'esistenza della pratica della caccia. E così mi rendo conto che, al momento, non si possa aspirare a bandirla da tutto il territorio nazionale; però credo che, almeno in ragione di un minimo senso civile e morale, sia giusto ed ora di difendere, proteggere e rispettare coloro che amano e rispettano la vita in ogni suo aspetto.

Già, perchè trovo alquanto raccapricciante ritrovarsi sulla soglia di casa il proprio gatto domestico dilaniato da un cane esortato alla caccia, come anche il ritrovarsi un terreno coltivato in modo biologico pieno di piombo, cartucce esaurite e segni di atti vandalici vari, ed ancor di più il subire la presenza di uomini armati, che sparano ed urlano(per stanare impauritissimi animali) tutto il giorno in un uliveto, proprio nel momento della raccolta delle olive(e qui la mancanza di rispetto è proprio totale, perchè non solo si mette a repentaglio l'incolumità di più persone, ma anche si disprezza il loro lavoro e la loro fatica; per non parlare,poi, degli innumerevoli "incidenti", spesso mortali, che ogni anno si verificano durante la stagione venatoria(fatti veramente icresciosi e gravissimi).
Read 0 Comments... >>

Leggi tutto...
 

ZANONI, appuntamento 15.11: Conferenza “Il massacro degli uccelli migratori protetti nel Veneto e in Europa

E-mail Stampa PDF

Comunicato stampa del 13 novembre 2012

Conferenza “Il massacro degli uccelli migratori protetti nel Veneto e in Europa:

le procedure di infrazione in corso per la violazione della Direttiva 2009/147/CE”

 

A Vicenza giovedì 15 novembre ore 20.30 al Centro civico Villa Lattes

“Il massacro degli uccelli migratori protetti nel Veneto e in Europa: le procedure di infrazione in corso per la violazione della Direttiva 2009/147/CE” è il titolo della conferenza in programma giovedì 15 novembre alle 20.30 al centro civico Villa Lattes in via Paolo Thaon di Revel 44 a Vicenza. La serata è stata organizzata dall’Europarlamentare dell’Italia dei Valori Andrea Zanoni, che fa parte del gruppo ALDE (Alleanza dei Liberali e Democratici Europei) ed è membro della Commissione ENVI, Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento Europeo.

Durante l’incontro di giovedì 15 novembre a Villa Lattes, l’Eurodeputato Zanoni farà il punto della situazione sulla caccia in deroga e le conseguenze che questa ha portato in Veneto. Relatore della serata, oltre a Zanoni, sarà Andrea Rutigliano, membro dell’organizzazione internazionale antibracconaggio CABS (Committee Against Bird Slaughter). Modererà Armando Giorio membro del CPV (Coordinamento Protezionista Veneto). Al termine della conferenza seguirà un dibattito con il pubblico.

Per l’impegno con cui fin dall’inizio del suo mandato ha portato avanti la sua battaglia per l’ambiente e, in particolare, contro ogni forma di caccia che si discosti dalle normative nazionali e internazionali, oltre che dalle Direttive Europee, l’Onorevole è stato vittima nel tempo di più atti intimidatori. Nei giorni scorsi, Andrea Zanoni è stato minacciato e ha presentato alcune querele alle Forze dell’Ordine. A luglio, ignoti hanno appiccato il fuoco in più punti nel bosco nei pressi dell’abitazione dell’Europarlamentare, distruggendo una quarantina di piante ad alto fusto, un centinaio di piccoli alberi e causando la morte di tantissimi piccoli animali. Nel 2009, gli è stato recapitato per posta un proiettile di Kalashnikov. Nel 2010, ha ricevuto minacce gravissime rivolte alla sua famiglia e alla sua abitazione.

Durante la serata sarà possibile sottoscrivere i quattro referendum popolari promossi da Italia dei Valori. Nel dettaglio i quesiti riguardano: abrogazione del finanziamento pubblico ai partiti, abolizione della diaria ai parlamentari, abolizione delle modifiche all’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, abolizione dell’articolo 8 del decreto legge n. 138/2011, emanato dal Governo Berlusconi, che ha cancellato i diritti minimi e universali previsti dal contratto nazionale di lavoro.

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni - Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Sito www.andreazanoni.it


Read 0 Comments... >>
 


Pagina 2 di 9
Banner