Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Minori e caccia

FLOP al corso di caccia per le scuole

E-mail Stampa PDF

Corso di caccia per le scuole Ma nessuno si presenta

Flop per l'evento dei cacciatori


Nessun istituto aderisce alla manifestazione venatoria del circolo orobico. Gli animalisti: "Le famiglie hanno fatto bene a boicottare". Gli organizzatori: "Avremmo voluto spiegare ai ragazzi che non siamo assassini"


Bergamo, 24 marzo 2012 - Un flop: non si è presentata nessuna scuola oggi a una iniziativa organizzata dai cacciatori bergamaschi per spiegare ai ragazzi delle scuole valori e obiettivi dell'attività venatoria. L'evento di questa mattina, la Rassegna provinciale di Gestione Venatoria, in scena nella Casa del Giovane, prevedeva la partecipazione degli alunni con i docenti, ma nessuno ha raccolto l'invito e la giornata è proseguita tra gli addetti ai lavori.

''Noi avremmo soltanto voluto spiegare ai ragazzi che non siamo assassini, né terroristi - ha spiegato rammaricato Marco Bonaldi, presidente del circolo Uncza delle Prealpi Orobiche, che organizza la manifestazione -, ma gestori dell'ambiente e della fauna, in grado di saper governare animali e natura, e di conoscere lo stato di salute dell'ambiente che ci circonda".

Soddisfatti gli esponenti dei movimenti green, in particolare quelli di 100% animalisti che questa mattina si erano presentata davanti la Casa del Giovane pronti con cartelli e manifesti per convincere le scuole a non partecipare. ''Abbiamo constatato con grande soddisfazione che neppure una scolaresca ha aderito alla rassegna - hanno detto - Docenti e genitori hanno mostrato intelligenza e coscienza, boicottando l'iniziativa di chi vorrebbe insegnare ai giovani che uccidere è una cosa bella e giusta''. ''Non è certo merito loro se le scuole non sono arrivate - ha replicato Bonaldi - L'iniziativa si sta comunque svolgendo come da programma''.... Leggi tutto alla fonte: www.ilgiorno.it


Read 4 Comments... >>
 

Gioca col fucile da caccia del padre, parte colpo: bambino in coma a Firenze

E-mail Stampa PDF

IN AGGIORNAMENTO...

VITTIME ARMI DA CACCIA IN AMBITO EXTRAVENATORIO

Gioca col fucile da caccia del padre, parte colpo: bambino in coma a Firenze.

Tredici pallini di piombo in pieno volto.

Operazione riuscita al Meyer. Ancora in prognosi riservata.

Rigutino sud - Al Meyer lo hanno già sottoposto ad una prima 'toilette chirurgica' per togliere una parte dei pallini di piombo che lo avevano raggiunto al volto
Sarebbe andato bene l'intervento al Meyer per rimuovere i pallini conficcati nel cranio del bambino G.S., che ieri è stato colpito dal fratellino con una 'rosa' di 13 pallini di piombo da caccia. Le sue condizioni sono stabili, anche se la prognosi resta riservata, ma non correrebbe pericolo di vita.

Intanto la Procura di Arezzo ha aperto un'indagine per accertare le cause e le responsabilità su quanto avvenuto ieri sera a Rigutino. La magistratura, assieme ai carabinieri, vuole capire se a carico del padre,
che comunque non ha al momento alcuna accusa formale, possa esservi il reato di omessa custodia. Una prima ricostruzione dei fatti è stata fornita dal figlio più grande per cellulare alla madre, che, come il padre, non era in casa. L'arma si sarebbe trovata in un armadio. Gli inquirenti vogliono capire se l'armadio era aperto e se il fucile fosse eventualmente già carico, e, in caso contrario, chi lo abbia caricato.... LEGGI TUTTO ALLA FONTE: www.lanazione.it

AGGIORNAMENTO:

Arezzo: bimbo ferito da fucilata, indagati genitori per abbandono minore - 13 feb. - (Adnkronos) - Sono indagati dalla Procura di Arezzo, con l'accusa di abbandono di minore, i genitori del bambino di 8 anni rimasto ferito al volto giovedi' scorso da una fucilata, mentre giocava con il fratello maggiore, nella sua casa di Rigutino (Ar). Il bimbo, che ora si trova ricoverato all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze, e' stato operato e ora le sue condizioni sono migliorate. I pm aretini stanno proseguendo le indagini, e non e' escluso che il padre del piccolo venga indagato anche per omessa custodia dell'arma. Gli inquirenti vogliono appurare se il fucile da caccia fosse davvero custodito a chiave in un armadio, e perche' fosse carico. Il colpo e' stato esploso per errore dal fratello della vittima, un bambino di 10 anni.


Read 0 Comments... >>
 

Legambiente contro Rai Valle d'Aosta per alcune scene sulla caccia

E-mail Stampa PDF

"Immagini disgustose e diseducative trasmesse in fascia protetta"

AOSTA. "Non possiamo, in qualità di utenti di un servizio pubblico, accettare che venga esaltato questo tipo di approccio agli animali e, ancor meno, che venga presentata l'uccisione di un essere animale - così come quella di un essere umano - come un fattore di 'vincita', come un trofeo da esibire". Così Legambiente Valle d'Aosta su un servizio trasmesso da Rai Valle d'Aosta lo scorso 2 novembre alle ore 20, "una fascia oraria di spettatori di tutte le età", nel quale si vedeva una scena di caccia con "l'esibizione di un cervo morto".

"Il buon gusto - sottolinea in una nota l'associazione -, se non anche la logica, sconsiglierebbe tali visioni ad un pubblico non adulto: non solo perché alcune immagini erano disgustose ma soprattutto perché il messaggio di violenza proposto (anche esulando dal tema della caccia) non era educativo".... Leggi tutto alla fonte: http://www.aostaoggi.it/2011/novembre/05novembre/news24524.htm


Read 0 Comments... >>
 

CACCIA A SCUOLA - Radicali: “Bene Gelmini, la scuola insegni a conoscere gli animali, non a ucciderli”

E-mail Stampa PDF

Minori e caccia

CACCIA A SCUOLA - Radicali: “Bene Gelmini, la scuola insegni a conoscere gli animali, non a ucciderli”


Liguria. Lezioni di caccia nelle scuole elementari, dopo i casi come Rocchetta di Vara e le interrogazioni dei Radicali (sen.Donatella Poretti e Alessandro Rosasco), dell'on. Gianni Mancuso (PdL), arriva la stroncatura del ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini

Apprendiamo con estremo favore la stroncatura, da parte del ministro Gelmini dell’iniziativa promossa dal vicesindaco di Rocchetta Vara che voleva introdurre una sorta di ‘lezione di caccia’ all’interno del percorso di studi della scuola elementare del paese spezzino. Come l’onorevole Mancuso anche noi avevamo depositato una interrogazione simile in Senato”, dichiarano la senatrice Donatella Poretti e Alessandro Rosasco.

Quella di oggi è una decisione, oltre che saggia, in linea con il sentimento degli italiani di un sempre maggior rispetto verso gli animali. La tradizione di alcune pratiche come la caccia non può costituire un buon motivo per trasmettere a dei bambini valori di per sé ormai innaturali – continuano – Compito della scuola semmai dovrebbe essere quello di far conoscere di più e meglio la complessità del mondo animale, per prevenire atti di maltrattamento o di vera e propria violenza”.
Il proposito del Governo di promuovere il rispetto di tutti gli esseri viventi ci vede concordi e disponibili a un confronto affinché casi come quello di Rocchetta non si ripetano più. Per il bene dei bambini e degli animali stessi”, concludono.


VEDI ANCHE Il LINK:

- La Repubblica, Genova: "Il ministro Gelmini ha deciso bocciata la caccia a scuola"

- Città della Spezia: "Lezioni di caccia", il ministro Gelmini dice no"

- Genova 24.it: "Caccia, Radicali: Bene Gelmini, la scuola insegni a conoscere gli animali, non a ucciderli

- www.vittime della caccia.org : RACCOLTA NEWS MINORI E CACCIA

 

 


Read 0 Comments... >>
 

Minori e caccia: "Nelle elementari bresciane a lezioni di doppiette"

E-mail Stampa PDF

Sara Pepi, referente provinciale dell'Enpa di Brescia, come giudica la presenza dei cacciatori a scuola
«Non mi stupisce affatto che da noi avvenga una cosa simile. Basti pensare che anni fa la provincia di Brescia stanziò 30mila euro per portare nelle classi una mostra itinerante sulla caccia. Pazzesco».

Perché, secondo lei, hanno affidato l'educazione ambientale ai cacciatori?

«Il segnale mi pare chiaro: le doppiette si sentono minacciate... Leggi tutto... www3.lastampa.it

 

 


Read 0 Comments... >>
 

Cacciatori a scuola per spiegare fiori e animali

E-mail Stampa PDF

Cacciatori tra i banchi delle scuole elementari per spiegare ai bimbi la flora e la fauna locali. Ovviamente strizzando l'occhio all'importanza «fondamentale» dello schioppo «nell'equilibrio ambientale, sociale ed economico» del territorio. Succede a Nave, bassa Valtrompia, notoriamente ombelico del mondo delle doppiette.

«Non si tratta di lezioni di caccia ma di educazione ambientale» puntualizzano i fautori delle escursioni didattiche. Intanto l'iniziativa, a cura dell'associazione migratoristi italiani (Anuu) in collaborazione con forestali e docenti, ha sollevato un polverone.

Anzitutto perché si è scoperto che l'educazione all'ambiente così come la intendono i cacciatori non è isolata. A Brescia ha luogo anche in altre scuole - per esempio ad Agnosine e Lumezzane - e qualcosa di simile esiste a Ponte Buggianese (Pistoia), Rignano sull'Arno e Troghi (Firenze). Ci si è provato anche a Rocchetta di Vara (La Spezia) ma la rivolta degli ambientalisti ha imposto lo stop. Abbastanza per spingere due senatori, Donatella Porretti e Marco Perduca (Radicali e Pd) a formulare una interrogazione ai ministri Gelmini e Prestigiacomo per avere lumi su una «vera e propria azione di proselitismo dei cacciatori nelle scuole italiane». In attesa della risposta, a Nave "le passeggiate naturalistiche" sono state blindate: un documento sottoscritto all'unanimità dalla Lega e dalle civiche di area Pdl e Pd e incorporato in una delibera, impegna il Comune ad assicurare l'impegno didattico delle associazioni venatorie. «Non abbiamo fatto alcun proselitismo» evidenzia il capogruppo del Carroccio Marco Bassolini, «ma è giusto che si insegni che la caccia non è una attività ricreativa ma una tradizione radicata». Ma per Legambiente è solo un escamotage: «La caccia è in calo, non c'è ricambio generazionale» dice il coordinatore Isaac Scaramella, «così i cacciatori cacciano i giovani». Fonte: www.radicali.it


Read 0 Comments... >>
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 6
Banner