Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News Caccia

Risposta a Proposta choc di Lega e Svp di abbattere gli orsi "non italiani"- di Francesco Mantero

E-mail Stampa PDF

La Commissione preparatoria del Dreierlandtag (Tirolo+Sudtirolo+Trentino) ha approvato una mozione della Südtiroler volkspartei e sostenuta della Lega nord contro gli orsi sloveni reintrodotti nelle terre italiane ...Leggi l'articolo da www.ilfattoquotidiano.it

Francesco Maria Mantero commenta:
"La  preoccupazione per il degrado del patrimonio culturale del nostro Paese ha tralasciato completamente un aspetto di estrema importanza di questo patrimonio, negletto in una nazione che ha poca confidenza con le cose della natura e della scienza: i parchi e le riserve naturali italiane, che sinora hanno protetto la parte più bella e ricca di vita del paese, stanno morendo.
Muoiono in silenzio perchè i politici ne attaccano l'essenza stessa, in ogni modo: dall' azzeramento dei fondi alle riduzioni dei confini, dalla progettazione di nuove infrastrutture alle ipotesi di reintrodurre la caccia, magari mascherata da "selezione".
La vittima del momento è l' animale - simbolo della  fauna delle nostre aree protette, quello che dovrebbe rappresentare un vanto, una ricchezza: l'orso bruno. Entrambe le popolazioni sono minacciate: quella abruzzese da un mega progetto di "rilancio, sviluppo, e valorizzazione" dei comprensori dell'Altopiano delle Rocche e di Campo Imperatore che prevede ulteriori impianti proprio nel corridoio interessato dagli spostamenti dell' orso, mentre in Alto Adige è stata approvata una proposta che se non avesse il sapore drammatico da caccia alle streghe sarebbe esilarante: quella di uccidere gli orsi "stranieri" , cioè provenienti o reintrodotti dalla Slovenia, secondo l'assioma, caro a certe forze politiche, che "straniero" equivale a cattivo.
Siamo alla follia ma la realtà resta quella di una nazione che ha deciso di dare un calcio al suo sistema di aree protette, cioè al diritto all'ambiente per le future generazioni"

Read 0 Comments... >>
 

Liguria. Alla Corte Costituzionale la legge per la caccia sulla neve

E-mail Stampa PDF

LAC - LIGURIA - RINVIATA LEGGE LIGURE SU CACCIA SU NEVE ALLA CORTE COSTITUZIONALE

Le associazioni LAC e WWF, assistite dall'avvocato Claudio Linzola, avevano impugnato il 31 dicembre 2010 la determina dirigenziale n. 7254 del 25 novembre 2010 della Provincia di Genova, che consentiva la caccia su terreno coperto di neve, in violazione dell'articolo 21, lettera m), della Legge nazionale n. 157 del 1992. Il TAR della Liguria, dopo aver sospeso la determina impugnata, con successiva ordinanza del 3 febbraio 2011, depositata in segreteria il 17 febbraio, ha disposto il rinvio degli atti alla Corte costituzionale perché si pronunci sulla legittimità dell'articolo 47, comma 5, della legge regionale 1° luglio 1994, n. 29, come modificata dalla legge regionale 3 settembre 2001, n. 28, che consente appunto la caccia su terreno coperto di neve.


Read 0 Comments... >>
 

Piemonte - Referendum Regionale Sulla Caccia, dopo 23 anni si potrà votare

E-mail Stampa PDF

Si è svolta oggi 15/2/2011 alle ore 11,30 la Conferenza Stampa del Comitato promotore del Referendum regionale sulla caccia del 1987. Nel 1987 vennero raccolte 60.000 firme.

I cittadini del Piemonte avrebbero dovuto votare nel 1988.

Per 23 anni le Amministrazioni regionali di ogni colore con strumentali iniziative legislative e illegittimi provvedimenti amministrativi hanno sempre impedito il voto popolare.

Dopo ben 23 anni la Corte d’Appello di Torino – Sezione prima civile con sentenza del 29/12/2010 ha dato ragione al Comitato promotore del Referendum regionale.

La Regione Piemonte dovrà da subito riattivare le procedure referendarie per fare esprimere gli elettori piemontesi sulla caccia.

SI DOVRA’ VOTARE SULLA CACCIA

Il quesito chiede ai cittadini se sono favorevoli a ridurre drasticamente l’attività venatoria attraverso le seguenti azioni:

a) protezione per 25 specie selvatiche oggi cacciabili (17 specie di uccelli e 8 specie di mammiferi),

b) divieto di caccia sul terreno innevato

c) abolizione delle deroghe ai limiti di carniere per le aziende faunistiche private

d) divieto di caccia la domenica.

Non era possibile nel 1987 proporre un quesito che abolisse del tutto la caccia attraverso un referendum regionale  essendo l’attività venatoria prevista da una legge nazionale.

La migliore risposta all’Assessore regionale alla caccia Claudio Sacchetto (Lega Nord)  il quale propone di aumentare le specie cacciabili, di cacciare nei parchi, di allungare la stagione venatoria, di introdurre l’arco tra i mezzi di caccia, di autorizzare la caccia alle specie protette dalle norme internazionali …arriverà dai cittadini.

Nel 1990 nel referendum nazionale contro la caccia il Piemonte fu una delle quattro regioni dove venne raggiunto il quorum del 50% di votanti e dove prevalse il SI’ all’abolizione della caccia con il 90% dei suffragi espressi.


Read 0 Comments... >>

Leggi tutto...
 

Armi, denunce e sequestri della polizia

E-mail Stampa PDF

Controlli a tappeto degli agenti del commissariato di polizia di Aversa sul territorio dell’agro.

A Gricignano un 34enne, D.A.S., di Sant'Arpino, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione e detenzione illegale di arma comune e munizioni da sparo: un fucile da caccia calibro 16 e 1720 cartucce da caccia, sequestrati penalmente. Sottoposti a sequestro amministrativo anche 5 fucili da caccia legalmente detenuti. All’uomo è stato ritirato il porto di fucile da caccia.

Sempre a Gricignano, a D.G.C., 43 anni, nel corso di una perquisizione domiciliare, avendo rilevato violazioni di legge, i poliziotti hanno sequestrato amministrativamente una pistola e due fucili calibro 12 regolarmente detenuti, oltre a ritirare all’uomo il porto di fucile per uso caccia.

Fonte: www.pupia.tv


Read 0 Comments... >>
 

Rimini-Polizia Provinciale, anno impegnativo: i numeri del 2010

E-mail Stampa PDF

Lo scorso anno gli agenti sono stati coinvolti in attività su tutti i fronti: sicurezza stradale, salvaguardia del patrimonio faunistico e tutela ambientale

Link: www.ilrestodelcarlino.it

La Polizia Provinciale al  lavoro

Rimini, 21 gennaio 2011 - Sicurezza stradale, salvaguardia del patrimonio faunistico e tutela ambientale. Il 2010 è stato un anno impegnativo per il Corpo di Polizia provinciale di Rimini (dieci unità compreso il comandante), che ha segnalato all’autorità giudiziaria 59 notizie di reato: 33 per guida in stato di ebbrezza e una per guida senza patente; 9 per violazioni in materia venatoria, 10 per violazioni punite dal codice penale, tre per porto ingiustificato di armi improprie e per detenzione di armi in luogo diverso da quello denunciato; due per violazioni in materia di rifiuti e una per detenzione di stupefacenti.

E’ stato compiuto un arresto in flagranza di reato e sono stati effettuati 13 sequestri penali riguardanti veicoli venatori, attrezzi da caccia e armi. La Polizia provinciale è particolarmente attiva anche per quello che riguarda i procedimenti amministrativi: 338 i verbali, 59 dei quali elevati per violazioni delle norme di carattere venatorio, 8 per abbandono di rifiuti e per trasporto senza formulario, 4 per detenzione di sostanze stupefacenti, 3 per violazioni ambientali.


Read 0 Comments... >>
Leggi tutto...
 

Arrestato dentista con la passione per le armi

E-mail Stampa PDF

di Mariangela Di Stefano - Fonte: www.tifeoweb.it

ello studio di un dentista cinquantenne di Pedara, in provincia di Catania, la Guardia di Finanza ci era andata perché dal 2004 ad oggi non c’era l’ombra di una dichiarazione dei redditi, nonostante il professionista, già denunciato in passato per esercizio abusivo della professione, dopo la laurea si fosse provvisto anche di partita Iva.
Quello che non si aspettavano le Fiamme Gialle era però di scoprire un vero e proprio arsenale da guerra messo insieme dal dentista con la passione per le armi da fuoco e per la caccia.

I finanzieri, tra il suo studio e la villa di residenza, hanno sequestrato 14 fucili da caccia una beretta e una colt, silenziatori, caricatori, 11mila cartucce e ....Leggi l'articolo...


Read 0 Comments... >>
 


Pagina 6 di 48
Banner