Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Cimadoro

E-mail Stampa PDF

(AGI) - Roma, 19 feb. - "E' sconcertante che per scopi di propaganda politica si usino, manipolandoli, temi sensibili come il rispetto dell'ambiente e degli animali, giocando sui buoni sentimenti delle persone". Lo afferma Gabriele Cimadoro dell'Idv replicando alle critiche dei Verdi alla sua proposta di legge sulle regole venatorie. "I Verdi - spiega Cimadoro - non riuscendo ad avere una visibilita' mediatica, arrivano addirittura alla menzogna e alla calunnia pur di ritrovare consensi e numero sufficiente di firme per concorrere alle prossime tornate elettorali di marzo."

"Da giorni, infatti - prosegue - stanno facendo circolare la falsa informazione che al Senato sarebbe stata votata una legge che permette la caccia tutto l'anno. Non paghi aggiungono che il sottoscritto, e per proprieta' transitiva l'intero mio partito, abbia presentato una proposta di legge a favore del bracconaggio e dell'abbattimento selvaggio di animali protetti e non. La verita' e' che qualora le Regioni - cui sarebbe delegata la decisione nel caso in cui la direttiva europea fosse approvata anche alla Camera - decidessero di allungare il calendario venatorio, al massimo di un mese e solo per alcuni uccelli, questo non cambierebbe il numero delle giornate in cui ogni singolo cacciatore puo' cacciare (56 in tutto all'anno). Quindi non cambierebbe in sostanza niente."

"Mentre per quanto riguarda la mia iniziativa – aggiunge Cimadoro - va proprio nella direzione opposta di quella denunciata dai Verdi. Riguarda esclusivamente il mondo dei cacciatori regolari (e non quelli di frodo), sui quali funziona molto piu' come deterrente, in caso di scorrettezze, la minaccia della sospensione se non della revoca della licenza di caccia, insieme a multe piu' salate e immediate, che un improponibile percorso giudizio penale. Nessuno, infatti, e' mai andato in prigione per reati venatori. Questa e' la realta'. Io sono un cacciatore convinto quanto del fatto che le regole vadano rispettate".

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner