Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

COMUNITARIA: SCONTRO SU CACCIA, IPOTESI STRALCIO NUOVE NORME

E-mail Stampa PDF

(ANSA) - ROMA, 8 APR - Scontro in commissione Agricoltura alla Camera sulle nuove norme sulla caccia contenute nella legge comunitaria 2009. Il relatore per la commissione, Isidoro Gottardo (Pdl), ha proposto una mediazione con un emendamento che prevede il divieto dell'esercizio venatorio durante il periodo di nidificazione e nelle fasi della riproduzione ma consente alle regioni di ''modificare i termini, in relazione a specie determinate'' ma a patto di acquisire prima un parere ''vincolante'' dell'Ispra. L'ipotesi, pero', non piace ai 'patiti' della caccia e una parte della Lega vorrebbe togliere il parare vincolante e non convince nemmeno l'opposizione che spiega che dando piu' potere alle regioni si potrebbe incorrere in ulteriori infrazioni comunitarie. Vista la situazione di stallo non e' escluso che si arrivi ad uno stralcio delle nuove norme inserite al Senato. La commissione e' stata dunque sospesa e riaggiornata al pomeriggio. ''Ritengo - sottolinea Gottardo - che si debba trovare un accordo e credo che il senso dello Stato da parte di tutti debba prevalere''. ''Noi - dice il capogruppo del Pd in commissione Nicodemo Oliverio - siamo per lo stralcio delle norme e, in seconda istanza per la soppressione delle norme che danno potere alle regioni di deroga dai divieti. La maggioranza e' comunque divisa sull'argomento.''.''Siamo contrari all'emendamento del relatore - spiega anche la radicale Elisabetta Zamparutti - perche' se passasse si continuerebbero ad aprire nuovi contenziosi con l'Europa''.

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner