Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

100%ANIMALISTI CACCIANO I CACCIATORI DALLE ZONE ABITATE

E-mail Stampa PDF

Domenica 25 settembre dalle prime ore del mattino (ore 07.00) sei militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI hanno monitorato le zone frequentate dai cacciatori nel comune di Cadoneghe (Padova), in particolare via Negrisia e a Vigonza nei pressi della ciclovia del parco del Tergola, dove si sono verificati domenica scorsa episodi inquietanti: famiglie svegliate all'alba dagli spari, passanti sfiorati dai pallini e una casa colpita da una rosa di pallini.

Già molto presto si sentivano numerosi colpi di fucile.

I nostri militanti hanno intercettato quattro cacciatori con Cani, e civilmente hanno contestato loro di sparare troppo vicino alle abitazioni, e in direzione di un itinerario ciclopedonale già a quell'ora frequentato da numerosi ciclisti e podisti.

I militanti hanno anche notato come i cacciatori portassero i fucili senza alcuna prudenza, puntandoli verso le persone, tenendoli per la canna o sottobraccio.


Uno dei cacciatori per parlare ha addirittura posato il fucile, appoggiandolo a una siepe (poteva cadere e far partire un colpo), e si è poi allontanato di alcuni passi per telefonare (omessa custodia).

Da questo si comprende il grande numero di "incidenti" che avvengono in ogni giornata di caccia. Individui incompetenti o privi dei requisiti psicofisici girano armati, mettendo in pericolo sè e gli altri.

A quel punto i nostri militanti chiedevano l'intervento sul posto dei carabinieri e i cacciatori, vista la mal parata, se la davano a gambe per i campi con una velocità da fare invidia alle povere lepri che questi individui ammazzano senza pietà.

All'arrivo dei carabinieri (due pattuglie provenienti da Noventa Padovana e da Padova) dei cacciatori nemmeno l'ombra. Gli agenti dell'arma hanno raccolto le testimonianze dei nostri militanti.

I nostri militanti hanno successivamente proseguito il monitoraggio nelle zone vicine, contattando qualche altro cacciatore e rilevando il sito di alcuni appostamenti di caccia.

Da notare che, dopo il nostro intervento, nella zona non si sono sentiti più spari per molto tempo. I cacciatori si erano consultati col cellulare....

La nostra azione di monitoraggio e dissuasione continuerà in quella zona e in altre, anche nelle prossime giornate di attività venatoria.

 

Fonte: www.centopercentoanimalisti.com

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner