Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Scoperto arsenale di armi illegali

E-mail Stampa PDF

10/06/2010 - GAMBUGLIANO. I carabinieri scovano 4 fucili nascosti in una camera

A mostrare il nascondiglio è stata la compagna dell’uomo fermato che ha confessato agli agenti di aver trovato le carabine nel bosco

L’arsenale di armi rinvenuto nell’abitazione di via Zovo

Gambugliano. Forse era pronto per una battuta di caccia fuori stagione, o, più semplicemente, amava sentirsi sicuro nella sua casa. Fatto sta che G.E., 52 anni, residente a Gambugliano in via xxx, dietro la porta della camera da letto teneva nascosti quattro fucili da caccia, di cui tre sono poi risultati rubati e uno non inserito in alcuna banca dati.
Per questo l'uomo è stato denunciato per ricettazione e arrestato dai carabinieri per detenzione illegale di armi, e trasferito nel carcere S. Pio X di Vicenza.
Tutta la vicenda ha avuto inizio l'altro ieri mattina alle 8.30 a Gambugliano quando una telefonata alla centrale operativa dei carabinieri di Thiene ha segnalato una violenta lite all'interno dell'abitazione di via xxx. In realtà, la segnalazione riguardava Costabissara, ma la casa sorge proprio al confine.
Qui i militari della stazione di Dueville, giunti ormai a litigio sedato, hanno trovato E. in compagnia della convivente F. G. di 43 anni.
L'uomo avrebbe spiegato ai carabinieri che il movimentato alterco era legato ad una situazione familiare divenuta ormai insostenibile: E. infatti, che vive in via xxx non solo con la compagna, ma anche con la loro bambina di cinque mesi e la figlia 17enne di lei, non sopportava più la presenza in casa della figlia "adottiva".

Dopo le spiegazioni, sembrava che la situazione fosse risolta, quando E. è  improvvisamente salito al piano di sopra, un gesto che ha preoccupato la compagna che ha allertato i carabinieri del capitano Piscitello della presenza in casa di alcuni fucili.
Alla richiesta dei militari di esibire i documenti relativi alle armi, E. ha risposto negando di possedere i fucili in questione, ma è stato contraddetto dalla convivente che ha indicato ai carabinieri il lugo dove erano nascosti.

La perquisizione della camera da letto ha così permesso di rinvenire una sessantina di munizioni e quattro carabine da caccia, di cui una sovrapposta calibro 12, 2 monocanna calibro 20 e 28, ed un Flobert calibro 9, tutti fucili di cui E. non possedeva né il porto d'armi né il nulla osta per la detenzione.
Non solo. A seguito di un ulteriore controllo, i carabinieri hanno scoperto che tre fucili erano stati rubati nel novembre del 2004 ad un residente di Creazzo, mentre la quarta carabina non risultava inserita in alcuna banca dati. E. ha spiegato ai militari di aver trovato le armi nel bosco di Gambugliano nel 2008 e di averle poi portate a casa.
L'uomo è stato denunciato per ricettazione e arrestato per detenzione illegale di armi. Dopo alcune ore nelle camere di sicurezza della caserma dei carabinieri di Thiene, è stato trasferito in cella.

Fonte: Il Giornale di Vicenza

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner