Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Di Marco (Fidc Umbria): portare la caccia nelle scuole

E-mail Stampa PDF

19 maggio 2010 - Franco Di Marco FidcContinua il filo diretto sulla caccia del quotidiano La Nazione, che oggi pubblica un confronto con gli utenti del proprio sito,  il Presidente di Federcaccia Umbria Franco Di Marco e il vice presidente della sezione perugina Luciano Calabresi.

Il dibattito ha toccato vari punti. A partire dalle esternazioni del Ministro Brambilla, che, specifica Di Marco, rappresenta “solo l'ultimo, in ordine di tempo, di una serie di attacchi che sta subendo il mondo venatorio”. Una moda secondo il Presidente “nonchè uno strumento lanciato dall’ex ministro Pecoraro Scanio per nascondere il fallimento delle politiche ambientali".

Duro anche il giudizio sulla Comunitaria “abbiamo perso la possibilità anticipare l’apertura ad agosto, i dieci giorni in più che ci sono stati concessi a febbraio in realtà sono sei, considerando che il martedì e il venerdì vige il silenzio venatorio” dichiara Di Marco.

“Dobbiamo essere più presenti all’interno delle scuole per parlare di caccia e far capire agli studenti che la nostra passione non significa solo uccidere gli animali", così il presidente risponde alla a Lorenzo da Perugia che ha chiesto lumi sul ricambio generazionale nelle file venatorie. Problema su cui in Umbria ci si difende bene. "Non tutti gli anni sono uguali — specifica Calabresi —. Ad esempio, il 2010 nel territorio ternano ha fatto segnare interessanti indici di crescita".

A Mario da Spoleto, che chiede se gli Atc si siano rivelati un fallimento risponde perentorio il Presidente. “Non lo sono assulutamente” – ha detto. “Come Federcaccia, abbiamo fortemente voluto gli Atc, che rappresentano l’unico metodo di gestire direttamente i territori di caccia coinvolgendo tutti i vari attori interessati: agricoltori e ambientalisti, oltre alla componente venatoria. Si può sempre migliorare, questo sì. L’importante è che gli Atc non diventino centri di potere". "Gli Atc sono un gruppo di lavoro — aggiunge Calabresi — in cui ognuna delle tre componenti può offrire il suo contributo. In particolare riguardo alla selvaggina stanziale gli Atc possono rivestire un ruolo di primo piano".

Il presidente di Fidc Umbria, interrogato sulla possibilità di incrementare il turismo venatorio, risponde:  "In Italia paghiamo cara la differenza normativa rispetto ad altri paesi, dove alla caccia vengono messi molti meno paletti. All’estero sono permesse delle vere e proprie ‘mattanze’ di animali, un fatto che purtroppo ha un certo potere attrattivo. Non vogliamo arrivare a questo eccessivo imbarbarimento, servirebbe però una più spiccata uniformità in materia venatoria, quantomeno all’interno dei confini dell’Unione Europea".

Fonte : La Nazione

Comments

avatar claudia spagnuolo
0
 
 
Nelle scuole non credo occorra insegnare ad uccidere, cosa di cui si sente parlare quotidianamente in tv o si legge sui giornali , ma occorre che ai ragazzi si insegni a rispettare la vita di ogni essere vivente . Diciamo basta a queste voci dettate solo dall''interesse pecuniario di gente priva di fantasia che non trova nel tempo libero altro divertimento che violentare la natura e insegnamo la pieta' e il rispetto che sono simboli di civilta' .
avatar stefano barbarossa
0
 
 
si deve insegnare il rispetto per ogni essere vivente su questo pianeta nelle scuole non uccidere degli esseri viventi la caccia non e cultura c'e' da insegnare altre cose piu importanti per la loro crescita.
avatar daniela casprini
0
 
 
quoto quanto scritto dagli amici Claudia e Stefano e aggiungo che queste forzature del mondo venatorio (purtroppo acriticamente supportate da certe amministrazioni) rispondono alla loro necessità di ricambio generazionale: sono vecchi, obsoleti e disperatamente in via d'estinzione. Che cacciare sia legale non significa che possono allargarsi ulteriormente, non dimentichiamoci che la caccia non è un diritto bensì una concessione dello Stato. Non dimentichiamolo mai.
avatar Term Paper
0
 
 
It' tempo di s per a noi a caccia saggia di divieto infine ed alta. È uno sport crudele ed inutile che nuoce agli animali indifesi.
avatar giovanni
0
 
 
purtroppo il processo di estinzione è troppo lento!
avatar luca
0
 
 
cma quanti di voi sono vegetariani al 100% ? pensate forse che il vitello o il pollo si suicidano per venire sulle vs tavole ?????? prima di parlare riflettete su quello che dite
avatar Giovanni
+1
 
 
A te non dico nemmenlo di riflettere perchè se sei un cacciatore è chiaro che non hai abbastanza materia grigia per riflettere, non sei capace di riflettere e pensare!!
Ma come ti permetti di accusare tutti quelli contro la caccia di non essere vegetariani???Ma taci I.......E P.......O C......LO!!!!!
Ma chi pensa che si suicidano???ma taci, và, nessuno pensa che si suicidano!il fatto che vengano uccisi non è certo una giustificazione(o tantomeno un motivo) per andare a caccia, nè rende meno grave e spregevole la caccia!Questo arrivi a capirlo o la tua piccola e m....a m....e di cacciatore non lo capisce????
Voi forse uccidete per MANGIARE???MA FAMMI IL PIACERE, R....LO!!!!!!!!Voi uccidete perchè vi piace, siete mille volte peggio dei macellai!!!!Non hai nemmeno l'intelligenza e la decenza di tacere!!!!!hAI PERSO 1 OCCASIONE PER TACERE ........................................!!
avatar admin
0
 
 
@Luca

Per caso ha sbagliato post?
Cade male molto male, quindi prima di scrivere commenti come il suo le chiedo di riflettere...........

Il vegetarismo non c'entra nulla con questo sito e tanto meno con questo post, non capisco il nesso con l'argomento trattato. Ultima cosa, ma non per importanza, non penso che a lei interessi quello che mangiamo.

P.S: La sua provocazione la conosco, gia letta migliaia di volte, sarebbe il caso che cambiaste il cache.
avatar Maria Concetta
0
 
 
..è vero nelle scuole non si deve insegnare ad uccidere, ma neanche a considerare gli animali allo stesso livello degli essere umani, (anche se qualche volta sono migliori..loro) gli animali erano, sono e resteranno sempre e solo delle bestie, si possono amare oppure essergli indifferenti, si possono cacciare oppure no..penso che quello che vuole insegnare nelle scuole è si il rispetto degli animali ma anche la conoscenza dell'attività venatoria in quanto arte, senza obbligare nessuno, da grande ognuno sceglierà la propria strada, senza lavaggi del cervello e senza costrizioni (vedi mamme che obbligano i figli ad essere vegetariani) dite che il mondo venatorio non ha ricambio generazionale..?? bè vi sbagliate, è in declino il cacciatore da "carniere", ma vengono su' ragazzi veramente motivati, rispettosi, eticamente correnti, sani nei principi morali, qesto è il futuro della caccia in europa.
avatar lucas
0
 
 
buongiorno,ricordo a tutti che il "reato di ostruzionismo ad una attività legale"gia esiste in italia,qualsiasi sia l'attività,ovviamente se lecita!e la caccia lo è!
avatar admin
0
 
 
@Maria Concetta

1-Lei e i cacciatori considerate l'attività venatoria come un arte, io personalmente no!! Punti di vista.
2-i genitori vegetariani obbligano i figli ad una dieta vegetariana, mentre i genitori onnivori obbligano i figli ad una dieta onnivora.(non esistono dati di fatto che dimostrino che la dieta vegetariana sia dannosa per l'essere umano : http://www.eatright.org/Media/content.aspx?id=1233&terms=vegetarian )
3-qua le do ragione, l'unico motivo per cui esiste ancora sono gli interessi economici..........concordo.

@Lucas

La caccia è legale, ma anche il tabacco e l'alcool, eppure tutti sappiamo facciano male, quindi mi pare inconsistente come teoria..........
avatar giovanni
0
 
 
bisogna essere dei pazzi malati, dei malati di mente per chiamare la caccia arte!
segno che è bene non dare un'arma in mano a gente così!!!
avatar Carmelo Hunter
0
 
 
La maggior parte di coloro che oggi scrivono e si dichiarano contro la caccia sono il frutto della continua strumentalizzaz ione esercitata nelle scuole a partire dal 1980 quando anche per mezzo di insegnanti compiacenti si e' permesso alle associani ambientaliste di accedere nelle scuole per inculcare ai bambini, partendo dagli asili, che la caccia era un male per gli animali e per la societa' moderna. Stesso spazio non e' mai stato concesso ai cacciatori, per cui le menti dei bambini sono state meschinamente plagiate ed il risultato e' sotto gli occhi di tutti, gente che non sa distinguere un coniglio da una lepre, una poiana da un falco pecchiaiolo o ancora peggio una passera d'italia da una passera mattugia per nominare animali comunissimi perfino nei balconi di casa in citta'. Molti di queste persone oggi trentenni si dichiarano ancora contro la caccia pur senza mai aver avuto l'opportuinita' di praticarla almeno per un giorno o senza ami avuto la possibilita' di guardare come si svolge la caccia e non l'atto finale dello sparo che puo' anche non esserci!!! Insegnare e dare la possibilita' ai cacciatori di far conoscere ai ragazzini LA CULTURA VENATORIA sarebbe un'atto di grande democrazia che invoglierebbe i ragazzi ad avvicinarsi con piu' interesse alla natura perche' li renderebbe parte attiva della protezione e conservazione della stessa, allontanandoli da quelli che sono oggi i mali peggiori della nostra societa' quali le droghe, l'alcol, e la noia che li spinge spesso a gesti che a volte li segnano per tutta la vitae che leggiamo giornalmente su tutte le cronache!!!!!
avatar admin
0
 
 
@Carmelo

Buongiorno signor Carmelo, da Facebook a questo sito, che onore..........

Esistono altre migliaia di sistemi per evitare che i propri figli non finiscano nel giro della droga o del alcol, la caccia è uno solo di questi, insegnarla a scuola non è necessario ed lo ritengo eccessivo........
Gli insegnanti hanno fatto quello che hanno giudicato giusto fare, non sta a lei decidere e comunque lamentarsi tanto quando avete la politica a vostro favore, molti amici importanti, non lo ritengo appropriato. Ci state obbligando in tutte le maniere ad amare la caccia, ma la risposta è quello che sta succedendo oggi in Italia, quindi probabilmente il pugno di ferro non è così intelligente. Non sembra ma la gente vede cosa scrivete o che mezzucci usate e sa distinguere il bene dal male, anche se state cercando di santificare la vostra "arte". Sottovaluta troppo gli altri e l'pinione pubblica, dimenticando che se anche un cittadino non sa distinguere una conglio da una lepre ha comunque il diritto di giudicare la caccia violenta e al limite di votare contro questa pratica. Il fatto che lei sia un vero intenditori di prede, non le dona nessun valore aggiunto rispetto a me o ad altri cittadini, quindi calma ed accetti anche le opinioni altrui.

P.S: Signor Carmelo, qua non siamo su FB.......sa benissimo cosa intendo.
avatar Carmelo Hunter
0
 
 
Non dico che gli insegnanti abbiano fatto un torto o una cosa sbagliata aprendo le porte alle associazioni ambientaliste che oggi stanno modificando, complici anche gli editori, anche i libri di testo e le stesse favole dando un tono animalista inesistente per quello che sono i testi stessi!!! La cosa sbagliata e stata quella di non dare gli stessi spazi ai cacciatori per poter spiegare la natura dal loro punto di vista!!! Che la gente sia contro la caccia e un vostro modo di vedere le cose, la dimostrazione e' stata quella che tutti i referendum contro la caccia sono stati disattesi da tutti quelli che sono contro come dite voi! Non dimentichi che ultimamente e' stata disattesa anche una manifestazione nazionale indetta da voi ed alla quale hanno partecipato solo qualche decina di persone, se vuole posso essere anche piu' preciso sul dato. La democrazia e' un'argomento che amate disattendere regolarmente allo scopo di poter indottrinare le menti dei bambini e lo fate dal 1980 per cui le lascio immaginare, poi molte associazioni ambientaliste hanno addirittura fatto una mareadi tessere associative proprio con questo metodo, portanto il cappellino del wwf o della lipu o di qualche altra associazione scambiando il gadget con la tessera. Non le dico altro anche perche' stiamo andando fuori dall'argomento istruzione nelle scuole. per istruzione si intende portare a conoscenza e quindi svelare sia il vostro interesse che il nostro, se cio' non avviene si chiama indottrinamento!!!! Saluti!!
avatar Maria Concetta
0
 
 
Non mi sembra che il signor Carmelo abbia detto una cosa insensata, vero che ci sono altri modi per tenere lontani i figli da certi vizi, uno di questi e' la caccia che sicuramente e' stata ed e' una delle attivita' primarie considerato l'impegno che impone e gli orari da rispettare per cui se un ragazzo e' avvezzo all'alcol o alla droga difficilmente puo' prendersi cura dei cani o potrà svegliarsi alle 05,00 del mattino quando e' andato a letto alle 04,00. La poca democrazia usata nelle scuole circa l'istruzione dei ragazzi è lampante perche' istruire significa portare a conoscenza, e portare a conoscenza significa far conoscere un'argomento da tutte le sfaccettature, se questo non avviene si parla di indottrinamento. L'opinione pubblica dai risultati avuti con gli ultimi referendum contro la caccia non è sembrata cosi' contraria come lei asserisce e se n'è avuta prova anche con la vostra ultima manifestazione nazionale tenutasi a Roma ed a Firenze quando sono intervenuti solo qualche decina di animalisti e non stiamo parlando di gente comune!

avatar admin
0
 
 
@Ornella Ragusa(Maria Concetta)

Come la devo chiamare signora? Mi dica lei........
Io sinceramente alla caccia preferirei ad esempio la religione o comunque la cultura in generale se strasmessa al ragazzo come si deve.


@Carmelo
Dalle sue parole sembra che il mondo c'è l abbia con voi però allo stesso tempo vi ami, non capisco molto il suo commento.
Mi pare che anche le vostre associazioni, fortemente supportate dalla politica usufruiscano di gadget, tessere, e quant'altro è solo un sistema per poter divulgare un messaggio.....
avatar Rosario Madaffari
0
 
 
Pi.......o.......ti hanno buttato FUORI DAL GNCFB E, GRAZIE AL CIELO, DA IERI SERA ANCHE DA FACEBOOK, E ORA VIENI A SCOCCIARE QUI??? Alla prima mezza, al primo quarto di parola di troppo, SARAI CACCIATO A P.........!! COSA CHE REALIZZERO' ANCHE SU FB QUALORA TI AZZARDASSI A RITORNARE DALL'OLTRETOMBA. Uomo avvisato.....
avatar Giovanni
+1
 
 
oh cavolo anche qui si mettono a scrivere le loro idiozie!
fare ostruzionismo alla caccia NON E' E NON DEVE ASSOLUTAMENTE ESSERE REATO!!!!!la caccia è un sopruso gravissimo verso gli animali e ostacolarla è sacrosanto e ammirevole(tanto quanto è spregevole praticarla!!!)
Ancora co sta storia del vegetarismo poi?????Ma chi credete di fregare???Non siamo idioti nè bambini!!!!!E' da idioti credere che c'entri qualcosa il mangiare carne con la caccia e il vegetarismo con l'opposizione alla caccia!!!!!Quella dei cacciatori è una s.....a, squallida, disumana, immonda perversione, una devianza, una depravazione, una malattia, un bisogno malato e perverso di sfogare beceri istinti violenti, brutali, sadici, assSSINI, è una voglia malata incontrollabile di uccidere, è folle smania di uccidere,il mangiare non c'entra un tubo!!!!!!I cacciatori sono gente malata e basta, malata di violenza, di sangue, di crudeltà, di sadismo!!!
E per la cronaca IO SONO ANCHE VEGETARIANO, ma chi non è di certo NON DEVE ANDARE A GIUSTIFICARE LE PROPRIE ABITUDINI ALIMENTARI A GENTE INQUALIFICABILE CHE GODE A UCCIDERE ANIMALI!!!!
avatar Giovanni
0
 
 
maria concetta, ma piantala di blaterare idiozie e V......I!!!!!

L'UE ci ha condannato per i massacri di specie protette, in Veneto vogliono approvare un altra legge stermina-uccell ini, e questi hanno il coraggio di parlare di essere vegetariani!RIDICOLI E PATETICI DA MORIRE, UNA BARZELLETTA VIVENTE!!!!
RIDICOLI PER IL FATTO STESSO DI ESSERE CACCIATORI, POI PIU' APRONO LA BOCCA E DICONO SCEMENZE, PIU' SONO RIDICOLI!!!!
avatar Maria Concetta
+1
 
 

-Commento eliminato dall'amministra zione -
avatar Daniela
+1
 
 
Nelle scuole bisognerebbe insegnare il rispetto per la vita, in ogni sua forma.
Sin dalla tenera età, il bambino deve essere istruito ad amare gli animali, non ad ucciderli. E non si confonda con l'indottrinamen to perchè l'insegnamento non è solo quello delle materie scolastiche, ma si riferisce più in generale al complesso di norme di comportamento, principi morali ed etici che costituiscono in pratica il fondamento dell’educazione.
Se proprio si vuole parlare di caccia si può far riferimento alle epoche primitive dove la caccia era un sostentamento per il fabbisogno degli uomini di allora, che ancora non avevano sviluppato le piene capacità cognitive e le condizioni di vita erano estremamente dure e difficili rispetto all'epoca odierna. La caccia, per le genti preistoriche, oltre essere un mezzo di sostentamento, era anche un bisogno per essere in buona forma fisica, cosa che era necessaria per la loro sopravvivenza in un mondo pieno di insidie di ogni genere. Infatti strutturava l'uomo sia fisicamente che spiritualmente, ne migliorava la tenacia fisica, l'acutezza di osservazione, la conoscenza e le abilità pratiche. Nel periodo più antico la caccia era praticata in modo collettivo in quanto l'armamentario tecnico era insufficiente.
Oggigiorno la caccia non ha più motivo di esistere.
Non mettiamo in mezzo temi che non c'entrano nulla con la caccia tipo il vegetarianismo.
La caccia nell'epoca odierna è un sopruso ed è anche un idiozia pensarlo come mezzo per tener lontano un ragazzo dalla droga.
Purtroppo continua ad esistere perchè supportata da grandi interessi politici ed economici. Ma si è fiduciosi perchè l'opinione pubblica italiana è ben diversa da altre realtà mondiali e soprattutto vergognose come in Francia dove è stato istituito il reato di ostruzionismo alla caccia.
avatar admin
0
 
 
I commenti di pura provocazione, inutili, mirati solo ad accendere discussioni non sono valutati come idonei a questo sito.
Pertanto da oggi in poi saranno eliminati.
avatar MaRiA cOnCeTtA
0
 
 
- Messaggio eliminato dall'amministra zione -
avatar admin
0
 
 
I commenti di pura provocazione, inutili, minacciosi, mirati solo ad accendere discussioni non sono valutati come idonei a questo sito.
Pertanto da oggi in poi saranno eliminati.
avatar lucas
0
 
 
@ ADMIN: finchè la caccia rimarrà "attività legale"le ricordo che è tutalata e regolamentata dalla legge italiana
,quindi chi la ostacola puo gia da ora (e anche da prima)essere soggetto punibile!l'alcool e il tabacco non centrano nulla in questo contesto...se è per quello comunque pure i coloranti di molte bevande o cibi non sono salubri,come i fertilizzanti e un mare di altre cose!e poi sig. Admin,ovviamente Lei è contro la caccia ma non mi venite a dire che
l'attivita' venatoria è causa di assoluto o primario danno alla fauna come voi la fate passare ,e lo sapete bene che non'è cosi! cordiali saluti Lucas
avatar Daniela
0
 
 
Anche protestare contro una pratica crudele è legale:

Reg. Lombardia - Disturbo all’attività venatoria anche avvalendosi di strumenti atti all’allontanamento della selvaggina - Divieto di cui alla 51, comma quinto, Legge Reg. Lombardia 26/93 (come inserito da art. 24 LR 7/02) – Prevalenza del diritto costituzionale di riunirsi pacificamente e di manifestare liberamente il proprio pensiero – Revoca sanzioni amministrative comminate.

Tribunale di Milano, I Sezione Civile Sentenza n. 6309/05 del 10 maggio 2005 (depositata il 31/5/2005)
De Filippo ed al. contro Provincia di Milano
Estratto:
"Nel caso in oggetto ci si trova di fronte ad un radicale conflitto tra lo svolgimento indisturbato della -pure legittima- attività venatoria, garantito dalla legislazione nazionale regionale e la contrapposta esigenza di esprimere liberamente e con efficacia il pensiero che avversa tali attività, anche attraverso manifestazioni pubbliche, come garantito rispettivamente dagli artt. 21 e 17 Cost. (che subordina la possibilità di divieto a “comprovati motivi di sicurezza ed incolumità pubblica”).

Ora, nel conflitto tra due diritti siffatti, quello che gode di garanzia costituzionale è destinato a prevalere, purché il suo esercizio sia tale da determinare un semplice affievolimento di quello contrapposto, che può subire una temporanea compressione, perché limitata non solo nel tempo, ma anche nello spazio, per poi pienamente riespandersi, senza aver subito alcun sostanziale nocumento."
avatar admin
0
 
 
Certo che è legale, ma vedo che comunque si risponde da solo, non esiste solo la caccia, ma anche i coloranti e i cibi poco salubri, in questo concordo con lei............

Di certo la caccia non la possiamo collocare tra le prime posizioni, ma in questo sito trattiamo questo e non l'inquinamento......se le dovesse servire le posso citare alcuni siti internet molto importanti a riguardo...........

Per caso lei in questo sito sta cacciando? non sapevo che una proposta di legge si possa gia dare per effettiva.....
avatar lucas
0
 
 
no no per carità,non sto cacciando!...vorrei solo uno scambio di "vedute"anche se sappiamo entrambi che non ci sarà mai un punto d'accordo,cmq sia per quanto poco io lo trovo costruttivo!...Carrara ha fatto la proposta di 'reato di ostruzionismo alla caccia',ma quello che volevo dire io è che il reato di 'ostruzionismo ad una attività legale' è già contemplato dalla legge italiana,quindi visto che la caccia lo è(legale),potrebbe essere impugnata gia da subito!Carrara non ha proposto nulla di nuovo ma bensì vorrebbe solo mettere i puntini sulle ì!!le dico questo in quanto ho un'avvocato in famiglia,quindi prima di dire ne ho parlato con lui! cordiali saluti! Lucas
avatar giovanni
0
 
 
ma non dire scemenze, l'ostruzionismo è legalissimo e sarebbe scandaloso se non lo fosse!la caccia è un crimine legalizzato, un abuso, un sopruso su animali e esseri umani, una mostruosità, e ostacolarla è sacrosanto e un dirtto fondamentale!parlare solo di rendere illegale l'ostruzionismo(ovvero salvare vite animali) è aberrante, abominevole e totalmente folle!
Oltretutto mette ulteriormente in cattiva luce i cacciatorui, in quanto dismostra come la loro voglia di uccidere e la loro sete di sangue e di morte sia estrema, assoluta e insaziabile!la loro voglia di esercitare violenza e di portare morte è una vera malattia, una patologia!presentare una simile proposta di legge è come dire che se i cacciatori non uccidono ababstanza non sono contenti e sodisfatti e non sfogano abbastanza i propri peggiori istinti, i propri istinti as
avatar admin
0
 
 
Ogni famiglia o associazione ha un avvocato di fiducia..........trovo la proposta inutile, in quanto la vostra stessa libertà di poter cacciare può essere paragonabile alla libertà, ad esempio di un proprietario terriero, di disturbare la vostra pratica. Ma conoscendo i vostri metodi, molto poco democratici, questa proposta non mi pare nulla di strano e mi auguro che npn passi. Mi auguro che faccia la fine del DDL Orsi...........
avatar admin
0
 
 
Mi pare strano che non abbiate ancora capito che più stringerete il laccio e più il conseso popolare sarà contrario alla caccia, il vostro pugno di ferro e il DDL Orsi ne è la conferma, serve solo a voi per illudervi....queste proposte dimostrano una vostra debolezza e non potere, perchè se foste in armonia con l'italiano non sarebbe necessario tutelarsi in questa maniera. Vi conviene sfruttare il più possibile il politico di turno per potervi godere queste agevolazioni, perchè al cambio di corrente potrebbero cambiare molte cose...il reato di ostruzionismo dimostra che sempre di più non vi è permesso, e non vi sarà permesso anche se multati, di poter praticare il vostro hobby in santa pace, cosa che una volta non era necssaria. Il mondo cambia e sembra che voi invece siate molto attaccati al passato...

Vabbè, vorrà dire che qualche soldino in più entrerà nelle tasche del governo per poter pagare le deroghe "controlegge" che ogni santissimo anno formulate......
avatar lucas
0
 
 
io non la vedo proprio come dice lei Admin,quello che dice mi sembra molto un rigirar parole!l'opinione pubblica
sulla caccia è dettata molto dalle bugie e contraffazioni che spesso vengono dette dal mondo animalista(e credo lei sappia bene di cosa parlo)di esempi ce ne sono tantissimi,titoli nei blog non veritieri o dove viene omesso un semplice aggettivo facendo credere a chi legge una cosa per un'altra ecc ecc ecc!considerando che una maggioranza di persone ignora la caccia e spessissimo si ferma al titolo(basta vedere le risposte che mettono poi) !sia chiaro che non difendo a spada tratta i cacciatori in quanto so benissimo che ce ne sono di poco ligi alle leggi!il vostro punto di forza è che sapete bene come raccontarla,e spessissimo lo fate travisando e raccontando cose assolutamente non vere pur di avere l'opinione pubblica dalla vostra!mettere una categoria o una persona in cattiva luce difronte ad un'altra è fin troppo facile!!....per quanto riguarda al fatto di essere attaccati
al passato beh...è anche vero,il cacciatore"vero"è a favore pieno delle tradizioni qualunque esse siano!!
personalmente non vedo l'ago della bilancia pendere di piu da un lato ma bensì lo vedo sempre al centro!cordiali saluti Lucas
avatar admin
0
 
 
@Lucas

Se siamo così bugiardi perchè:

1° avanzate una proposta di reato di ostruzionismo?
2° siete così contrariati da una semplice rassegna stampa che in questo sito facciamo?

raccogliamo solo notizie proposte dalla stampa in genere, non ci inventiamo le notizie. Perchè se siete così tranquilli di essere nella ragione, o comunque di fare il giusto avete bisogno di tutelarvi mentre cacciate? Se non è vero che l'opinione pubblica e contraria alla caccia e noi siamo i bugiardi, perchè tutelarvi in questa maniera? Solo perchè qualche manciata di animalisti racconta le bugie?

Che siano così tante le cose che non vanno, pur essendo voi così poco numerosi che non vi piaccia che tutte queste notizie possano essere raccolte? Intendiamoci, non possiamo raccorgliele tutte, ci limitiamo a fare una rassegna di voci importanti, tralasciando tutte le testate minori. Ci accusate di scrivere menzogne quando in realtà noi ci limitiamo a postare notizie gia esistenti senza mai aggiungere una nostra idea personale.

avatar giovanni
0
 
 
ma quali bugie!!!!che faccia tosta!!!siete voi che dite un sacco di bugie, siete campioni di bugie!!dite che le leggi regionali stermina uccellini protetti sono legittime e legali, MENTRE NON LO SONO AFFATTO!!!dicevate che l'articolo 38(poi divenuto 43) che eliminava i limiti temporali delal satgione di caccia serviva per adeguarsi alle direttive Ue, (che a vostro dire voleva che in italia si cacciasse di più...si, figuriamoci!), invece l'Ue ci ha persino condanato per la troppa caccia a specie protette!!!e chissà quante altre ne hanno dette, queste sono solo le più recenti e scandalose!!!per fortuna vengono regolarmente smascherate!!poi è allucinate che vi definiate ambientalisti o amanti della natura!!
ah, per vostra informazione gli italiani non sono un popolo di sadici sanguinari:se conoscessero l'orrore, la crudeltà, lo schifo della caccia di sicuro sarebbero molto più contrari e molto meno tolleranti verso di essa!!!
avatar lucas
0
 
 
@ Admin
quello che ho scritto non era riferito specificatament e al vostro blog e non a tutti gli animalisti,forse non mi sono spiegato!mi riferivo agli attacchi animalisti contro la caccia in generale che fin troppo spesso sono contraffatti!...quella manciata di animalisti che dicono bugie pur di far sentire la loro "ragione"le faccio presente che sono deleteri tanto x noi quanto x voi!!...l'animalismo è anche una buona cosa....l'estremismo animalista invece proprio no!in francia cacciatori e animalisti vanno di pari passo,decidono insieme,si consultano e soprattutto non si scannano!non so se capisce cosa vorrei dire...EQUILIBRIO!ma credo sia inutile parlarne in quanto noi/io avro sempre la mia idea e voi/lei avrete/avra sempre la sua!
cordiali saluti Lucas
avatar admin
0
 
 
@Lucas
lei cita la Francia che prima di noi a proposto il reato di ostruzionismo, mi pare difficile credere che animalisti e cacciatori viaggino di pari passo, anzi, ho idea che gli animalisti la siano più incazzosi che in Italia..........Il fatto che noi manterremo comunque la nostra idea, non ci deve bloccare dal dialogare.....mi pare che qua sul sito siano differenti i toni rispetto facebook........
avatar lucas
0
 
 
@ Admin
le garantisco che in francia animalismo e attività venatoria vanno di pari passo!il reato di ostruzionismo è passato proprio x quello,perchè andava bene anche agli animalisti e loro stessi sapendo che ci sono delle falange di estremisti non hanno impedito od ostacolato il tutto,mi creda Admin!per quanto riguarda al dialogo sono daccordo con Lei,l'idea diversa non dovrebbe impedire un tranquillo scambio di opinioni!la cosa che mi dispiace di piu(parlo escusivamente x me)è che per quanto si possa discutere ,purtroppo, e ribadisco tristemente il purtroppo,è quella che quel tanto sospirato da me "andare daccordo"tra cacciatori e animalisti,non riesco a vederlo neanche alla lunga(e non le dico cosa darei perchè questo fosse realizzabile)!vedo certi blog su facebook dove i toni sono a dir poco raccapriccianti e ormai con guerre private tra qualche cacciatore(o presunto tale)e qualche animalista(o presunto tale)e dove gli attacchi sono diventati meschini da entrambe le parti!io sono un cacciatore e ho sempre trovato il sano animalismo molto molto utile per equilibrare il tutto,ma ora mi sembra che si stia nettamente andando all'esagerazion e piu estrema e deleteria,e saprà anche Lei che il "troppo fa male quanto il poco"(non mi riferisco ne a Lei ne a questo blog)
cordiali saluti Lucas
avatar admin
0
 
 
Non conoscendo la situazione francese le posso solo che credere. Sappiamo entrambi che in ogni cosa esistono le esagerazioni e nei suoi ultimi due commenti ha invece dimostrato di essere equilibrato. Sappia che la sua opinione sarà sempre ben accetta e sicuramente positiva tra queste pagine.

Distinti saluti
avatar Lucas
0
 
 
la ringrazio Admin,se tutte le discussioni tra mondo venatorio e mondo animalista fossero impostate in questo modo,sono sicuro che x quanto poco,si andrebbe tutti un po piu daccordo(e forse anche trovare insieme dei compromessi) mantenendo pur sempre le nostre idee!
cordiali saluti e buona giornata! Lucas
Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner