Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

“Liberi di volare”: a Milano il lancio shock della campagna contro la strage di uccellini in Italia

E-mail Stampa PDF

“Liberi di volare”: a Milano il lancio shock della campagna contro la strage di uccellini in Italia

Partirà da Milano, in via Dante 15, il 18 settembre 2010 il lancio shock della campagna “Liberi di volare”, un’iniziativa congiunta di LAC Lega Abolizione Caccia e Lush, l’azienda di cosmetici freschi e fatti a mano ecologica ed animalista. Obiettivo: fermare la “licenza di uccidere” i piccoli uccelli in Italia e sensibilizzare l’opinione pubblica su un massacro sempre più indiscriminato e ignorato.

Due corpi nudi dipinti come uccellini privi di vita, accasciati sopra un’enorme bandiera italiana macchiata di sangue è l’immagine shock che investirà i passanti che si troveranno in via Dante a Milano nella giornata di sabato 18 settembre durante una performance di strada alle ore 16.00 e 17.00. Una scena provocatoria e “d’impatto”, che intende portare l’attenzione su una strage compiuta in silenzio, quella dei piccoli uccelli, che ogni anno insanguina il nostro Paese attraverso un’intensa attività venatoria, non sempre compiuta a norma.

“Mettici il becco” recita lo slogan sulle vetrine di tutte le botteghe italiane Lush, dove sarà possibile ricevere informazioni su come partecipare attivamente alla campagna.

Ogni anno, LAC stima che in Italia vengano uccisi 17 milioni di piccoli uccelli. Sono circa 40 le specie autorizzate ad essere cacciate e 30 il numero di uccellini concesso al giorno per ciascun cacciatore (in Italia sono oltre 700mila) per tutto l’arco del periodo venatorio, che attualmente ammonta a 55 giorni. Continui però sono i tentativi di estensione temporale e le proposte di legge per la caccia in deroga ai piccoli uccelli migratori.

L’Italia è inoltre un Paese dove un gran numero di uccelli compie il proprio passaggio durante il periodo migratorio e dove è quindi possibile catturare numerosi esemplari, mettendo a rischio più specie.

Esistono diversi metodi purtroppo consentiti per catturare gli uccelli. Uno di questi è il roccolo, una tecnica che consiste nell’allestimento di giardini artificiali circondati da alberi dove gli uccellini vengono richiamati dal canto dei loro simili (tenuti in gabbia dai cacciatori) e dove vengono intrappolati da grandi reti, per rifornire poi i cacciatori da appostamento che sparano ai migratori dai capanni. Non sempre l’attività venatoria all’interno di un roccolo viene svolta in modo corretto e questo può comportare la morte di un grande numero di uccellini, talvolta anche appartenenti a specie protette. I richiami trascorrono la loro vita in gabbie piccole e sporche e vengono tenuti al buio tutto l’anno per farli cantare in autunno anziché in primavera.

 

L’azione più efficace di contrasto all’illegalità venatoria – sostiene Guido de Filippo, segretario della LAC – è senza dubbio quella di controllo e sorveglianza dell’attività di caccia, che richiede tecniche sofisticate ed una formazione adeguata per riuscire a raccogliere prove delle eventuali infrazioni commesse“.

Per questo motivo Lush ha deciso di finanziare la formazione dei volontari LAC per l’attività di monitoraggio della caccia, mettendo a loro disposizione un insegnante d’eccezione: Terry Spamer, un ex trainer delle forze dell’ordine inglesi, specializzato nella lotta e nell’investigazione delle pratiche contro gli animali. Spamer formerà dei veri e propri “detective” animalisti pronti a raccogliere prove dell’evidenza del crimine durante l’attività venatoria.

Acquistando presso i negozi Lush la crema “Sua Bontà” (€ 20) chiunque potrà contribuire al sostegno della campagna “Liberi di volare” e alla salvaguardia dei piccoli uccelli. Lush donerà infatti tutto il ricavato delle vendite all’attività di formazione dei volontari LAC.

La nostra azienda è da sempre molto attenta alla tutela degli animali – ha affermato Denise Cumella, Country Manager di Lush Italia – Proprio perché fondata da 5 convinti vegetariani, Lush esclude dai propri prodotti ogni ingrediente animale e acquista i suoi ingredienti esclusivamente da società che escludono i test sugli animali dalle proprie pratiche. Per questo motivo, abbiamo deciso di donare l’intero incasso delle vendite della nostra crema ‘Sua Bontà’ per la formazione dei volontari LAC”.

Sul sito della campagna “Liberi di volare” sarà inoltre possibile trovare un piccolo vademecum della tutela degli uccellini: poche e semplici raccomandazioni per contribuire alla salvaguardia dei nostri piccoli amici da applicare e diffondere.

Nata in Inghilterra nel 1995, Lush produce e commercializza cosmetici freschi e fatti a mano a base di frutta e verdura biologica, con oli essenziali e ingredienti sintetici sicuri. I prodotti Lush sono ecologici e vengono realizzati nel massimo rispetto dell’ambiente, degli animali e quindi della pelle. Sito web: www.lush.it

LAC – Lega abolizione caccia è stata fondata nel 1978. Promuove l’abolizione della caccia, la difesa della fauna, la conservazione ed il ripristino dell’ambiente, con iniziative giuridiche, politiche, culturali, educative, informative ed editoriali. E’ riconosciuta come associazione ambientalista dal Ministero dell’Ambiente ed è membro dell’EFAH (European Federation Against Hunting) presente con 80.000 soci in 14 paesi europei. Sito web: www.abolizionecaccia.it

Silva Valier

Fonte: Il Nord

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner