Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Michela Vittoria Brambilla punta il dito contro la caccia

E-mail Stampa PDF

Afferma il Ministro: “Non è possibile che l’incolumità di cittadini e turisti venga di continuo messa a rischio da una minoranza di cittadini che, armata di doppiette, fa strage del patrimonio faunistico di tutti gli italiani."

L’ennesimo incidente accaduto a Melfi, per il quale un ciclista è stato impallinato da un cacciatore, conferma quanto l‘attività venatoria non sia solo anacronistica e crudele ma anche molto pericolosa. Secondo l’Associazione vittime della caccia, tra il 2 settembre 2009 e il 31 gennaio 2010, in cinque mesi di stagione venatoria, ci sono stati 23 morti e 53 feriti tra i cacciatori, 1 morto e 18 feriti tra la gente comune.

il ministro del Turismo, on. Michela Vittoria Brambilla, commenta così l’episodio accaduto in provincia di Potenza : “La stragrande maggioranza degli italiani è contraria alla caccia ed il boom di sottoscrizioni raccolte in questi ultimi giorni al manifesto “La Coscienza degli animali”, di cui sono garante ne è ulteriore dimostrazione.

Il testo, che si può leggere e firmare sul sito www.lacoscienzadeglianimali.it, al primo punto chiede la totale abolizione della caccia: ormai sfioriamo quota 100 mila firme. Guardo dunque con grande attenzione  alla manifestazione nazionale organizzata sabato prossimo a Venezia dalla Lav per sollecitare la completa abolizione della caccia”

M.V. Anno X - Nr 173 del 16.09.2010

Comments

avatar Giovanni
0
 
 
Grande Brambilla!!!Ha tutta la nostra stima, ammirazione e il nostro sostegno!!!
Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner