Il capriolo e la compassione di Macri Puricelli

Martedì 04 Gennaio 2011 15:30
Stampa

Fonte: zoelagatta.corrieredelveneto.corriere.it

capriolo2.JPG

Alleghe. Una notte di stelle, pochi giorni dopo Natale. Davanti alla macchina che corre sulla strada, rotola un animale. Sembra un cane. Mio marito rallenta di colpo. Accosta e scende.

In mezzo alla carreggiata un capriolo sta agonizzando. E' stato sicuramente investito da una macchina. Una delle due zampe anteriori è visibilmente fratturata. Il suo sguardo è dolente e al tempo stesso immenso.
Massimo lo trascina sul ciglio. Gli sorregge la testa. Gli copre la zampa rotta con la neve, nella speranza assurda che il freddo possa attutire il dolore... Leggi l'articolo...

 

 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.