Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

06/09/2010 - DIVIETO CACCIA NON RISPETTATO: "BRACCONIERI SENZA PUDORE"

E-mail Stampa PDF

Mafalda. Ancora una segnalazione sul mancato rispetto del divieto di caccia imposto da una sentenza del Tar Molise. E’ un cacciatore tavennese a denunciare un episodio verificatosi domenica scorsa, «In dispregio alla recente sentenza del Tar del Molise che vieta l’esercizio della caccia fino al 18 settembre prossimo – scrive l’appassionato - a Mafalda, nel territorio compreso fra il centro abitato e la collina della "Stingione", ai confini dei territori di Tavenna e S. Felice, domenica mattina, 5 settembre, fra le ore 6.30 e le ore 9, sono state sparate numerose fucilate (più di 30) da bracconieri senza timore e senza pudore.
Affinché tali riprovevoli episodi non si ripetano nei prossimi giorni, si fa appello alle autorità competenti di vigilare con maggior oculatezza in tale territorio e di indagare per scoprire i responsabili di così palesi atti di frodo, che ledono l’immagine di una categoria appassionata dell’arte venatoria e penalizzano i cacciatori onesti, i quali, alla prossima apertura, scopriranno di essere stati beffati e defraudati da colleghi furbi e disonesti, indegni di portare in tasca la licenza di caccia».

Fonte: primonumero.it

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner