Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Se li conosci li segui

Andrea Zanoni proclamato Eurodeputato: I PRIMI 10 GIORNI

E-mail Stampa PDF

29-09-2011

I PRIMI 10 GIORNI DI ANDREA ZANONI IN EUROPA

Andrea Zanoni proclamato Eurodeputato

Oggi a Strasburgo viene ufficializzato il passaggio di consegne tra Luigi de Magistris e Andrea Zanoni (IdV). Il leader ambientalista e animalista entra a far parte del Gruppo europeo Alleanza dei Liberali e Democratici per l’Europa. Zanoni viene proclamato ufficialmente Eurodeputato durante la sessione plenaria di settembre del Parlamento

Manifestazione nazionale contro la caccia – Torino 17 settembre 2011

Con il corteo si vuole ribadire un “SI´ DECISO” per fermare questo massacro. È stata scelta Torino perché in Piemonte nel 2012, dopo 25 anni dalla raccolta delle firme e 25 anni di ostruzionismo della Regione, vinto solo da una pronuncia della Corte di Appello, si terrà un REFERENDUM REGIONALE CONTRO LA CACCIA che non ha precedenti.

Presentate due interrogazioni: Tutela penale dell’ambiente e utilizzo di elementi tossici nell’abbigliamento

Andrea Zanoni parte in quarta. Proclamato ieri Eurodeputato, presenta già oggi due interrogazioni parlamentari sulla tutela penale dell’ambiente e l’utilizzo di elementi tossici in capi d'abbigliamento. L’Eurodeputato chiede subito alla Commissione di intervenire per la tutela del territorio e della salute dei cittadini europei.

"Ci vuole un referendum europeo sul nucleare"

Andrea Zanoni chiede una consultazione popolare in tutti i 27 Paesi membri per decidere sul futuro del nucleare in Europa. All’indomani dell’incidente nell’impianto di Marcoule, nel sud della Francia, in Europa si torna a parlare di nucleare e sicurezza.

 

Battaglia in Europa contro la delibera illegale ammazza-fringuelli della Giunta Zaia

La IV° Commissione del Consiglio Regionale del Veneto ha espresso a maggioranza parere favorevole alla delibera della Giunta Zaia che stabilisce, per la stagione venatoria 2011-2012, le specie di volatili cacciabili in deroga ai divieti dell’Unione Europea.

 


Read 0 Comments... >>
Leggi tutto...
 

Liguria - In regione Caccia allo storno, approvato il prelievo in deroga

E-mail Stampa PDF

Genova - Con 26 voti favorevoli, 5 contrari e 2 astenuti, la Regione Liguria ha approvato il prelievo in deroga sulla caccia allo storno in Liguria. Tra i contrari Maruska Piredda (Idv), Alessandro Benzi (Federazione della Sinistra), Giancarlo Giancarlo Manti (Pd), Aldo Siri e Lorenzo Pellerano (Liste civiche per Biasotti presidente).

A seguito di modifiche apportate in sede di commissione, in particolare con un emendamento proposto dai consiglieri Valter Ferrando e Alessio Cavarra, entrambi del Pd, il prelievo in deroga...Leggi tutto alla fonte: www.ilsecoloxix.it


Read 0 Comments... >>
 

Migliaia di NO alla caccia!

E-mail Stampa PDF

Andrea Zanoni, europarlamentare: Eravamo in migliaia a dire NO alla caccia! Bandiere, striscioni, citazioni e soprattutto tanta, tanta gente. La manifestazione nazionale contro la caccia insieme alla Marcia della Pace Perugia-Assisi di ieri è stata un successo, fortissimo, quasi inaspettato. Un’esperienza straordinaria intrisa della gioia e dell’amore di migliaia e migliaia di persone che hanno voluto gridare al cielo SI alla Pace e NO a tutte le guerre, compresa quella che ogni anno scoppia a settembre contro gli animali selvatici di tutta Italia.
Eravamo in migliaia a manifestare per il diritto alla vita degli animali contro l’assurda mattanza a cui ogni hanno siamo costretti ad assistere. Una mattanza che non risparmia nessuno, né le numerose specie di uccelli in fase di migrazione prenuziale (come il germano reale, la folaga, la cesena e i tordi) né tanto meno specie espressamente protette e a rischio estinzione.

Migliaia di uomini, donne, anziani e bambini sono scesi in strada domenica per partecipare alla marcia Perugia–Assisi, un percorso simbolico nel cuore dell’Italia e della sua anima più bella, nei cuori dei tanti italiani che non riescono a chiudere gli occhi di fronte a tanta sofferenza inferta senza colpo ferire. Una manifestazione bella e sentita, abbracciata da un caldo sole che ci ha accompagnato lungo i chilometri della marcia.

Insieme a me, c’erano le tante associazioni animaliste ed ambientaliste che conducono una battaglia quotidiana contro la caccia e gli interessi della lobby dei cacciatori. Lac, Lav, Animalisti italiani, Enpa, Oipa, Italia Nostra, No alla caccia, Vittime della Caccia, e Lipu.

Come Eurodeputato, farò tutto il possibile per portare questa battaglia in Europa grazie anche all’entusiasmo che ho respirato ieri insieme ai tanti italiani che, come me, vogliono dire BASTA  alla caccia per sempre! Fonte: www.andreazanoni.it


Read 0 Comments... >>
 

Se li conosci li segui...

E-mail Stampa PDF

OPTA - Osservatorio Politico Trasversale Anticaccia

Se li conosci...li segui (e li voti)

Categoria in allestimento....

Tutto quello che c'è da sapere sui nostri politici e le loro posizioni in materia di caccia, Diritti e tutela animali.

 

Agosto 2011

- CACCIA A SCUOLA: Ministro Gelmini dice No. La risposta alle interrogazioni dei Radicali Donatella Poretti e Alessandro Rosasco e dell'on. Gianni Mancuso del PdL

 

Luglio 2011

- Emilia Romagna: Gabriella Meo, consigliere Sel-Verdi Caccia in deroga: il mio intervento in aula



Read 0 Comments... >>
 

Movimento a cinque stelle Piemonte: «Nuova legge sulla caccia: la pressione delle lobby»

E-mail Stampa PDF

La "nuova legge sulla caccia", come la definisce l'Assessore Sacchetto non è altro che un maxi emendamento al disegno di legge collegato alla finanziaria, che si è andato via via riducendo. Fin da subito ci siamo dichiarati contrari all’inserimento di argomenti venatori nella finanziaria, tanto più che quattro sono le proposte di legge in materia giacenti presso la commissione competente.Le emergenze indotte, come quella degli ungulati, dipendente dalla facilità dell’iter per l’ottenimento di licenze di allevamento cinghiali (e dalla susseguente leggerezza di capi che inspiegabilmente “escono” dai recinti) potrà sì trovare risposta nelle lasse regole approvate martedì scorso in Consiglio Regionale, ma sappiamo che dietro la graduale liberalizzazione del prelievo venatorio si nasconde ben altro: la pressione della lobby di cacciatori che, pur contando in Piemonte poco più di ventottomila unità, riesce a premere sulle scelte di maggioranza e Partito Democratico. Prova ne sia che le proposte di legge dai rispettivi gruppi presentate (104 e 141) nascono da principi molto simili e a risultati molto simili porterebbero il Piemonte. Il Gruppo del Movimento 5 Stelle è impegnato su due fronti: ha volentieri sottoscritto una proposta di legge elaborata in accordo con le principali associazioni che combattono la crudele e pericolosa attività, la quale ricalca i quesiti referendari per i quali più di vent’anni fa sono state raccolte 60.000 firme; e darà un forte contributo alla manifestazione  nazionale di metà settembre che quest’anno si terrà proprio a Torino.
Uniremo partecipazione, popolare, informazione e sensibilizzazione verso un’attività che, oltre al resto, miete in Italia decine di vittime ogni anno. Fonte: www.italiah24.it

NEW SULLA MANIFESTAZIONE: vittimedellacaccia.org


Read 0 Comments... >>
 

Calabria: la Lav chiede impegno animalista agli eletti. Nessuna deroga sulla caccia

E-mail Stampa PDF

Cinque eletti al consiglio regionale calabrese  hanno aderito prima delle elezioni regionali al programma di impegni stilato dalla Lav in tema di tutela degli animali d'affezione, prevenzione del randagismo, menù vegetariani nelle mense pubbliche, vivisezione e opposizione a qualunque proposta di deroga sulla caccia.

Ora l'associazione chiede a Candeloro Imbalzano (Lista Scopelliti Presidente), Giovanni Nucera (PDL), Pietro Aiello (PDL, neo assessore all'Urbanistica), Nino De Gaetano (Federazione della Sinistra), Franco Morelli (PDL), i cinque firmatari “animalisti” di rispettare gli impegni presi.
La Lav si rivolge anche alla nuova giunta, alla quale chiede di "non cedere alle pressioni estremiste delle associazioni venatorie" e di non avallare le loro richieste che, a detta dell'associazione, risulterebbero illegittime ai sensi delle norme vigenti.Un particolare apprezzamento la Lav lo ha rivolto alla nomina di Francesco Pugliano, nuovo assessore all'ambiente, di professione medico veterinario. “Continueremo il nostro lavoro, collaborando, se possibile, con le istituzioni, come abbiamo sempre fatto – ha dichiarato Roberto Vecchio Ruggeri, coordinatore LAV - Auspichiamo, perciò, una sempre maggiore sinergia e una decisa attenzione all’ambiente e agli animali”.
Fonte : BigHunter

Read 0 Comments... >>
 


Pagina 4 di 5
Banner