Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

OPTA -SE LI CONOSCI LI SEGUI: MARCELLO DE VITO - MOV 5 STELLE

E-mail Stampa PDF

ROMA: ELEZIONE DEL SINDACO

OPTA -SE LI CONOSCI LI SEGUI: MARCELLO DE VITO - MOV 5 STELLE

(AGENPARL) - Roma, 22 mag - "Ho esaminato con estremo interesse i 7 punti del vostro programma, che condivido in toto e che sono parte del nostro programma amministrativo, elettorale e delle relative schede integrative. Li ritengo punti programmatici (oltre che etici) che dovranno essere realizzati nel prossimo quinquennio".

Oggi, con queste parole il candidato sindaco del M5S, Marcello De Vito sottoscrive i 7 punti del programma animalista del Partito Animalista Europeo.

"Sebbene i candidati Marchini (Alfio Marchini Sindaco), De Blasio (Partito Liberale Italiano) e Tersigni (Roma Capitale è tua) abbiano sottoscritto anch'essi il nostro programma riteniamo più razionale indirizzare il nostro elettorato verso il candidato più quotato nei sondaggi evitando così una dispersione che non gioverebbe nessuno. Il nostro unico obiettivo è la tutela ed il benessere degli animali indipendentemente dal Sindaco che amministrerà Roma, tranne Marino ed Alemanno imputabili l'uno per indegnità l'altro per incompetenza", dichiara il presidente del PAE, Stefano Fuccelli.

7 PUNTI DEL PROGRAMMA COMUNALE FINALIZZATO ALLA TUTELA DEL BENESSERE ANIMALE

1) Applicazione e vigilanza sull'osservanza delle disposizioni del Regolamento comunale sulla TUTELA degli ANIMALI approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale il 24 ottobre 2005 ed in vigore dal 9 novembre 2005;
Tutela degli animali. Il Comune riconosce validità etica e morale a tutte le forme di pensiero che si richiamano al rispetto ed ai diritti degli animali ed alla promozione di iniziative per la sopravvivenza delle loro specie. Il Comune, in base alla Legge 281/91 ed alla conseguente legge regionale, promuove e disciplina la tutela degli animali da affezione, condanna e persegue gli atti di crudeltà contro di essi, i maltrattamenti ed il loro abbandono. Il Comune si adopera altresì a diffondere e promuovere l’effettività delle garanzie giuridiche poste dalla normativa vigente a tutela degli animali.
- tra i 59 art. del Regolamento si evidenziano gli art. 13: Arenili dedicati agli animali, di libero accesso ( spiaggia da individuare nel litorale romano ) ed art. 57: Vigilanza (Il Comandante della Polizia Municipale dispone la formazione del personale, appositamente e periodicamente aggiornato su etologia e legislazione che opera in sinergia con l’Ufficio competente per la tutela degli animali), mai ottemperati dalle precedenti amministrazioni.

2) Pronto soccorso pubblico h 24 e servizio di ambulanza veterinaria pubblica h 24 "in surroga"

3) Canili comunali e convenzionati, prevenzione al randagismo, rendicontazione e ripartizione fondi pubblici Gestione dei canili e gattili direttamente o tramite convenzioni con associazioni animaliste e zoofile. Risanamento dei canili comunali e costruzione di rifugi per cani. Realizzazione di un programma di prevenzione del randagismo che preveda sia informazione ed educazione nelle scuole. Attuazione di piani di controllo delle nascite di cani e di gatti. Rendicontazione e ripartizione fondi pubblici

4) Applicazione delle norme previste dalle linee guida Commissione Cites 2000/2006 "linee guida per il mantenimento degli animali nei circhi e nelle mostre itineranti" un'ordinanza "anti-circhi" che non prevede il divieto totale di attendamento dei circhi, facilmente annullabile tramite ricorso al TAR, ma che pone vincoli molto restrittivi e rende obbligatoria l'applicazione delle norme CITES che definiscono le modalità e gli spazi in cui gli animali devono essere tenuti. Nella quasi totalità dei casi i circhi, non essendo in grado di rispettare le norme, non possono attendarsi e svolgere spettacoli. Anche in presenza di ricorsi al TAR l'ordinanza è perfettamente in regola. Un'ordinanza che, in molti casi, ha lo stesso effetto di una di divieto.

5) Riconversione del Bioparco in centro di ricovero di animali sequestrati e confiscati dalle forze dell'ordine, provenienti dal traffico o detenzione illegale, per garantire la loro sopravvivenza. Tale centro non sarà oggetto di alcuna forma di intrattenimento pubblico.

6) Dismissione del servizio di trasporto pubblico rappresentato dalle "Botticelle romane"

7) Ottimizzazione dell'Ufficio Diritti degli Animali , nomina della figura del Garante degli animali con funzione di indirizzo e controllo.

Programma animalista del Partito Animalista Europeo redatto in collaborazione con le associazioni Memento Naturae e Roma for Animals. Lo si legge in una nota del Partito Animalista Europeo. FONTE: www.agenparl.it

 

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner