Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

A lezione di ambiente dai cacciatori: Alunni delle primarie hanno assistito alle fasi del ripopolamento + SCRIVIAMO

E-mail Stampa PDF

SCRIVIAMO al seguente indirizzo :

sindaco@comune.rignano-sul larno.fi.it

e alla STAMPA: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

se vuoi che vedere pubblicata la tua lettera (decidi tu se firmata o no) mandala per conoscenza anche a noi: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

RACCOLTA DELLE LETTERE DI PROTESTA INVIATE>

****************

Da La Nazione del 01.02.2011 Valdarno pag.22 - di Antonio Degl'Innocenti

A lezione di ambiente dai cacciatori:  Alunni delle primarie hanno assistito alle fasi del ripopolamento

RIGNANO SULL'ARNO INIZIATIVA DELLA SEZIONE VENATORIA DELL'ARCI E DEL COMUNE

UNA COMBINAZIONE non consona ma dai risvolti alquanto curiosi.

E' così che le scuole di Rignano sull'Arno e Troghi, con precisione le classi 4ª, e l'Arci Caccia Rignano hanno condiviso un'esperienza davvero innovativa. In sintesi, l'associazione rignanese ha voluto mostrare a bambini ed insegnanti che la caccia non è di per sé distruttiva per l'ambiente ma anzi, se accompagnata dall'impegno nella gestione per tutto l'anno, come fanno i volontari dell'Arci Caccia di Rignano, è un trampolino per una migliore conservazione e tutela della fauna. Tangibile l'emozione degli ottanta alunni partecipanti alle varie iniziative, che hanno contraddistinto questo progetto.

 

Un progetto diviso a tappe e che concluderà il suo iter domani dopo una serie di lezioni in classe, tenute da esperti faunistici dell'Arci Caccia, e dopo la partecipazione diretta all'emozionante cattura di lepri e fagiani a scopo di ripopolamento.

Infatti ogni anno, tra gennaio e febbraio, i cacciatori volontari sono impegnati nella cattura di un certo numero, stabilito scientificamente, di fagiani e lepri da destinare alla conservazione della specie.

Questa volta anche gli alunni hanno partecipato alle catture che si concludono, poi, con la liberazione degli animali in zone prestabilite.

L'emozione dei ragazzi nel vedere da vicino gli animali è stata più che palpabile: è stato un modo per prendere coscienza della ricchezza faunistica del proprio territorio.

Anche i tanti cacciatori volontari, che tutto l'anno lavorano per la tutela della fauna nella zona di ripopolamento di Rignano, hanno ottenuto una soddisfazione impagabile data dall'entusiasmo dei ragazzi che hanno apprezzato la figura del cacciatore nel suo complesso. L'iniziativa ha riscontrato un enorme successo grazie all'impegno dell'Arci Caccia di Rignano, al contributo del Comune di Rignano ed all'entusiasmo e preparazione delle maestre.

Per il prossimo anno scolastico l'Arci Caccia, oltre a riproporre il progetto per altre classi, sta già pensando ad arricchire l'offerta formativa in collaborazione con le scuole elementari del comune. di Antonio Degl'Innocenti - la Nazione 01.02.2011 - Valdarno pag.22.

****************

Leggi anche le lettere di risposta aggiornate qui:

1) Lettera di DESI B. -

 

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner