NEWS FLASH 12/16 dicembre 2011 - CACCIA E TUTELA ANIMALI

Giovedì 15 Dicembre 2011 23:31
Stampa

IN AGGIORNAMENTO...

NEWS FLASH 12/16 dicembre 2011 - CACCIA E TUTELA ANIMALI

 

Perugia, cane segregato al buio e denutrito. Il proprietario denunciato per maltrattamenti14.12.2011 Perugia, cane segregato al buio e denutrito. Il proprietario denunciato per maltrattamenti. Denunciato anche un altro uomo, aveva messo un collare elettrico al cane. Segregato, denutrito, persino costretto a coricarsi sui suoi escrementi a causa di una catena troppo corta e in stato catatonico: sono le condizioni nelle quali è stato trovato uno sventurato cane vicino a San Nicolò di Celle e portato in salvo dai medici veterinari dell’Ausl n.2 di Perugia in collaborazione con la Lav. (...)L’animale era in uno stato simil-catatonico, magrissimo, le sporgenze ossee delle coste, della colonna e del bacino evidenti sotto il pelo sporco di notevoli quantità di feci rapprese. Quando Lord, (così è stato soprannominato il cane), è stato portato all’esterno ha mostrato fotosensibilità, ritraendosi dalla luce. Un tumore sulla palpebra inferiore dell’occhio destro aveva provocato una congiuntivite purulenta, un altro tumore enorme sulla zampa posteriore destra, delle dimensioni di oltre venti cm, procurava un’evidente zoppia e dolore... ALTRO CASO, stesso articolo: Perugia, località Santa Sabina. Cane con collare elettrico, altra denuncia Denunciato alla Magistratura anche il proprietario di un altro cane trovato mentre vagava in località Santa Sabina, con un collare elettrico. Il dispositivo, assolutamente fuorilegge, è usato da persone senza scrupoli per addestrare i cani, infliggendo loro enormi sofferenze ogni qualvolta disobbediscono.... Leggi tutto alla fonte: www.umbria24.itPerugia, cane segregato al buio e denutrito. Il proprietario denunciato per maltrattamenti

13.12.2011 Valenza, denunciati per maltrattamenti ad animali. Alcuni proprietari di volatili sono stati denunciati alla Procura della Repubblica, a cura delle guardie provinciali del Parco del Po per maltrattamenti nei confronti degli animali. La denuncia è arrivata in seguito all’attività svolta al Centro di Recupero della Fauna Selvatica del Piemonte Orientale nel corso dei controlli ai numerosi cacciatori presenti tra la Lomellina e l’Oltrepo’ pavese. Al Centro sono arrivati, come oggetto di sequestri: 30 esemplari di Allodola, 23 esemplari di Tordo bottaccio almeno una ventina tra Peppola e Fringuello.Questi uccelli da richiamo sono stati sequestrati in quanto è stato accertato che molti di essi anziché provenire da allevamenti certificati, sono stati abusivamente catturati in natura: gran parte degli anelli identificativi di ogni esemplare sono risultati falsi o trasferiti abusivamente da altri esemplari deceduti (l’anello identificativo deve essere inamovibile, inserito sulla zampa dall’allevatore autorizzato nei primi giorni di vita dell’animale). Alcuni individui sono risultati assolutamente privi di anello o con anelli appartenenti a esemplari di altre specie... Fonte: www.valenza.it
12.12.2011 Modena. Segugio torturato dal padrone con scosse elettriche. L'orrenda storia. Il cane è stato trovato in preda alla paura vicino al castello di Vignola. Ora è al canile municipale, denunciato il sessantottenne. Il padrone gli aveva messo addosso un collare fuori norma, che rilasciava dolorose scariche elettriche. E' la disavventura capitata a un cane, una giovane femmina di segugio; ha dovuto subire i maltrattamenti di C. S., un italiano di 68 anni che è stato denunciato alle autorità. Il cane si trova attualmente presso il canile municipale di Vignola. L'intervento ha avuto origine dalla telefonata di un cittadino alla centrale operativa che segnalava la presenza di un cane vagante e impaurito nei pressi del castello. Il veterinario dell'Asl che l'ha visitato, lo ha trovato malnutrito e in preda a un perdurante stato di agitazione e paura. Il proprietario (il cane gli è stato tolto, sequestro convalidato dalla magistratura) ha dichiarato di aver smarrito il segugio circa tre settimane prima durante una battuta di caccia nelle colline parmensi. Ha anche ammesso di essere stato lui stesso ad applicare il collare fuori legge.Va ricordato che solo una settimana fa la polizia municipale ha effettuato un maxi sequestro: 365 cani erano stati stipati in gabbie per conigli, in una struttura a Cittanova... Fonte: www.ilrestodelcarlino.it

12.12.2011 I randagi di Bernalda (MT) ammazzati a fucilate. Arriva da Geapress la notizia che alcuni randagi accuditi dai volontari a Bernalda sono stati presi a fucilate da chi, di loro, non ne voleva sapere. Gli animali venivano accuditi con regolarità in alcune zone di campagna, e risiedevano in terreni i cui proprietari avevano preso accordi in questo senso con i volontari. Cani randagi, ma di quartiere, conosciuti da tutti e benvoluti dai più. Animali sterilizzati, sfamati, socializzati e dolci con tutti. Ma, evidentemente, a qualcuno davano fastidio. È stata naturalmente ad opera di ignoti l’aggressione massiva ai danni dei randagi di Bernalda, che sono stati presi di mira da persone armate di fucili che non volevano solamente spaventarli, ma ucciderli... Fonte: http://all-4animals.com

 

 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.