Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Depenalizzazione bracconaggio: un altro passo indietro verso Caccia selvaggia!

E-mail Stampa PDF

 

Comunicato Stampa Associazione Vittime della Caccia del 6 agosto 2011

Depenalizzazione bracconaggio: un altro passo indietro verso "caccia selvaggia"!

Con l’approssimarsi della nuova stagione venatoria il governo non ha fatto mancare l’ennesimo regalo ai cacciatori, questa volta depenalizzando i reati di bracconaggio. Il decreto legge 121, del 7/7/2011 pubblicato sulla GU n.177 del 1 agosto 2011, introduce, legittimandolo, un nuovo inaccettabile misfatto sotto il profilo penale: il reato di bracconaggio, se l’uccisione di un animale protetto non incide in "quantità trascurabile" e/o con "impatto trascurabile” sulla conservazione della specie e degli habitat, avrà una valenza penale assai ridotta (art.727 bis codice penale).

“Sarà nefasto convertire in legge questo ignobile decreto, poiché si incentiverà di fatto l’illegalità in materia di bracconaggio” dichiara Maurizio Giulianelli portavoce dell’Associazione Vittime della Caccia che aggiunge “se questa è la risposta alle continue richieste di sicurezza per i cittadini minacciati dalle doppiette e alle istanze sacrosante di tutela degli animali, fauna protetta e non… bè, c’è da restare inorriditi!”.

“Il decreto legge 121, fa il paio, con il tentativo già avviato in Commissione Agricoltura di modifica delle legge 394/91 sui Parchi, per estendere anche a queste zone protette l’attività venatoria: un altro scempio che a settembre cercheremo di bloccare senza se e senza ma!” conclude Maurizio Giulianelli.

Associazione Vittime della Caccia - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner