Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

TAR VENETO: Bloccata preapertura TORTORA su ricorso Vittime caccia

E-mail Stampa PDF

COMUNICATO STAMPA - 30.08.2014 - Associazione Vittime della caccia

Il TAR Veneto accoglie ricorso AVC: Sospesa la preapertura alla tortora

contestato il Piano Faunistico venatorio scaduto

Il Tar del Veneto ha bloccato la caccia alla tortora per i giorni di preapertura (1, 6, 7, 13 e 14) nel mese di settembre, accogliendo i presupposti di illegittimità mossi dall'Associazione Vittime della Caccia grazie all'avvocato Massimo Rizzato di Vicenza, nei confronti della delibera di Giunta della Regione Veneto n.1074.

Con decreto cautelare n.00449/2014 è stata sospesa in parte la delibera 1074 del 24 giugno della Giunta della Regione Veneto, relativamente agli articoli 1 e 9 all.B, per ciò che concerne il periodo e il numero di capi di tortora in preapertura.

Il Tar Veneto ha stabilito nella fattispecie che "la preapertura interviene in corso della seconda proroga del Piano Faunistico Venatorio (PFV) regionale scaduto nel 2012 e che il presupposto parere dell'Ispra è contrario ad un'ampliamento di giornate di caccia (da tre a cinque) e carniere giornaliero (da 5 capi a 10) per la tortora, in considerazione dello stato di conservazione della specie".

Il decreto cautelare 00449/2014 del Tar Veneto ha di fatto impedito l'ennesimo regalo della Regione ai cacciatori veneti.

Ebbene, nonostante il Veneto sia stato investito per tutta l'estate da condizioni di maltempo eccezionali (inondazioni, piogge continue per giorni), con gravi ripercussioni sulla vita di molti animali selvatici, la Regione Veneto ha pensato di puntare alle preaperture per ben cinque giorni, col doppio delle tortore da massacrare rispetto a quanto indicato dall'Ispra!

Non ci sono limiti all'indecenza di quelle regioni così devote agli interessi e alla bramosia delle doppiette: questa volta la Regione Veneto ha evidentemente esagerato e deve ridimensionare le pretese degli sparatori.

Ufficio Stampa - Associazione Vittime della caccia - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner