Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Cs.Vittime caccia: Smembramento Corpo Forestale, cancellata la vigilanza, diminuiranno i reati ambientali. Nei numeri dichiarati, non nei fatti.

E-mail Stampa PDF

COMUNICATO STAMPA Associazione Vittime della caccia 6 agosto 2015

+

RACCOLTA FIRME (IN FONDO)

Smembramento Corpo Forestale, cancellata la vigilanza, diminuiranno i reati ambientali.

Nei numeri dichiarati, non nei fatti. Ovviamente.

Anzi, questa operazione dall'iter legislativo sbrigativo e senza confronto alcuno, come appare oramai evidente incentiverà i reati ambientali e venatori a causa del depauperamento delle energie specializzate dislocate localmente. Già in sottorganico da anni (es: quattro agenti per decine di comuni di competenza territoriale), le Stazioni del Corpo Forestale dello Stato garantivano comunque una presenza localizzata fondamentale per prevenire e reprimere i reati contro l'ambiente, gli animali e le persone.

L'approvazione al Senato dell'art.8 del DDL 1577/B a firma del Ministro Madia del PD (D= democratico?!) e inerente la riforma della Pubblica Amministrazione, sancisce di fatto la soppressione del Corpo Forestale dello Stato, poichè si parla di assorbimento in altra forza di polizia.

"Deregulation pianificata" dichiara Maurizio Giulianelli vicepresidente dell'Associazione Vittime della caccia che ribadisce "il nostro governo si propone di tagliare le spese annullando quei presidi che da anni a livello preventivo e repressivo tutelano il territorio e gli animali, e che contano su scala nazionale quasi 8000 uomini con specifica specializzazione in materia che nessun altro corpo di P.G. può vantare".

"Evidentemente l'ambiente, il territorio, la fauna selvatica, la tutela del bene pubblico... non sono priorità di Renzi, meglio allentare la guardia di fronte ai reati persistenti di inquinamento, abusi, bracconaggio, facendo un bel regalo a chi il territorio lo sfrutta e lo minaccia, al pari di quello quello che compie sulla fauna selvatica. Il tutto con la scusa delle riforme".

L'Associazione Vittime della Caccia riaffermando l'appoggio alle donne e agli uomini della Forestale, lancia il suo allarme in vista dell'inizio della nuova stagione venatoria: mancherà sul territorio l'attività di vigilanza e controllo dei reati e degli abusi durante l'attività venatoria, con sempre più bracconieri dalla fedina penale pulita che potranno farla franca impunemente.
E quanti cittadini lasciati soli si sentiranno ancora piu'indifesi di fronte all'esercito delle doppiette, incurante - come sempre - del rispetto delle distanze e delle altre norme di sicurezza, non potendo più contare sulla presenza locale del CFS, capace e idoneo a muoversi sul territorio come nessun altro Corpo di Polizia: su chi potranno contare per tutelare la propria incolumità e sicurezza? A chi dovranno rivolgersi in caso di pericolo spari? Con quali tempi arriveranno Carabinieri e Provinciale se saranno a decine di chilometri di distanza?

A queste domande Renzi e il Ministro Madia dovranno rispondere in modo preciso e dettagliato. Lo devono a tutti gli italiani e alle Associazioni ambientaliste che da anni si battono per una Italia che non sia in ostaggio delle lobby.

Associazione Vittime della caccia - 6 agosto 2015

 

AIUTACI RACCOGLIENDO LE FIRME E DIFFONDENDO:

FIRMA LA PETIZIONE CONTRO LA SOPPRESSIONE DELLA FORESTALE

https://www.change.org/p/no-alla-soppressione-del-corpo-forestale-dello-stato

-O-

SAI??

CHI SONO I SENATORI CHE HANNO VOTATO PER SOPPRIMERE IL CFS:

 

Hanno votato contro:

Si sono astenuti:

https://salviamolaforestale.wordpress.com/2015/08/04/ecco-chi-sono-i-124-senatori-che-hanno-approvato-lart-8-che-sopprime-il-corpo-forestale-dello-stato/

 

 

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner